17-folli-motivi-per-visitare-il-blog-nel-2018-min
Articoli lampo

I 17 motivi più folli del 2018 per visitare il mio blog

Un altro anno è passato e durante esso, conteggiandole in questo istante, vi sono state 1.442.567 visite nel 2018 a questo mio spazio online, risultato che mi fa parecchio piacere. Anche perché gli insulti sono stati solo tre. L’anno prossimo punterò ad averne almeno cinque.

Il nuovo anno porterà diverse novità anche come tematiche principali ma ci sarà tempo di parlarne. Oggi invece è tempo di dare un seguito a uno degli articoli che più mi ha divertito scrivere l’anno scorso, vale a dire “I 7 motivi più folli per visitare il mio blog nel 2017“. Solo che quest’anno mi sono allargato, quindi i motivi saranno 17.

Alla fine dell’articolo, poi, se sei abbonato alla mia newsletter, ti farò una richiesta per semplificarti la vita e non ricevere articoli su argomenti che non ti interessano. Mi raccomando, dalle un’occhiata!

Ma non bastava l’articolo del 2017?

Ovviamente no. Come sa chi gestisce un sito web, tra i vantaggi di averne uno fatto come si deve c’è la possibilità non solo di sapere in quanti lo visitino ma anche cosa le persone hanno cercato su Google per arrivare fino ad esso. A livello commerciale sono informazioni importantissime per stabilire la propria strategia e capire come si stia sviluppando.

Spesso sono ricerche chiare, “consulenza web marketing”, “formazione web marketing”, “reputazione online”, “truffa amorosa”, vale a dire ciò che faccio per lavoro o argomenti su cui ho scritto.

Altre volte mi divertono (o mi inquietano non poco) perché non c’entrano nulla.

Ecco dunque la carrellata delle migliori ricerche su Google di gente finita poi nel mio blog durante il 2018:

1) So cosa hai fatto

“Mi ha contattato uno e mi ha detto che mi denuncia per vendita di prodotto falso su subito” (Gennaio 2018)

In realtà più che far ridere c’è dietro una truffa, come quella diffusa su Ebay e che ho descritto in un mio articolo. Però mi ha fatto sorridere lo stesso, vuoi perché c’è chi pone a Google domande come se avesse davanti una persona, vuoi perché…scusa, ma ti contatta uno dicendo che ti denuncia per la vendita di un prodotto falso su Subito…Ne consegue che non gliel’hai venduto…Anzi, è probabile che non l’abbia mai visto. Quindi perché dovrebbe denunciarti?

2) Terminator

“Come annientare un truffatore” (Gennaio 2018)

Ora, capisco che hai perso soldi, capisco che sei dispiaciuto per la brutta esperienza…Ma povero truffatore! Che ti ha fatto di mal…ehm, cioè, è pur sempre un essere umano. E poi a Natale bisogna essere buoni. Quindi, fatti un esame di coscienza e chiediti: invece di annientarlo, perché non lo fai impazzire? E’ più divertente e il gioco dura pure di più! Ti spiego tutto nell’articolo “Come truffare un truffatore: guida passo dopo passo” che, news di fine anno, sarà presto disponibile su Amazon sotto forma di libro. Ovviamente ampliato e con tanti esempi personali di come ho rincretinito mezzo mondo.

3) Non lavato con Perlana

“Perché su Subito inserisco le foto strette?” (Febbraio 2018)

Ce lo chiediamo tutti. Inserisci quelle larghe, fanno più effetto. Puoi trovare qualche altro buon consiglio all’interno di una guida per vendere su Subito.it che ho scritto qualche tempo fa.

4) Non aprire quella (dark) porta

“Ho paura del dark web” (Marzo 2018)

Tesoro. Vieni, che papà ti dà un abbraccio e ti protegge. Come favola della buona notte, che ti terrorizzerà (volutamente) ed eviterà di fare la fine dei poveri incauti dei film horror che, invece di NON aprire quella porta, la aprono per prima, puoi leggere il mio articolo in merito: “Cos’è il deep web (e perchè devi starne alla larga)?

5) Alti livelli di profilazione

“Le donne che la danno facilmente facebook” (Aprile 2018)

Sapevo che Facebook conosce già la tua età (gliela dici tu), i tuoi gusti (idem, con i like), chi ti interessa (le tue ricerche), ciò che vuoi comprare (vedendo dove vai sul web, Amazon incluso), il tuo lavoro (idem), il tuo reddito (per vari motivi) e via dicendo, ma non sapevo sapesse pure profilare il…come dire…ehm…tuo tasso di…ehm…ci siamo capiti.

Ma soprattutto, danno cosa? L’amicizia?

6) Il dilemma di Mastrota

“Perché i venditori di materassi accettano solo coppie? non si puo dire “devo chiedere mio partner prima di decidere”? (Aprile 2018)

Questa mi ha messo ko, lo ammetto. Fortuna che c’era il letto vicino. E meno male che non c’erano venditori di materassi in giro, visto che mia moglie era fuori, perché a quanto pare il venditore non avrebbe permesso di sdraiarmi. Le probabili risposte alle domande suddette sono: 1) perché il materasso matrimoniale costa di più e 2) Ascoltare prima tuo marito per fare una spesa? Andiamo, saremmo alle soglie della fantascienza. Non è credibile.

7) Mica dovevi scriverlo su Whatsapp, per caso…?

“Mario mi chiedeva se avessi il tuo numero di telefono, ma io non gliel’ho dato. gli ho detto che non siamo più in contatto. giusto per informarti…. scherzo” (Maggio 2018)

Spero che a questo punto non abbia invertito le frasi e su Whatsapp abbia scritto quanto sotto…

8) Preparazione Hamazon

“Approfittare di eorroidi prezzo di amazon” (Giugno 2018)

…anche perché a prima vista avevo letto “approfittare di emorroidi”. Dai, dillo che l’avevi fatto anche tu!

9) Di, a, da, in, con, su, per, tra, fra

(tzè, prendi questo prof di Italiano delle medie)

“ma se non ecco qua” (Luglio 2018)

Purtroppo non sono mai riuscito a capire a quale articolo si riferisse. Si, insomma, ecco. E pure perciò.

9) Farlo o non farlo? Questo è il problema

“e 4 per non farlo (il giorno dopo)” (Agosto 2018)

Pagheresti anche tu per sapere i 4 motivi per farlo (il giorno prima), vero? Indipendentemente dall’argomento, dico.

10) Agatha Christie

“Truffa ho trovato questo nr. sulla mia scrivania” (Agosto 2018)

Poirot indaga.

11) Normali richieste quotidiane

“Cosa dare se chiedono foto a colori su entrambi i lati della carta di identita?” (Settembre 2018)

Tutto tranne una foto a colori su entrambi i lati della carta d’identità. Per maggiori informazioni, basta leggere qui.

12) Guardati le spalle

“Quando fai un bonifico sei al sicuro?” (Settembre 2018)

Dipende. Se lo fai da casa, probabilmente si. Ma se la casa sta andando a fuoco no. E nemmeno se lo fai dalla pancia di una balena, con un dinosauro che ti insegue o, semplicemente, usando Western Union o Money Gram. Leggi il mio articolo sui metodi più sicuri (e meno sicuri) per pagare via internet per approfondire la questione. No, non si parla di dinosauri.

13) …e il motopovero muto

“Sono ciclopovero e compro in cina” (Ottobre 2018)

L’importazione dei risciò in Europa cominciò così.

N.B. Prima di scrivere questa ho cercato su google, qualora ciclopovero fosse una denominazione tecnica per indicare una condizione svantaggiata sulla quale non avrei mai fatto battute. Ma siccome non esiste, le faccio.

14) Agatha Christie 2.0

“Ho ricevuto un messaggio a mano libera si puo risalire a chi la mandato” (Ottobre 2018)

Purtroppo no. Poirot è già impegnato (vedi motivo n°10)

15) Niente candid camera?

“Video di visite ginecologhe serie” (Novembre 2018)

In effetti una donna che ride a crepapelle durante la visita non l’ho mai vista, come mai non li trova?

(fortunatamente in questo caso forse sarà atterrato sull’articolo dove spiego una truffa allucinante che riguarda i falsi ginecologi online)

16) L’alibi perfetto

“su wish calzini a forme di bistecche” (Dicembre 2018)

Perché se ti puzzano i piedi puoi sempre dare la colpa ai calzini che vanno a male. O che semplicemente stai frollando.

And the winner is…

L’anno scorso vinse l’inarrivabile ricerca

“i 999 modi per mandare a fanculo qualcuno” (Dicembre 2017)

Come già detto allora, in questo sito parlo di internet, di marketing, di strategie aziendali…

Parlo di truffe per evitare di caderci, di strategie per vendere online o, se sei un privato, per risparmiare durante i tuoi acquisti…

Ho pubblicato a oggi più di 145 articoli e altrettanti sono in cantiere…

Dunque quale profondissima ricerca avrà condotto il vincitore del 2018 ad arrivare sul mio sito?

17) Il mago della SEO

j96mxolr6hvy9fs9ujupc9bbf9oirv9fkn4xxktxxjptogrunvwdsep2aa7s9dvycvon7k3mhl5rstbytqyljudpvzkdl5ddz1uhdrrcyghl0vwjy_rwtpvcbczcxdhead_qyumpzulrifxpliq5cw_rn86mveg3ltkivqbmuia (Novembre 2018)

…perché se trovi il mio sito scrivendo una roba come questa, allora gli esperti SEO (Search Engine Optimization) sono pippe a mio confronto.

O magari semplicemente si fanno trovare per altre robe.

Robe con cui guadagnano molto di più.

Uhm.

E’ il tuo momento! Cosa vuoi da me?

‘Spetta, non equivocare…Parlo di altro.

Ad oggi sono quasi 2000 gli iscritti alla mia newsletter ma immagino che non tutti siano interessati agli stessi argomenti. In pratica mi spiace se sei interessato al web marketing e ricevi articoli sulle truffe…Poi, per carità, se li leggi e condividi mi fa un enorme piacere, ma vorrei dare a ciascuno solo le informazioni che desidera.

Ho dunque predisposto più modalità di iscrizione alla newsletter, in base ai tuoi interessi:

  1. Se mi ami alla follia e vuoi ricevere tutti i miei nuovi articoli via email, indipendentemente dall’argomento, non dovrai fare nulla. Continuerai a riceverli come hai sempre fatto. E ti vorrò tanto bene.
  2. Se sei interessato solo alle tematiche WEB MARKETING ed ECOMMERCE, clicca qui per iscriverti alla newsletter dedicata solo a tali argomenti. Ti vorrò bene lo stesso e se già eri presente nell’elenco della newsletter generale, ti cancellerò da lì per evitare duplicati.
  3. Se sei interessato solo alle TRUFFE ONLINE, clicca qui e potrai iscriverti alla lista dedicata. E, si, avrai ugualmente la mia stima e se già eri presente nell’elenco della newsletter generale, ti cancellerò da lì per evitare duplicati.

Grazie per la collaborazione!

Massimo Cappanera

Uomo. Marito. Padre. Mi occupo di comunicazione sul web e marketing per professionisti e PMI. Scrittore per passione e narratore di aneddoti per diletto. Fedele al motto "Verba volant, scripta manent, internet docet".

4 commenti

Clicca qui per commentare

Scrivi qui cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ricevi i nuovi articoli via email

E' semplicissimo, gratuito e non riceverai spam. Basta inserire il tuo indirizzo e-mail e sarai sempre aggiornato sui miei nuovi post.

Unisciti a 1.291 altri iscritti