Truffe

Vuoi capire se è un truffatore? Ecco 10 metodi semplici semplici

capire se è un truffatore

Credo che fino ad ora in un anno e mezzo gli articoli che parlano di truffe in questo blog abbiano ricevuto circa 1500 commenti da parte di contributori e, ahimé, molte vittime.

Gira e rigira, però, ho notato che molte persone ancora non sanno individuare le caratteristiche tipiche di un truffatore. A volte si tratta di dettagli così palesi (quando lo sai) da essere paradossalmente ignorati. In questo articolo scoprirete quali sono i principali.

Qualora ne volessi suggerire uno, scrivimelo nei commenti. Lo aggiungerò alla lista.

Capire se è un truffatore? La prima cosa da fare è…

…ovviamente cercare su google il nome del tizio, il numero di telefono, controllare su Google Earth l’indirizzo…insomma, fare una bella indagine online per vedere se è già stato segnalato da qualcuno. Due note, a tale proposito:

a) trovare il nome di qualcuno e un commento in stile “Mi aveva detto che l’oggetto era rosa, invece è fucsia! E’ un truffatore!” è diverso da da “mi ha rubato 1000 euro e lo stesso ha fatto con altre trenta persone in tutta Italia”. Il primo può essere un fraintendimento, il secondo no. Ciò spiega perché anche in questo blog raramente approvo nomi di italiani e li tengo per me, per poi mettere in contatto più gente truffata qualora i nomi spuntassero in più segnalazioni, così da intraprendere un’azione congiunta.

b) l’assenza di menzioni negative online non è prova di onestà, anche perché da quando si è diffusa questa buona prassi soprattutto gli italiani tendono a saltare di palo in frasca con nuove identità (gli stranieri invece se ne fregano altamente, vedi i soliti nomi delle truffe della Costa d’Avorio), ma è pur sempre un buon tentativo.

La persona non spunta ma qualcosa continua a non quadrarti? Veniamo ai casi più palesi per capire se è un truffatore:

1. “Pagami sulla postepay di mia moglie/zia/vicina di casa brasiliana perché la mia l’ha mangiata il cane”

Frequentissimo. Io mi chiamo Marco Rossi ma voglio essere pagato sulla postepay di mia moglie/amante/vicina/zia Jasmine Akbat…ma anche se fosse Francesca Bianchi…o qualunque altro nome…non è strano? Non bisogna credere alle varie scuse del cane che l’ha mangiata, della carta scaduta o smarrita, del fatto che gli sia stata clonata e bla bla bla. Sono tutte panzane. Se io ho interesse a vendere (onestamente) online, faccio un salto alle poste e me ne faccio fare una a mio nome. Se proprio sono masochista, sia chiaro. Come scritto nel mio articolo “Ecco i metodi più sicuri per pagare su internetla ricarica postepay è l’anticamera della truffa. Mi scusi chi la usa onestamente ma ribadire il contrario è come dire che la Western Union è un metodo di pagamento trasparente e poco usato dai truffatori. Ditelo a chi spedisce ogni giorno migliaia di euro in Costa d’Avorio senza poterli più avere indietro.

Chi dice di effettuare un pagamento a una carta intestata a un’altra persona lo fa nel 99% dei casi in modo tutt’altro che lecito. Non avete idea del numero di documenti clonati o delle carte intestate a persone perfettamente ignare che girano. Tanto se vengono “bruciate”, si passa alla successiva. L’unico modo certo (e nemmeno, vedi truffe in autogrill) è il sano detto “pagare moneta, vedere cammello“.

Ripetete con me:

a) non effettuerò per quanto possibile mai un pagamento a una persona (nei vari siti è diverso, per ovvie ragioni) con Postepay

b) non effettuerò MAI un pagamento a una persona con Postepay intestata a qualcun altro

c) non effettuerò MAI E POI MAI E POI MAI un pagamento a una persona con Postepay intestata a qualcun altro che è pure di un’altra nazionalità

2. “Purtroppo non posso consegnarti l’oggetto di persona perché sono allergico ai raggi gamma del sole e non posso uscire dalla cantina…”

Ovviamente si rinuncia all’incontro di persona perché l’oggetto non esiste. Come già scritto in un altro articolo dedicato a Subito.it, questa piattaforma a mio parere andrebbe utilizzata solo per le vendite di persona, mai e poi mai come eBay (prima pago, poi mandi) perché

a) non offre un meccanismo di feedback per capire se il venditore ha trascorsi più o meno buoni

b) non offre un sistema di pagamento con un minimo di tutela verso chi paga

Non importa se le foto sembrano autentiche (nella loro “amatorialità”, magari), non importa addirittura se avete avuto un contatto telefonico con una persona che sembrava squisita, onesta, alla mano…Se di fronte alla proposta “Possiamo vederci di persona per la consegna?” ottenete un rifiuto di qualunque natura, lasciate perdere. Ve la dico tutta: se abitate a Siracusa e il venditore è a Roma, inventategli che la prossima settimana sarete nella sua città per lavoro e sarebbe grandioso approfittare dell’occasione, così da risparmiare (lui o voi) le spese di spedizione. Vedete cosa vi risponde e regolatevi di conseguenza.

3. “Mi sono trasferito in Costa d’Avorio/Marocco/qualunque altro paese…”

Ecco, mandatecelo direttamente a quel paese e non dategli un soldo. Inutile dilungarmi, visto che è la solfa pluriutilizzata dai truffatori più noti ai lettori di questo blog.

4. “Ti ho pagato! Uhm, però c’è una tassa per sbloccare il bonifico, dannato governo!”

Vedi sopra, è il degno seguito. La tassa da pagare è ovviamente una scusa per farvi scucire soldi (che “ti verranno restituiti!”…seee, come no) per poter sbloccare un bonifico o qualunque altra forma di pagamento (incluso Paypal!) che il truffatore millanta di aver già fatto, per poi scoprire che il [governo/altro ente] ha messo il veto per [motivo qualunque]. C’è chi dice di averne già pagato metà e che tutto si bloccherà quando voi pagherete l’altra, così da illudervi ulteriormente della bontà della faccenda.

Devo per forza specificare che non c’è alcuna tassa, alcun governo e, soprattutto per voi, alcun pagamento fatto…?

5. “Per pagarti/spedirti la merce, devi mandarmi il tuo documento. Ecco il mio…”

Se è prassi sui set dei film per adulti scambiarsi le analisi del sangue per verificare non si abbiano malattie veneree, sono sempre stato affascinato da questo tentativo di stabilire se uno sia o meno onesto mandando un documento.

L’inganno si basa su un principio di reciprocità: se lui mi manda il suo (toh, guarda quanto è onesto!) io gli mando il mio. Peccato che il tuo sia certamente reale, il suo no. Ma tu dai per scontato lo sia, altrimenti che senso avrebbe?

In più, se il documento è di una persona della tua stessa nazionalità, che magari millanta di essersi trasferita in Costa d’Avorio o altra parte del mondo (vedi sopra), ci si fida ancora di più perché con essa si crede di condividere valori, tradizioni e quant’altro. Ecco perché moltissimi truffatori si fanno mandare i documenti delle persone truffate (prima che esse capiscano di esserlo, è chiaro), creandosi un bel database a cui attingere al momento giusto…

Un caso analogo è quello narrato nell’articolo “Il phishing del casellario giudiziale“.

6. “Non posso farti un’altra foto dell’oggetto perché…uhm…è contro la mia religione”

Avete dubbi sull’acquisto di un oggetto? Chiedetegli una foto. Un dettaglio qualunque, anche insignificante. Citando un aneddoto narrato nel mio articolo “Il venditore non risponde su Subito.it, eBay o Kijiji? I 5 motivi principali“…

<< Un ragazzo appassionato di antiquariato una volta mi ha raccontato di come fosse interessato a un armadio di inizio ‘900 ma non abitando nella stessa città del venditore gli aveva chiesto la cortesia di avere qualche foto di alcuni dettagli, così da valutarne l’autenticità. Sai com’è, se in un reperto dell’antico Egitto trovi del silicone qualche domanda te la poni ;) Risultato: all’inizio il venditore non risponde. Poi lo fa, ma temporeggia. Un giorno, cinque giorni, una settimana. Che ci vuole a fare due foto col cellulare? Niente. Quindi o non ha tutto questo interesse per vendere (male) o c’è qualcosa sotto (malissimo). In un caso o nell’altro, ti consiglio di toglierci mano. La fregatura e/o la frustrazione sono dietro l’angolo. >>

7. “Lo compro! Allora, ti mando 10 euro in contanti in busta chiusa, poi appena li ricevi ti faccio un bonifico del resto”

Giuro che è capitato. Lo prendo come spunto per mettere in guardia contro tutti quei pagamenti che, già dalle modalità, appaiono poco trasparenti. Se foste un negoziante e uno venisse da voi per ritirare della merce dicendovi che i soldi per pagare vi aspettano dentro il tombino  duecento metri più avanti voi gli vendereste qualcosa?

8. “Ecco l’IBAN, pagami con bonifico, è sicuro per tutti e due!”

Certo…una volta. In passato IBAN = conto in banca = intestatario reale = se succede qualcosa so con chi prendermela. Oggi invece anche le carte prepagate hanno un IBAN da utilizzare per ricevere bonifici, quindi è facile far credere che esso si riferisca a un conto corrente quando non lo è affatto, mentre magari si riferisce a una carta farlocca e/o intestata a qualcun altro.

Vi invito alla lettura di questo articolo su eBay Abuse (aggiornamento: purtroppo il sito risulta inaccessibile, forse vittima dell’ennesimo attacco che ha dovuto subire, quindi ho aggiornato il link seguente a un articolo apparentemente identico) che spiega come distinguere gli IBAN delle carte prepagate . Con ciò non voglio dire che tutte le transazioni verso questi IBAN sono anticamere di truffe (buona parte lo è) ma di sicuro meritano un approfondimento, fosse solo con una domanda diretta al venditore. Se questi continua ad affermare che si tratta del proprio conto corrente personale, beh…

9. “L’oggetto è disponibile! Sia per te, che per te, che per te…per tutti!”

Se un oggetto è disponibile per te e stai già definendo la transazione ma poi, magari inviando una seconda email da un altro account, è ancora disponibile, è meglio toglierci mano.

10. “Sono interessatissimo, rispondimi alla mia email privata…”

Tipica scenetta della truffa su Subito.it, come scritto e riscritto nei commenti dell’articolo “Wanted! Ecco un elenco di truffatori su Subito.it” da migliaia di lettori. In parole povere, per bypassare i controlli automatici di Subito, che cancellano in automatico allegati, indirizzi web e indirizzi email, i truffatori si dichiarano interessatissimi e specificano in modo artefatto (ad esempio scrivendo loredanapater @ gmail .com <– gli spazi confondono il sistema automatico, che non riesce a capire si tratti pur sempre di un indirizzo email e lo lascia passare). Ovviamente se uno scrive a quella email, ecco arrivare allegati (anche virulenti) e un po’ tutto quanto scritto qui sopra. La soluzione? Non rispondere. Oppure, se proprio volete farlo, rispondete “juju!” che è la maledizione tipica che sembra terrorizzarli ;)

Cosa ho dimenticato?

Come ho già accennato, lungi da me poter fare una lista esaustiva di tutti gli elementi da considerare per essere cauti negli acquisti online, in assenza di un meccanismo di feedback o altre forme che attestino o meno la lealtà di un venditore/acquirente. Se ne avete altri da suggerire, scrivetelo pure nei commenti…gli articoli migliori e più utili sono scaturiti dalla collaborazione tra tutti i lettori, un fenomeno tanto affascinante quanto entusiasmante!

Massimo Cappanera

Uomo. Marito. Padre. Mi occupo di comunicazione sul web e marketing per professionisti e piccole aziende. Copywriter per passione e narratore di aneddoti per diletto. Fedele al motto "Verba volant, scripta manent, internet docet".

157 commenti

Clicca qui per commentare

Scrivi qui cosa ne pensi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Salve , avrei bisogno di un consiglio . Ho conosciuto una ragazza su una chat e ci scriviamo da una settimana però oggi mi chiesto una somma in denaro , quindi mi sono insospettito , mi ha chiesto 200 euro per la connessione internet nel suo paese Abdijan in Costa d’Avorio , il nome di questa persona è Justine Fontaine , vorrei sapere se qualcuno mi può dare un consiglio oppure più informazioni su questa persona . Grazie

  • Aiuto mia madre è stata raggirata e non riesco a farla rinsanire ha già mandato tutti i risparmi!la truffa è quella del soldato americano che ti deve spedire un pacco e poi viene fermato alla dogana etc etc..soldato ferito che è follemente innamorato…mio padre non sa nulla è su un letto di ospedale!inutile andare dai carabinieri anche se abbiamo tutte le.conversazioni e i bonifici fatti alla transglobal???come possiamo almeno fermarla dam chiedere soldi.in giro??lei ci crede ancora.e gli ha detto che nei prossimi giorni tornerà dall afganistan!!!!aiutatemi non so più come convincerla!

  • Ciao Massimo! Grazie per tutte le info date.
    Io ho messo in vendita un mio quadro… subito ho ricevuto richieste…(tra cui una nota truffatrice Boyer05sabrina) però ancora non rispondo perché tutte mi chiedono di rispondere ad un altro indirizzo mail che allegano alla fine… non so se è normale farlo o se c’è nell’aria possibile fregatura!

  • Buona sera Massimo,
    penso di avere subito una truffa a meta’, perchè , fortunatamente , essendomi insospettito della continua richiesta di soldi per sbloccare presunti codici, ho interrotto subito chiedendo la restituzione (675 euro) ma invano, naturalmente.
    Mi riprometto di raccontare nei dettagli la storia affinche’ altre persone non vengano raggirate. Intanto volevo chiederti (ma anche alle persone che leggeranno questa mia) se ti dicono qualcosa questi nominativi : Natalia Anna ALBERICO, Gerard DOMINATI e Mahfouz IMOROU tutti personaggi complici nella truffa consumata nei miei confronti.
    In attesa di tue, un cordiale saluto. Gavino Porcu

    • Ciao Gavino, mi spiace intanto per i 675 euro :( Purtroppo sono così tanti i truffatori che per trovarne uno citato si fa prima con Google, dato che spunterebbe la pagina corretta anche solo fosse stati scritti nei commenti. Se puoi contribuire con un racconto anche tu, così da evitare la stessa sorte agli altri, sei il benvenuto!

    • Classico e-commerce truffa, si. Ha tutti i crismi (niente partita IVA, traduzioni strane, prezzi stra-mega-gonfiati etc etc) e mi sa che lo userò come esempio per un articolo. Stanne alla larga!

      • Buongiorno, grazie e questi articoli non sono stata truffata proprio ieri, sempre questi prestiti online, molto carina la signora di nome Angela Aurelia Mastro, che nei giorni di capo d’anno ci ha chiesto l’amicizia su fcb, asegnandoci dei pristiti, ieri ho deciso di chiedere informazione, mi hanno indirizato su una mail privata e subito mi mandano il modulo per la richiesta (quindi ero gia aprovata). quando mi dice che devo mandarle €100 per l’apertura pratica ed che ci sarebbero dei costi per altre cose. penso subito a tutto quello che leggo e mi rifiuto di mandarle il documento gia compilato, ad un tratto la chat con la gentile signora Angela e sparita. Ma poi la procedura e la stessa che quella letta a inizio chat. volevo soltanto ringraziarvi. il mio italiano non e perfetto, sono cubana, cercavo il prestito per aprirme la mia agenzia di viaggio, e stato il mio lavoro per 9 anni, fino ad ottobre che non mi hanno rinovato il contratto. pecato di questi bastardi che si approffitano delle persone. vi lascio le prove se vi servono di aiuto.

        CHAT
        gonsalex sandros – de: [email protected]

        ciao
        como te va ?

        Ciao. Tutto bene grazie

        Ho ricevuto la mail
        Mi sto aprendo la partita iva come agenzia di viaggio online. E stato il mio lavoro per 9 anni fino ad ottobre scorso che sono rimasta a casa senza lavoro. Quindi voglio mettermi in propio
        Di conseguenza mi servono soldi

        OK, ti capisco
        Quindi per favore compila il modulo che ti ho inviato in modo da poter preparare il tuo file di prestito
        Quanto hai bisogno per il prestito?

        Non lo so
        Tutto depende di come siano le condizione per il rimborso
        Per che non posso chiedere un prestito ed usarlo per pagare le rate
        Voglio capire i tempi come sono,
        Di quanto sono le rate e per quanto tempo

        Sì, devi dire l’importo esatto di cui hai bisogno e il tuo tempo di rimborso
        In modo che posso dirti quanto sarebbe il tuo pagamento mensile

        15 milla

        Per quanto tempo rimborserai?

        non lo so
        ditemi voi

        5 anni va bene ?

        quanto sarebbe al mese
        fino a quanto si puo chiedere

        dovrai pagare 262,92 euro al mese

        una rata troppo alta per una che sta aprendo una attivita
        sono quasi 300€

        si si

        se io chiedese 20 milla, pagando 150€ al mese, quanti anni sarebbero
        quanto in realtad devo dare a voi

        Impostazioni di credito:
        Importo del prestito: 20000 euro
        Durata del prestito: 180 mesi
        Tasso di credito annuale: 2%
        Inizio del credito: 4/2018
        Rata mensile del credito: 128,70 euro

        questo sarebbe ottimo
        come pagamento, come tempi

        Ora devi prima compilare le informazioni
        compilare il modulo vuol dire che lo sto gia chiedendo, ho va avalutazione ?
        devi completare in modo che io possa stabilire il tuo record
        Depositare in banca
        ma avrai delle spese da pagare

        spese in che senzo

        Dovrai pagare le spese del file
        Prima che la mia banca ti serva i fondi

        e di quanto sarebbe la spesa

        la quota di iscrizione è di 100 euro

        quindi io vi devo dare 100€ per la iscrizione piu altri per una cosa che non so come va a finire
        a sto punto devo attimino valutare la richiesta
        non ho mai visto chiedere un prestito e dover pagare per qualcosa
        anche per che non mi avete ancora dato nulla che io deva pagare
        🤔

        Sì, ti ricordo che questa è l’unica spesa
        quindi se il prestito è urgente per te
        puoi compilare rapidamente il modulo e stabilirò tutto per servirti i fondi
        Non abbiamo abbastanza tempo da perdere

        bhe devo informarmi
        quindi vedo un attimino e vi faccio sapere

        va bene Grz

        a lei grazie.
        a me interessa ma devo informarmi su questa cosa per che non mi avete dato nulla e mi state chiededo 100€ per la incripzione di cosa o a cosa ??
        a presto

        Signore senza i 100 euro non possiamo fare il deposito in banca
        quindi mi dispiace

        OK.. valuto e vi faccio sapere
        grazie
        ok

        MODULO PRESTITO
        Riconosco la ricevuta del vostro importo del prestito richiesto ??? euro. Sono serio e responsabile, e voglio anche persona di buon carattere e in grado di acquisire e rimborso del debito.

        Per le credenziali, si prega di compilare il modulo sottostante.

        Nome ……………………………………….

        Cognome ………………………………..

        Età ………………………………………..

        Genere ……………………………………….

        Tel FIX o PORTA …………………….

        Professione ……………………………….

        Paese di residenza …………………….

        Città……………………………………….

        Codice postale ……………………………..

        Indirizzo casa residenziale: …………………………

        Valutare le spese mensili (€): ………………?

        indirizzo di casa ……………………

        informazioni bancarie

        Nome della tua banca: ……………………….

        Titolare del conto: …………………………..

        Numero di conto: …………………………

        condizioni di prestito

        Su condizioni di credito, il primo pagamento mensile fatta 150giorni (5mesi), a seguito dell’acquisizione del finanziamento da parte del beneficiario. Il prestito sarà rimborsato con gli interessi.

        Ogni pagamento mensile sarà effettuato alla fine di ogni mese, questo consentire al beneficiario di sviluppare il loro reddito mensile.
        Il pagamento è lasciato alla vostra scelta, si dovrebbe vedere quanto è possibile
        pagare alla fine di ogni per permettere una vita pacifica.

        Abbiamo firmato un riconoscimento di debito e un contratto acquisizione di prestito.

        I termini di rimborso

        – importo del finanziamento richiesto ……………….. ??? euros

        – rate interesse …………………………………….. 2% .

        – Il periodo di prestito …………………………………….

        – Pagamento credito mensile …………………………..

        – Il mensile totale non-assicurazione ……………………..

        – IntérêtsTotal …………………………………

        DOCUMENTAZIONE

        La prova di identità, porta obsoleto o patente di guida. Uno di questi documenti per giustificare la vostra identità.

        PS: Pregate per fornire informazioni sulla data di scadenza.
        Grazie e in attesa di informazioni per l’azione per procedere.

        Sinceramente

  • Salve, ho messo alcuni oggetti in vendita su internet (leboncoin.fr, io sono in Francia) ed in questi giorni ho ricevuto richieste per alcuni di questi articoli. Alcuni mi chiedono di rispondere sulle loro email ed a me questo già mette in sospetto. Comunque ho risposto ad un paio di questi tizi, i quali mi dicono di essere interessati e che vogliono pagare tramite Paypal, aggiungendo all’importo le spese di spedizione. Ora sto temporeggiando perché non mi fido, non sapendo in che modo potrei cadere in un tentativo di truffa. Quali potrebbero essere i pericoli in cui posso incorrere? E, in questo caso, quale sistema di pagamento invece potrebbe essere più sicuro? Mi dicono che il bonifico bancario è il più sicuro, perché non si può prelevare denaro ma solo inviare. Attendo tuoi consigli. Grazie

    • Ciao Cecilia, andiamoci così: se vogliono dialogare al di fuori del canale ufficiale (Subito, Kijiji, eBay…qualunque) allora c’è sotto qualcosa al 101%. Per conoscere pro e contro dei pagamenti online nelle loro varie forme, puoi leggere quest’altro mio articolo. In generale loro propongono pagamenti sicuri all’inizio (paypal, bonifico) per poi inventarsi storie, come “ho fatto il bonifico ma c’è da pagare una tassa per sbloccarlo”, come nella più classica delle truffe della Costa d’Avorio

      • Grazie mille, Massimo.
        Ho letto tutto e mi sono divertita nel leggere la tua contro-truffa della Costa d’Avorio. Sapessi quanti tentativi di truffa ho ricevuto da lì, per fortuna me ne sono sempre accorta in tempo. Ho appena scritto alla tizia che mi diceva di voler pagare con Paypal, dicendole che mio marito (inesistente) non vuole che io dia i dato perché non si fida e che quindi accetto pagamenti solo tramite assegno o bonifico bancario. Mi ha risposto che l’assegno non è sicuro e sul bonifico nessun commento, quindi, pazienza. Ad un altro che mi aveva scritto per un altro articolo che avevo messo in vendita, mi sono limitata a mandargli il link di un sito francese https://www.signal-arnaques.com/it/scam/view/100642 dove appena ho digitato la sua email, risulta come annuncio truffa. Nessuna risposta, ovviamente. Grazie ancora

  • Si questo è l’ultimo in fatto di originalità,,fammi sapere che ne pensi e se l’avevi sentito già..Mi spiego,,,mi sento da un mese con una ragazza russa..e già questo….doveva venire in Italia,,,a trovarmi…ma non hai soldi per visto e biglietto aereo..ma fin qui…già sentita,,ma lei o lui è andata-o oltre,,,,il fratello imbarcato dovrebbe fare da garante e spedirle i soldi tramite Western U.–ma non può spedirle a Lei..ed è qui che entro in gioco io..che dovrei fornire Banca account ed iban e naturalmente nome e cognome,,,Pazzesco…il bello è che sembra tutto reale..perché lei mi ha scritto nome e cognome del fratello, suo conto ed iban..come se realmente esistesse,,,,peccato però..alla fine la ragazza meritava—gli ho scritto..che se voleva prendevo un aereo direttamente io….ma non credo risponderà Cordiali saluti

    • Ecco Luigi, hai fatto la cosa più intelligente possibile: metterli alle corde dicendo di vedervi di persona. Scuse su scuse, spesso dieci minuti prima dell’appuntamento, dopo aver detto che hanno preso l’aereo, che stanno arrivando e via dicendo. Il trucco è dirgli che vi vedete nella sua città (senza andarci per davvero, ovvio) scegliendo un bar qualunque in centro su Google Maps…

  • Vorrei chiedere l’opinione di Massimo, riguardo la mia esperienza. Ho fatto centinaia di acquisti online e pure qualche vendita ed è tutto filato liscio come l’olio; questa volta però ho probabilmente peccato troppo di ingenuità. Ho acquistato un prodotto su subito del valore di 30 euro, staccato di circa 10 euro rispetto la media degli stessi articoli. Già mi era sorto il dubbio ma ho voluto tentare la fortuna; il ragazzo mi ha chiesto di essere pagato con paypal come amico e mi ha spedito con piego di libri (trattandosi di un videogioco). So bene che questo tipo di pagamento e di spedizione e di spedizione non sono assicurate però qualche settimana prima avevo venduto un’oggetto con le medesime modalità e per questo mi sono immedesimato. Dopo il pagamento, essendo eventualmente già stato truffato, ho iniziato a fare il finto tonto cioè non incalzando il venditore ma aspettando per vedere se si sarebbe interessato o se fosse già immediatamente sparito. Mi ha chiesto quindi lui l’indirizzo e volutamente ho tralasciato alcune informazioni. Il giorno dopo mi ha contattato lui dicendo che mancavano appunto alcuni dati e dopo averli forniti mi ha mandato un’immagine con il mio pacchetto consegnato in posta. Ho motivo di dubitare comunque di tutto ciò o esistono truffatori talmente poracci da impacchettare qualcosa, andare in posta, spedire la foto per 28 miseri euro quando potevano tirare i soldi e sparire subito?

    • Ciao Gianluca, intanto mi chiedo se alla fine ti è arrivato nulla :D Scherzi a parte, magari ti può dire di averlo spedito come piego di libri (non raccomandato) e si mette al sicuro mandando quella foto…e magari mandandola ad altri tot acquirenti ai quali ha venduto lo stesso gioco…facendo lo stesso gioco…ma qui vago ormai con la fantasia, il discorso truffe mi ha reso una specie di romanziere :D

  • Ciao Massimo, Faccio compravendita e giornalmente mi capita di imbattermi con qualcuno che vuole fare il furbetto…Ti racconto l’ultimo episodio che mi è capitato: Contatto un tizio su kijiji, per in iphone 6 e mi chiede di contattarlo su whats app, cosa che ho fatto…dopo averci accordato sul prezzo mi chiedeva una ricarica postepay di 160 euro…gli dissi che ero disposto ad acquistare solo con pagamento paypal e che ero disposto a pagare anche le commissioni, mi disse che non aveva paypal ma potevo fargli un bonifico, cosa che rifiutai categoricamente! Poi quanto gli dissi di lasciar perdere mi disse ok per il pagamento paypal ma devi inviarmeli come amici o parenti…gli risposi io pago solo con paypal e come acquirente…e da quel momento in poi non mi diede più risposta! Lo segnalai a kijiji e su whats app come truffatore…purtroppo per mancanza di tempo non lo denunciai alla polizia postale.Purtroppo spesse volte mi capitano su ebay e lì è davvero difficile capire se si tratta di gente onesta o truffaldini, io per sicurezza acquisto sempre con paypal e quanto mi capita nua situazione del genere paypal mi rimborsa fino all’ultimo centesimo. Saluti, Andrea.

  • Salve sono stato contattato da un certo cristofhe vieville di Costa d’Avorio voleva comprare una cosa che o messo su subito. Mi a chiesto i miei dati il mio indirizzo e poi Iban. Ma secondo voi possono prelevare sul mio conto i mie soldi se gli do solo Iban?

  • Buonasera, ho pagato tramite iban un truffatore per vendermi una playstation 4 attraverso il sito Kijiji.
    Dopo aver fatto il bonifico il venditore è sparito e mi ha deriso dopo avergli inviato un sms dove lo minacciavo di denuncia.

    Rivolgendomi alle autorità (polizia postale) potrò recuperare avendo iban con bonifico e conversazione su whatsapp? Grazie

  • Sono in contatto con una persona per acquistare un cellulare. Gli ho mandato il mio numero di cellulare perché mi chiami e metterci d’accordo su dove incontrarci. Mi ha risposto che preferisce stare su subito.It e che ci possiamo dare appuntamento via messaggio. Mi sembra strano, come se volesse, una volta venduto il cellularè, non essere più rintracciabile.
    Le sembra normale o devo levarsi mano.grazie per la risposta.

Ricevi i nuovi articoli via email

E' semplicissimo, gratuito e non riceverai spam. Basta inserire il tuo indirizzo e-mail e sarai sempre aggiornato sui miei nuovi post.

Unisciti a 1.177 altri iscritti