Truffe Truffe alla nigeriana & co

Ti amo ma mi servono soldi. La truffa sentimentale su Facebook.

truffa amore su facebook e skype

Se c’è una cosa che mi rimprovero è aver pubblicato questo articolo sulla spregevole truffa sentimentale su Facebook, Skype e altri social network solo ora. Sono mesi che mi frulla per la testa e aver ricevuto una ventina di email, una più struggente dell’altra, mi ha costretto moralmente a darmi una mossa.

Il caso è tanto semplice quanto spregevole: una donna viene contattata da un uomo su Facebook (ma può capitare anche il contrario). Non sapendo chi sia accetta il suo contatto e inizia uno scambio di messaggi tramite messenger (o Skype). Il tipo sembra carino, spiritoso. E’ straniero (abita in Italia ma è africano…o è sta direttamente lì…o è francese e sta per andare in Africa…o è italiano che scrive come un ubriaco…insomma, sono tanti i casi) ma è piacevole parlare con lui.

Piano piano aumenta la fiducia, diventa una bella abitudine. Sembra una persona così dinamica, così interessante e interessata…e poi è così tenero…ha avuto una delusione amorosa (o è vedovo con figlio che abita all’estero, o…insomma, ci siamo capiti) e vuole solo rifarsi una vita con una donna dolce e gentile.

Un giorno, la donna riceve un nuovo messaggio. Sospirando, visto che ormai è bello anche solo essere pensate, lo legge. E rabbrividisce.

Il tizio, che – toh, abita/è appena arrivato/sta pensando di trasferirsi in Costa d’Avorio (o altro paese “noto“…la classifica comunque è vinta dalla mitica città di Abidjan) – sta passando un brutto periodo (o è stato rapinato…o non ha i soldi per il biglietto così da poter venire in Italia…o è in ospedale a seguito di un incidente etc) e ha bisogno di soldi. Chiede di mandarglieli con Western Union o Money Gram prima possibile. C’è persino chi dice che è aumentato il prezzo della connessione internet e non potrà più scrivere se non avrà soldi per pagarla…

truffa sentimentale su facebook per donne

Che poi chi mira al jackpot: chiede di inviargli le coordinate bancarie in modo tale che un suo amico francese possa mandare alla donna del denaro (anche botte da 1500 euro), che poi lei dovrà girare sempre tramite Western Union/Money Gram al tipo. La parola “riciclaggio” ronza in testa solo a me?

Poi ci sono i truffatori più smaliziati: già al primo messaggio ti amano, ti vogliono regalare tutti i loro soldi, hanno avuto la casa distrutta da un meteorite etc. Basta questo per immaginare che bacino di potenziali vittime abbiano e come sia materialmente impossibile curarsi di ognuna di esse, preferendo sparare sul mucchio alla ricerca della persona più sensibile e vulnerabile.

Quanto letto qui sopra si applica perfettamente anche a casi opposti: uomo italiano contattato da bellissima donna (straniera, quantomeno a giudicare dalla scrittura). Lì si sfonda una porta aperta: basta mettere una foto mezza nuda o con un décolleté e 9 uomini su 10 accettano l’amicizia, aprendo la porta allo studio delle proprie passioni, delle proprie foto, delle proprie esigenze. Questo avviene sia su Facebook che su Skype, dove noto una certa frequenza crescente. Su Skype, poi, viene adottata una finezza: la foto del profilo appare sgranata ma inequivocabile

truffa sentimentale su facebook e skype

C’è chi pensa che, accettando, apparirà in alta definizione (ma non è così, per la cronaca). Da lì in poi è tutta discesa: anche (soprattutto?) gli uomini sposati possono essere stuzzicati da questa innocente (…) amicizia, magari con qualche foto più succinta, qualche confidenza… Magari dall’altra parte se ne chiedono di simili, l’uomo pensa non ci sia niente di male (tanto chissà dove abita, la moglie non verrà mai a saperlo…), manda le foto o si compromette via Skype e da lì parte il famoso ricatto: la sua dignità in cambio di soldi. Non paga? Il truffatore manderà a tutti i suoi amici su Facebook (parenti inclusi) quel materiale.

truffa sentimentale su facebook per uomini

Stop un secondo. Chiariamo una cosa importante sulla truffa sentimentale su Facebook.

Chi legge questo articolo può benissimo non capacitarsi sia possibile credere a panzane del genere. Eppure c’è chi lo fa. E non solo:

può avere davanti ogni forma di prova che lo spasimante/amico su Facebook sia un truffatore, ma continuerà a credere nella sua buonafede.

Vi ricordate il caso di Romeo? Qui la storia è ancora più spregevole, visto che si gioca sui sentimenti di persone fragili, vulnerabili, sofferenti, sensibili e/o desiderose di affetto, inducendole ad accettare quanto scritto qui sopra (e molto, molto altro) in modo automatico e crescente. Volete una testimonianza in merito da parte di una delle vittime, madre di famiglia che ha mandato migliaia di euro a un truffatore in totale buonafede e senza che il marito lo sapesse? Guardate questa intervista (Aprile 2016) de “Le Iene”.

Non serve giudicare. Nessuno può mettersi nei panni di un’altra persona che cede di fronte ad avances, che cede al fascino della speranza o che, magari dopo tanto tempo, apprezza di essere anche solo pensato.

E’ inutile bollare chi lo fa come boccalone o stupido. Si pecca d’ingenuità, ovvio, ma bisogna capire anche il perché lo si faccia. E fare in modo – parlandone al di fuori del web – che più persone possibili sappiano che tutto ciò è possibile. All’estero lo fanno da anni:

pubblicità contro le truffe online e le truffe sentimentali su Facebook

Sei così importante per lui!

Per i tuoi soldi, ovvio.

La verità è sempre la stessa:

E’ l’ignoranza (nell’accezione di “non sapere”) a spalancare le porte ai truffatori.

La voglia di essere apprezzati, pensati o semplicemente considerati porta ad essere ciechi di fronte a quella che, per un osservatore esterno, è pura evidenza.

Ho conosciuto casi di persone che non si rendevano conto che su Skype durante una videochiamata non appariva altro che un video di pochi secondi in loop dell’altra persona e che, di volta in volta, avrebbero giurato che quel sorriso che vedevano ogni tanto era reale e dedicato a loro.

Quello di donne che, pur avendo letto decine di casi uguali al proprio, erano certe che il proprio caso non fosse una truffa…o che magari lo spasimante avrà pure sbagliato in passato, ma solo perché quelle altre donne non erano giuste per lui (la psicologia ama definirla “Sindrome da crocerossina” o “Io ti salverò”).

Cosa fare di fronte a questa truffa sentimentale su Facebook o altri canali?

  1. Fermati un attimo.

    Non ti dico di tagliare subito i ponti (non lo faresti), ma almeno prendi fiato, qualunque cosa tu stia facendo. Anche se non gli rispondi per mezza giornata non cambia niente, tanto è già combinato male adesso (povero, senza connessione internet…o col conto dell’hotel da pagare), resisterà ancora per qualche ora.

  2. Rifletti

    Perché tu? Non parlo di ora, visto il rapporto che si è creato tra voi, ma dell’inizio della storia. Perché quella persona ha scelto te? Dalla foto? E’ possibile che una persona si fidi così semplicemente per un fattore estetico? Se una persona di un altro paese ti si avvicinasse mentre sei al supermercato e cercasse di approcciarsi allo stesso modo, tu come reagiresti?

  3. Indaga

    Non c’è niente di male a farlo. Prendi la foto del suo profilo (salvala sul desktop o copia direttamente l’indirizzo cliccandoci sopra col tasto destro del mouse e selezionando tale dicitura), vai su Google Immagini e clicca sull’icona a forma di macchina fotografica. Incolla l’indirizzo della foto (o trascinala dal desktop dentro il riquadro) e premi Invio. Cosa appare? La stessa foto risulta su altri siti? In questo caso il tuo contatto sta utilizzando al foto di un povero malcapitato per truffare altre persone. Anche in questo caso, se vuoi vedere come funziona questa indagine, guarda il servizio de “Le Iene” citato in precedenza. Cerca il suo nome su internet. Se ti dice che deve pagare un hotel, che è ricoverato in un ospedale, che si trova da qualche parte, cerca informazioni su tali luoghi. Molto spesso i recapiti forniti sono del tutto farlocchi (tranne i dati per la Western Union o Money Gram…strano, eh?)

  4. Stuzzica

    Immagino a questo punto tu abbia ricominciato a scrivere all’altra persona…Mettilo alla prova. Digli che ti ha contattato un’altra persona su Facebook dicendoti le stesse cose. Oppure che stai mandando tramite Western Union soldi in Costa d’Avorio perché stai vendendo su Subito.it un oggetto. Diventa subito un esperto e si mette a parlare di truffe? O è un avvocato penalista e comincia a temere che parte dei tuoi suoi soldi possa finire in tasca a qualche collega…

  5. Chiedi

    Sarai pure preoccupata per lui, no? Se ha avuto un incidente o si trova nei guai vuoi vedere come sta. Chiedigli di mandarti una foto aggiornata, una di quelle inequivocabili. Non ha lo smartphone? E come fa a chattare/mandare email?

  6. Confrontati con chi vive la stessa situazione

    L’ho messo come ultimo punto perché spesso leggere le testimonianze  durante la “fase clou” non porta altro che a rafforzare le proprie convinzioni. Vi ricordate quando frequentavate una persona famosa per le sue scappatelle, bestemmie e discutibile igiene personale ma più gli altri vi dicevano tutto ciò più voi pensavate fosse la donna/uomo della vostra vita, per poi cercare uno spigolo contro cui dare una testata una volta aperti gli occhi? Uguale, se non peggio. Il confronto con altre persone che stanno vivendo/hanno vissuto le stesse vicende è l’unica strada per uscirne prima che sia troppo tardi. Potreste non credere subito a tutto ciò che ti viene detto, ma se una persona che sta due chilometri avanti a me mi dice che c’è una trappola tra trecento metri, una tra un chilometro e una tra un chilometro e mezzo…e io andando avanti verifico che le prime due ci sono per davvero…è molto probabile che finalmente apra gli occhi e mi fermi, no?

  7. Non odiarti e pensa agli altri

    Non è il momento per piangersi addosso. Trasforma l’autocommiserazione in pura rabbia e trova in essa la forza per fare l’unica cosa che ti porterà benefici: evitare che la cosa accada ad altre persone come te. E’ il danno più grande che tu possa arrecare a questa gente. Questo comprende raccontare la tua storia sia online che offline, generando informazione…per truffe di questo tipo, è puro veleno.

Questo spazio è per te

I commenti sono a tua disposizione per raccontare, chiedere informazioni e confrontarti con altri, senza paura di giudizio (ci penso io in quel caso). Apri gli occhi, sii forte e reagisci!

Massimo Cappanera

Uomo. Marito. Padre. Consulente web e marketing per professionisti e piccole aziende. Copywriter per passione e narratore di aneddoti per diletto. Nato senza rete, cresciuto con la rete...ma ancora di pesci nemmeno l'ombra. Forse è per questo che coltivo peperoncini.

115 commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sono cose che mi danno una grande tristezza (grazie al link ho visto quel servizio delle Iene che non conoscevo su quella signora che ha trovato un falso amore sul web), anche perché questi odiosi truffatori non rischiano nulla o quasi.
    La truffa è il reato più facilmente amnistiato, ma rimane particolarmente odioso soprattutto perché “uccide” le persone nella loro auto-considerazione. Internet non fa che accrescere queste possibilità di truffa perché crea una finto distacco attraverso tastiera e monitor, che induce le persone a scoprirsi ed illudersi, cosa che farebbero molto più difficilmente nei rapporti reali.
    E queste sono particolarmente odiose perché colpiscono le persone psicologicamente più fragili, bisognose di affetto e considerazione.
    Purtroppo è un segno dei nostri tempi.
    Senza dimenticare anche le truffe legali o para-legali (banche, network marketing e multilivello) che fanno leva sull’ignoranza, sull’ingordigia e sulla mancanza di basi matematiche della gente.

    Bell’articolo molto interessante, anche per i link di approfondimento!

    • Grazie Dino, scusa se ti rispondo solo ora :)
      Mi è particolarmente piaciuta la parte legata al danno non solo materiale che la truffa porta con sé ma soprattutto quello esistenziale e legato alla considerazione che ciascuno ha di sé. E’ quello che frena molte persone dal raccontare la propria esperienza, senza sapere che – facendolo – in realtà smettono di essere tormentati da questo demone, finendo per ammaestrarlo…oltre che mettendo un bastoncino tra le ruote del truffatore di turno…

  • E’ successo anche a me, avevo quasi abboccato perché lo scammer si è spacciato per collega ed é riuscito a farmi credere che aveva preso parte ad un incontro di lavoro a cui io avevo realmente partecipato, fino alla richiesta di soldi devo ammettere che avevo abboccato. Ho conosciuto molte vittime e per vergogna non ne parlano, tuttavia parlarne è l’unico modo per evitare che ci caschino. L’ho raccontato qui: http://www.kettyincreta.it/amore-e-dintorni/1773/via-col-web-sottotitolo-leducazione-sentimentali-delle-cinquantenni.html

    • Che story Ketty, grazie per averla condivisa anche qui. E’ scritta così bene che mi sono completamente immedesimato e sono felice tu l’abbia raccontata, sottolineando anche la faccenda della vergogna e del silenzio come ennesimo favore fatto ai truffatori. Spero davvero che tanta gente avrà modo di leggerla. Grazie di cuore!
      (e…brava!)

    • Bellissima storia e ammiro anche la tua sagacia nel capire in tempo la truffa!
      Comunque non sono d’accordo con il finale: l’amore esiste eccome, ma spesso è difficile da trovare e da apprezzare ed a volte siamo noi stessi a non volerlo riconoscere!

        • Grazie, ma non si tratta di disfattismo o pessimismo, ma solo di autoironia! I truffatori sono diventati molto abili, non scrivono più mail sgrammaticate e curano le vittime per parecchio tempo e fanno in modo che tu possa fidarti di loro prima di chiedere soldi. Pare che dietro ci siano vere e proprie organizzazioni criminali e che addirittura usino questo sistema per finanziare attentati terroristici.
          A me è andata bene perché ho un minimo di bagaglio culturale che mi ha consentito di non caderci, ma ho saputo di parecchie truffe andate a buon fine e purtroppo anche a donne molto povere che si sono indebitate e alcune anche disabili. Pertanto parlarne o scriverne rende la vita più difficile ai malfattori. A Torino una donna truffata ha costituito un’associazione per aiutare le vittime, si chiama ACTA (associazione contro le truffe affettive).

    • Scusa se te lo chiedo,ma la tua storia assomiglia molto a quella che sto vivendo adesso,vedovo con bambina,non ho riscontri su google delle foto che mi ha inviato,ti è rimasta ancora qualcuna?

      • Si le foto le ho tenute per ricordo, ma il tizio della foto con molta probabilita’ non sa nemmeno che usano il suo volto per ingannare altrettantr donne e dalle informazioni che abbiamo, ci risulta che siano bande di truffatori seriali che colpiscono nel mucchio usando immagini altrui per costruirsi un’identita’ affascinante.

  • Ciao una persona a me molto cara ha avuto a che fare con questi soggetti. Parole d’amore promesse di invio di denaro e poi lui che deve andare in costa d’avorio a vendere i suoi possedimenti ma ha un incidente. Servono soldi x tt perché è partito solo con i contanti. Lui tale Pierre Dela. Il suo complice un certo poliziotto della guardia di sicurezza francese. Certo Michel. La mia cara amica 74 anni ha inviato migliaia di euro..sempre su moneygram. Sempre con la promessa di riavere indietro più soldi. Lui che invia carte della banca della costa d’avorio dove dice che ha caricato 380.000 ,00 euro..ma non può essere.
    Io sono basita. Illudere così una persona mettendola sul lastrico..e lei ancora crede in lui..che posso fare? Ho la foto del suo documento di identità e passaporto. Mi serve un consiglio. Lui è di evry.ma l’indirizzo fornito mi porta a un ospedale.. aiuto

    • Cara Giorgia, sono basito io, figuriamoci tu…Il problema sorge quando si va oltre, finendo come il famoso signor Romeo…leggi qui l’articolo che ho scritto, ne do anche un’interpretazione psicologica che credo proprio sia decisamente attinente a quello della tua amica. In questi casi c’è poco da fare se non un’azione di forza (chiamiamola così) visto che ormai si è superato un punto in cui ammettere a sé stessi che è tutto un imbroglio farebbe ancora più male che illudersi possa esserci ancora del buono in quel Pierre. Immagino pure come possa stare tu in balia di questi eventi, dev’essere molto dura :(

  • Buona sera . Avendo dei dubbi su una ragazza con cui mi scrivo su Facebook ho cercato notizie trovando questo articolo. Mi scrivo da 3 settimane e videochiamate . Credo possa trattarsi di questo tipo di truffa perché lei e sola con un figlio e oggi partiva in Africa per prendere un eredità . Ha iniziato a scrivere con un profilo poi sparito e continuato con un altro sempre a nome suo . Usando foto che apparentemente sembrano di lei . Uso il Cel ho fatto un controllo sul numero con Facebook e mi appare un altra persona che non usa quel profilo . Non sono sicuro al 100% ma preferisco scrivere qui il suo nome in caso altri siano in contatto con questa persona . Fabienne tellier . Grazie maurizio

    • Caro Maurizio, buon per te ti siano sorti dubbi…Diciamo che l’aspetto più critico della questione è proprio farseli sorgere, visto che questo genera in noi altri tipi di sentimenti, dalla rabbia (spesso verso sè stessi) alla vergogna, quindi in tanti si mettono sugli occhi le famose fette di prosciutto. Il precedente profilo sarà sparito visto che l’avrà compromesso in qualche modo, tanto a farne uno nuovo non ci si sta niente…molti dicono di aver perso la password (!), altri che gli è stato hackerato…ma sono tutte scuse. Poi con la partenza verso l’Africa aspettala (o aspettalo, nella realtà è un uomo) al varco con una richiesta di denaro per problemi burocratici (tanto una volta che ha preso l’eredità ti manda il doppio…come no), di volo (visto scaduto), di salute (incidente) o qualunque altro tipo. A quel punto preparati una pernacchia, ti servirà. Scusa se sono stato un po’ brusco e dissacrante, ma non accetto che tanta brava gente venga presa così in giro senza che si rialzi e li mandi dove meritano. No, non in Africa.

  • Grazie caro Massimo, purtroppo io ci sono cascata, ho gia amicizia e tutto, ma ho paura perchè ha foto mie, diciamo un pò osè, non vorrei fossero divulgate in rete, cosa posso fare? grazie per il tuo eventuale consiglio, ha anche la mia email, purtroppo!!!!

    • Cara Antonella, mettiamola così…continuare non ti assicura che quelle foto non facciano una brutta fine…ANZI ne aumenta le possibilità, visto che è presumibile che più ti considererà “legata” a lui, più penserà a cosa poter fare con quel materiale…Per la serie: se sparisci, a chi le manda le foto? Nel senso, quella è roba che funge da ricatto solo se esiste la persona da ricattare, altrimenti sono semplici foto osé come ne esistono a miliardi su internet. Con la tua email non ci può fare nulla, né tantomeno ha interesse…cercano prede facili, non ha senso sbattersi troppo. Forza!

  • caro massimo grazie per la tua risposta, il fatto è che continua a chiamare, naturalmente non rispondo, lui ha il mio numero di cellulare, e non ha mai nascosto il numero da cui mi chiamava, e ieri mi ha chiamato attraverso whatsapp evidenziando una foto che non era quella del profilo di cui si è servito. ho anche un numero di cellulare dal quale ricevo messaggi dalla sua pseudo figlia di dieci anni. Vorrei poter riuscire a informare il mal capitato di cui ha rubato le foto che mi ha mandato, è davvero triste che qualcuno riesca a fare tutto ciò senza che nessuno si accorga di quello che sta succedendo!!! Grazie!! un caro saluto!!

  • Buonasera, nel caso in cui il truffatore abbia delle foto tue compromettenti cosa bisogna fare? Grazie

    • L’ovvio pensiero è “ho paura le diffonda, quindi sto al suo gioco”. Errore. Più ci stai, più gli dai potere e ovviamente aumenta la paura le diffonda. Un circolo vizioso apparentemente senza fine. L’altro giorno ho letto il commento di una persona su Facebook che ho ammirato tantissimo: raccontava per sommi capi cos’era successo, come era caduto nella tentazione di quella bella donna che l’aveva contattato al punto da svestirsi in videochat e così via. Rivelando tutto ciò con cui cui il truffatore poteva ricattarlo alle stesse persone verso cui questi minacciava di diffondere quel video compromettente, automaticamente ha ottenuto due cose: a) il sostegno della gente che lo conosceva e b) la totale sconfitta dell’avversario, che non aveva più modo di fare presa con lui…

    • Nei numerosi casi che sto seguendo nell’associazione ACTA “associazione contro le truffe affettive” non è mai capitato che usassero le foto cosiddette compromettenti per denigrare la vittima. Non è un uomo solo ma sono organizzazioni che fanno questo tipo di truffe e non gli importa nulla di rovinarti la reputazione, tu per loro sei solo un bancomat da cui prelevare. Al massimo useranno le tue foto fingendosi una donna per truffare altrettanti uomini come hanno tentato di fare con te!

  • Sono esattamente due mesi , che un fascinoso Fabrice Ducald diAuvillar ma per il momento in Costa d’ Avorio, m’ intrattiene per alcune ore tutti i giorni. Per sua sfortuna pero’, fin dalla’ inizio mi sono documentata e’ ho trovato questo sito.Grazie…ora mi diverto un po’ io.

  • Buona sera a tutti e sappiate, di essere stati immensamente utili a sciogliere i miei dubbi.
    Anche a me è capitata identica cosa, in realtà siamo in trattativa, nel senso che lui, “l’uomo dei miei sogni”, si trova in ospedale in Costa D’Avorio, dopo essere stato aggredito….e siamo al punto in cui si vergogna e non sa come chiedermelo…
    La storia è più o meno la stessa, solo che io pur continuando a chattare con lui, non ho mai creduto in lui…era davvero troppo, troppo bello,troppo sensibile, troppo ecco e citando “Pretty Woman” -solo a quella granculo di Cenerentola è capitato, ed io non sono neanche bella come lei, piacente si ma non da attirare un uomo così…ed è stato esattamente questo ad insospettirmi….perchè io?
    E’ vero che è molto piacevole sentirsi importante ed amata, ma i segnali vanno letti ed erano chiarissimi…il bellissimo Terenzio Manna, ha un profilo FB, senza nessun amico, a dir poco impossibile. Mi manda foto su messenger della sua casa, arredata con gusto prettamente femminile, 3 camere da letto rosa, 2 bagni, ingresso, cucina una villetta in Francia bellissima, la foto della sua auto bianca sportiva e poi decine di sue foto….bellissimo. Ovviamente dopo 24 ore che ci conosciamo mi mostra la foto di un testamento a suo nome di ben Diecimilioni di euro, chi non lo farebbe….il pover uomo, solo nello spirito, è solo al mondo, non ha parenti o amici, ma ormai a me, che sono la donna della sua vita….ad Agosto partiremo insieme per una vacanza indimenticabile che pagherà lui….e per fine Luglio ci incontreremo perchè il suo desiderio è troppo forte….ma se vengo io da te? nella tua bella villa? La risposta è ovvia devo lavorare, non voglio lasciarti sola, aspetta un paio di settimane e vivremo il nostro sogno. Inizialmente per lavoro, poi non si capisce bene perchè deve andare ad Abidjan e mentre e lì subisce un aggressione e lo rapinano di 5 mila euro mentre va in farmacia, chi non va in giro con una cifra del genere per andare in farmacia…mi manda foto di un pseudo intervento alla gamba, in sala operatoria c’è il fotografo ufficiale e poi prima della gamba destra ferita ed infine di quella sinistra fasciata……..
    Vi prego attente i segnali ci sono tutti, chatta in francese, inglese o italiano,un pò sgangherato….non risponde mai alle domande in modo diretto a meno che non insisti fortemente e anche li rigira il discorso comunque a suo piacimento…..è sempre in linea su skype non con te,quando è con te non puoi sentirlo, perchè contemporaneamente chatta con altre donne ed i messaggi sono dei copia incolla, la stanza da cui chatta, non è nessuna delle camere viste in fotografia……Se dovesse capitare che un uomo si innamora anche via web…non potrebbe attendere giorni, settimane…attenzione e spero vengano presi

  • Salve a tutti. Io non sono caduta nella trappola, ma vi racconto cosa mi è successo, a conferma di quanto già detto. Qualche mese fa sono stata contattata da un certo Jerome Bouchet ,residente nei pressi di Parigi, uomo attraente, single, con una bambina. Abbiamo cominciato a parlare del più e del meno; il suo francese era alquanto sgrammaticato, le sue risposte evasive , ma lasciava intendere di essere benestante e, ovviamente, molto molto interessato a me. Ma , poveretto, avrebbe dovuto recarsi d’urgenza in (Indovinate un po’) Costa d’Avorio per occuparsi della nonna in fin di vita.Solo che,una volta arrivato, si accorge di avere scordato la carta di credito e quindi…povera nonnina… Non vi racconto nei dettagli tutte le fandonie che mi ha propinato per arrivare, come avevo previsto, a chiedermi soldi. La mia risposta è stato un gentile invito ad andare a fanculo ( scusate ma è quello che gli ho detto ). L’invito è stato ricambiato e… fine della storia con conseguente rimozione dalla lista dei contatti ; a titolo informativo ,lui è ancora presente su fb.
    Circa 15 giorni fa vengo contattata da Lupin Raymond, Marsiglia, uomo molto attraente, vedovo, con un unico figlio residente in Cina, un lavoro che gli permette di far fronte ad ogni esigenza e tanta solitudine da colmare. Dai dialoghi intrapresi emerge una figura molto dolce, estremamente sensibile, un livello culturale medio/alto, un interesse per me che definirei travolgente,ma….c’era un lievissimo alone di mistero.Comunque, coincidenze della vita, doveva recarsi…..si, avete indovinato , ad Abidjan in Costa d’Avorio ( ma tutti lì ?) per lavoro. Arrivato bene, hotel confortevole, buoni colleghi di lavoro. Ma, dopo un silenzio di quasi 24 ore vengo contattata dal medico di una clinica dove il buon Raymond è stato ricoverato per avere subito un’aggressione. L’esimio dottore ( che ha tempo di stare un’ora a parlare con me ) mi informa della necessità di un intervento chirurgico, ovviamente a pagamento , per salvare la vita del buon uomo. Ancora una volta la mia risposta è un bel vaffa. Non ho ancora rimosso il signor Raymond dalla lista dei contatti. Sono in attesa di vedere se mi contatterà ancora. vi farò sapere.
    Confesso che , dopo un’iniziale delusione, con queste storie mi sto quasi divertendo. Il prossimo che mi contatterà, se succederà, me lo lavorerò per bene fino a portarlo allo sfinimento, e vi racconterò. Intanto grazie per l’informazione che state facendo e ….donne…mi raccomando: occhio al fascino dei francesi ! ciao ciao .

    • Grande Maria! :D Un commento delizioso, come anche le tue risposte ai truffatori (si, lo sono!). Guarda, ti auguro di trovarne un terzo a questo punto…Io però non sono da meno, tra poco pubblicherò la storia dell’estate in cui ho fatto ammattire addirittura un reverendo ;)

      • Dopo il mio vaffa al medico, il Raymond ha ripreso conoscenza, ma evidentemente non aveva chiaro il significato di quanto da me scritto, e mi ha mandato il seguente messaggio:

        Mar 20:34
        Comment est ce que tu vas , j’ai ouvert les yeux mais je suis tres mal actuellement et je dois me fais operer tres vite sinon je vais perdre la vie je te demande de m’aider a payer les frais de l’operation si je rentre en france je vais te rembourser
        Je jure sur ma vie que je vais te rembourser ton argent une fois que je serai guerrir pardon
        Repond moi pardon il faut que je me repose
        Fine della conversazione in chat
        Ecco , fine, rimozione dai contatti ( ma lui è ancora in fb) e fine. Son qua che me la rido!!!

    • Bravissima! Sei un mito!
      Al prossimo che ti contatta, potresti giocare d’anticipo, facendo finta di avere dei casini e chiedendo a lui di mandarti dei soldi :)

  • Credo di essere stata contattata per una truffa simile, mi ha contattato e mi ha chiesto l amicizia ha un nome e cognome francese, poi mi dice che si è innamorato, che gli mandi delle foto. Che vuole vivere con me, che è vedovo e che io devo divorziare da mio marito.poi inizia a dire che lui ha lavorato in costa d avorio, che ora è lì, che ha un conto bloccato e che vuole versarlo tutto sul mio conto e mi manda anche foto del conto. Io rispondo che non voglio nulla, poi mi dice che se l aiuto a sbloccarlo quindi prestandogli dei soldi mi da il 25% del montante. Io rispondo che non ho soldi e non posso aiutarlo, poi continua e mi dice che per sbloccare il conto deve pagare dei soldi che gli invia un amico dalla Francia, ma non può riceverli perché ha il conto bloccato e allora se io do il mio Iban li invia a me e dopo io passerò a lui e su una cifra di 10000 euro lui mi lascia in regalo 3000. Io rispondo che non posso farli transitare nel mio conto e che non posso nemmeno aprirne un altro. Ora ho provato a rispondere se vuole versarli nel conto di un amico vediamo cosa risponde.

  • Buonasera…
    Ho ricevuto una richiesta di amicizia su Facebook un paio di giorni fa… ho accettato e è iniziata la conversazione…
    Lui è naturalmente un Italo-francese che momentaneamente è in Marocco x lavoro…
    Vedovo, padre di 2 gemelli è alla ricerca dell’anima gemella ( che ha trovato in me chiaramente)… solo che la sera dopo la nostra prima chiacchierata un altro francese vedovo mi chiede l’amicizia e mi parla usando le stesse identiche parole e frasi del primo…:-)
    Al secondo ho detto subito che il suo profilo era falso e mi ha bloccata ma il nome lo ricordo… un certo Michelle Dupon…
    Col primo, che di nome fa Patrick Plazza, invece ci sto ancora parlando… aspetto che “entri in ospedale” o debba saldare il conto dell’hotel dove alloggia attualmente a Casablanca…
    Comunque devo dire che sono molto abili… questo mi manda le foto con i suoi bambini dal ristorante, dalla gelateria ecc ecc…
    È veramente difficile capire che è una truffa…
    Dovremmo comunque fare ascolto al nostro sesto senso, a quella strana sensazione che ci viene subito…
    Peccato perché era pure molto carino! :-)

    • Beh, fallo pure brutto ;)
      Grazie Virgy, ogni commento soprattutto a questo articolo mi rende felice perché fa crollare, crepa dopo crepa, l’omertà che spesso c’è nel parlarne per via della tematica e delle speranze di ognuno. Sei stata molto chiara e con tutti questi dettagli sono sicuro aiuterai tante altre persone. Grazie!

    • A questi figuri interessano solo i tuoi soldi, quindi va a vedere il suo bluff. Digli di pubblicarle pure e che non t’importa dato che i tuoi amici conoscono già la vicenda e la polizia sta già indagando su di lui. Vedrai che scompare e comunque se ti contatta ancora non rispondergli più.

      • Assolutamente d’accordo. Andiamoci per logica: lui pubblica le foto…che ci guadagna? Tu mica paghi, no? Tanto il danno è fatto. Quindi è un bluff gigantesco. Fai come suggerito da Dino e vedi come scappa :)

        • Grazie, già gli avevo detto prima che mi ricattasse che l amico che in quel momento era con me lavorava alla polizia, ma ha continuato lo stesso, comunque per fortuna non sono foto scabrose perchè quelle con il mio volto sono vestita, e quelle dove si vede qualche parte nuda, non sono mie ma di un’ amica. il messaggio me l ha mandato da un altro account, io ho letto, mi ha detto che avevo tempo 72 ore per contrattare e dopo sarebbero state messe su tutte le tv e invioate a mio marito. a parte che non sa chi è mio marito almeno che non abbia guardato le foto che mio marito ha pubblicato sulla sua bacheca perchè io non ho foto sue; l email dal nuovo account l ho solo letta e non gli ho risposto ho cancellato direttamente e ho cambiato la privacy di facebook, perchè con l altro account l avevo già bloccato. ho anche segnalato a facebook i due account per la rimozione. ho anche scritto nella mia bacheca che sono stata intaccata da un virus e di non aprire messaggi di altre persone dove comparisse il mio nome. ho fatto bene? devo preoccuparmi?
          Grazie e scrivo anche il nome del contatto per evitare che altre donne ci caschino, visto che per fortuna io non ho pagato nulla; jean-paul stegel. ho fatto un errore, mi sono fregata d asola perchè dalla foto sembrava un mio vecchio amico che aveva un nome simile.

  • Stessa storia, stessa prassi, bellissimo, vedovo, innamoratissimo, va il Costa D’Avorio per affari, ma, vedi un pò resta senza soldi!!! lui, è Jean Batise Dupont! Sarebbe il caso di avvisare le altre sue poche amiche mal capitate, che ne dite?

  • Me ne sono arrivate parecchie su FB… forse perché ho una foto in cui sono con un coniglietto in braccio e pensano sia un ingenuo. Pur esseno single non credo nell’amore virtuale… dò loro confidenza per un po’, poi chiedo loro se hanno problemi con banche in Africa… e spariscono. Insomma, loro non lo sanno ma per me sono solo un banale divertimento. A parte il fatto che non darei mai soldi a qualcuno che non conosco di persona.

  • Sono in contatto con una ragazza francese da qualche giorno ieri e partita per la costa d’avorio dopo che è arrivata mi ha chiamato con un sacco di belle parole poi ci siamo visti anche con video cam e diceva se potessi mandare un po di in attesa che la di quel posto non poteva prelevare in dovevo passare 5 giorni che poi me li restituita lei si chiama Caroline picardie cosa devo fare.

    • Beh Giorgio, considerando che Caroline è un uomo e che hai già mangiato la foglia, scegli tu se continuare a farGLI perdere tempo, inventandoti robe, illudendoLO e così via oppure prenderLO in contropiede dicendo che vai tu da lei…cioè lui…nel primo caso, con la perdita di tempo eviti che altra gente nel frattempo venga truffata. Poi ovviamente sarebbe fantastico se ne parlassi in giro, fuori dalla rete dico, poca gente sa di queste truffe ahimè…Intanto ti ringrazio per il commento e il tuo contributo, l’ho apprezzato molto.

    • Dille che hai dei dubbi e vuoi essere sicuro che sia tutto vero. Che ti faccia un piccolo versamento anche solo di 10 o 20 euro per verificare che sia tutto a posto e che poi tu le manderai i soldi che le servono. Vedrai protesterà per un po’ e poi sparirà. Ho fatto lo stesso con lo pseudo-prete e l’eredità di un altro articolo di Massimo ed è andata esattamente così.

  • Dopo essere stato truffato su internet 15 anni fà quando vivevo in UK, sono diventato più attento al mondo di internet e tutte le sue possibili truffe. In questo caso , ho aiutato il mio amico sessantenne a non farsi fregare dalla signora inglese conosciuta on line.
    In breve, loro per giorni si scambiano messaggi, lei dice di essere inglese e usa il traduttore per parlare con lui, il mio amico mi chiede aiuto perché vuole parlare con lei…. Io conoscendo l’ inglese telefono alla signora, lei aveva lasciato il numero con prefisso inglese, pertanto sembrava tutto molto possibile, le ho parlato, lei aveva un tono molto basso, pertanto non sono riuscito bene a capire l’ accento, cmq come detto, la cosa sembra essere quasi normale, la foto non era neanche della solita gnocca ma di una signora di CA 45/50 anni. Sino a quando la signora le manda una mail chiedendo a lui l’ indirizzo esatto di dove abita, perché lei voleva mandare una cosa a lui.. Lui chiede a me cosa ne penso, io comincio a sospettare, ma gli dico di darle l’ indirizzo per vedere cosa avrebbe fatto la signora. Il giorno dopo lei gli scrive di avergli mandato un pacco con un Rolex un tablet ,iphone e un buono di oltre 10 mila euro. Ovviamente qui capiamo che è una truffa, ma come fa a chiedere i soldi, beh lei da il tracking number della spedizione, con il link di un fantomatico corriere, Ok tutto sembra funzionare sul sito in effetti viene fuori chi ha spedito e chi deve ricevere. Ma fanno il primo errore, il pacco che parte dall ‘Inghilterra dovrà passare anche dall’ Africa…. Allora mi metto a controllare questo sito e capisco che è una grande SOLA!!! qualcosa con il nome GLOBAL AIR FREIGHT…. Arriva dopo un giorno la mail da questo corriere dicendo che il pacco è bloccato in Africa Malesia, e ci vogliono 875 € per sbloccare il tutto, i soldi devono essere spediti tramite western union, Dico al mio amico di dire alla signora che assolutamente lui vuole mandare i soldi , ma non tramite western union , ma tramite bonifico bancario e loro mandano i dati
    BANCA NOME: HONG LEONG BANK
    Nome account: AMIEZAH BINTI MUHAMMAD MAINOR
    NUMERO DI CONTO: 05250174372
    CODICE SWIFT: HLBBMYKL
    BANCA INDIRIZZO: GROUND & 1ST FLOOR,LOT NO 1,BLOCK 35,FAJAR COMMERCIAL COMPLEX,JALAN HAJI KARIM,91000 TAWAU SABAH.
    PAESE: MALESIA
    A questo punto faccio io un falso bonifico con un falso CRO per vedere cosa avrebbero detto, Lei dopo un 5 giorni, il tempo per il ricevimento del bonifico che non arriverà mai, scrive a lui dandogli del pazzo… e interrompe ogni comunicazione.

    Dico a lui di denunciare il tutto…. ma fino adesso non lo ha fatto, non so se con i dati che i truffatori hanno fornito della banca malesiana si può risalire a loro….
    Spero di essere stato chiaro…

    • Grazie per il tuo commento Roberto, non solo l’ho apprezzato tanto (ogni storia di vita serve e ne va fatto tesoro) ma sarà utilissima a molta gente sia per capire il modus operandi dei truffatori ma anche il ragionamento che può spingere ad agire chi rischia di caderci.

  • Ho bisogno di aiuto,sono stata truffata e purtroppo ho già pagato e oggi lui mi chiede ancora soldi. È in possesso di molte foto mie,anche di me mezza nuda. Stessa storia,lui architetto francese che si trova in Costa d’Avorio con carta di credito bloccata….
    Sono disperata!! Non so cosa fare,lui ha anche il mio indirizzo di casa. Io sono sola e ho un figlio

    • Cara Gisella, come scritto nell’articolo, ti ritrovi nella situazione classica che fa capire la verità assoluta: pagare NON serve.
      Intanto con l’indirizzo non ci fa niente, tranquilla. Cosa potrebbe, del resto? E’ a migliaia km di distanza e gli interessano solo i soldi tramite ricatto o raggiro. In più non gli conviene mettere online le foto perché se per ora si tratta di un raggiro ipotetico (noi sappiamo che mente ma tecnicamente potrebbe essere una storia plausibile) diffondendo le foto violerebbe non so quante leggi di qualunque stato, quindi la polizia potrebbe muoversi (cosa che per ora non può fare). Puoi fare diverse cose per tagliare i ponti:
      a) tagliarli e basta. Bloccalo e sotterra la cosa. Proverà a disturbarti un po’, magari con chiamate se ha il numero (basta bloccarlo) o email (mettile come spam)
      b) prenderlo in contropiede: hai avuto TU un incidente, sei ricoverata bla bla…voglio vedere come ti dice di mandargli i soldi…anzi, potresti chiederglieli tu indietro per pagare chissà quale spesa, sparirebbe all’istante.
      c) fare come ha fatto un amico in una situazione simile (ricatto in chat): “beh? Diffondi pure quelle foto/video, sono un esibizionista, altrimenti mica te le mandavo!”…credici o meno, funziona! Annulli il nucleo del ricatto, ossia la paura :D
      Che ne pensi delle varie opzioni? Su, forza, averne acquisito consapevolezza è stata la parte più dura, ora tocca a te dare una spallata a questo %$£%£$£$% :)

      • io ho fatto cosi,non gli ho mai mandato soldi però, gli ho detto s elui poteva mandarmene perchè io non ne avevo, avevo la casa all’ asta e il gas chiuso, poi ho detto che anche s emetteva le foto non c’ era problema, tanto è così facile fare un foto shop che tanto nessuno ci crede che sono io, e ho avvertito i miei amici di non aprire alcun video con il mio nome perchè avrebbe trasmesso un video, poi ho detto lui che siccome io ero impossibilitata a fargli un bonifico glielo avrebbe fatto un mio amico poliziotto. altra cosa ho alzato al massimo la sicurezza sulla privacy di facebook e altri siti e ho bloccato le chiamate. infine ho avvertito anche le mie amiche di non accettare l’ amicizia di questa persona, e ho aiutato molte, perchè alcune stavano già per essere raggirate. funziona credimi.

  • Salve Massimo,
    A ME E’ SUCCESSO PROPRIO IERI!. Non l’ho superato ancora shock ( è da ieri che piango..)
    Credevo veramente di aver trovato il Principe Azzurro! (come avrei detto anche a lui al telefono)
    Da lui ho avuto le attenzioni e le parole che non avevo mai avute ne mai sentite in vita mia.
    Come faccio a pensare che tutto ciò non fossi vero?
    L’ho conosciuto tramite Messenger e da quando l’ho conosciuto, io ero sempre allegra;sembrava che avessi un feeling tremendo con lui; era puntualissimo agli appuntamenti telefonici; mi chiedeva si stavo bene e mi raccomandava di aver cura di me; si preoccupava di saper se io avessi mangiato…non mancavano mai i baci e le parole dolci: mi chiamava: o “amore o baby”.
    Diceva che lavorava e viveva a Aberdeen Scozia. Diceva di essere vedovo.
    (Io, avrei riempito la solitudine della sua vita e della sua casa ….)
    Da Aberdeen lui mi ha telefonata una volta, (ho controllato che il prefisso coincidesse con quello del posto, e ho avuto la prova che sì, che coincideva!!)
    Io, ho iniziato a farle fretta chiedendole di venire a trovarmi. Lui mi ha detto: non preoccuparti amore che adesso nel mese di ottobre vengo a trovarti e finalmente saremmo insieme. Voglio che tu diventi mia moglie…Ero al settimo celo!. Mi dici che prima di venire a trovarmi però doveva andare in Malaysia dove su padre era socio in una delle società di petrolio più grosse dal mondo. Lui sarebbe dovuto andare lì a prendere una eredità che suo papà prima di morire gli avrebbe lasciato. Fin qui tutto filava.
    Ma si come le cose belle non durano molto…arriva a casa mia un amico che conosceva la istoria.
    Egli mi dici: stai attenta Carmen che hanno fatto un programma in tv e si tratta di una truffa!
    sono rimasta pietrificata!. ma avevo quasi la certezza che il mio uomo non facessi parte dei truffatori.
    Ma in poco tempo mi sono resa conto che egli ne faceva parte e come! mi chiama per avvertirmi che stava partendo per Malaysia (Malesia). Chiedevo a lui di farmi sapere come era andato il viaggio.
    Dodici ore dopo,lui mi chiama per informami che il viaggio era andato bene!.La mattina seguente un ulteriore messaggio: “amore sto andando alla riunione con la società petrolifera, appena ho finito la riunione ti chiamo.
    Da lì in poi, per me i minuti sembravano anni!!!
    Finalmente arriva il tanto atteso messaggio: Amore tutto a posto sono 5 milioni di euro ma c’è un
    problema per prendere queste soldi devo versare i soldi delle tasse che mio padre non aveva versato.
    Sono 1000 euro, ho bisogno di te. Mandami questi soldi per favore perché io non ho abbastanza con me.
    Io, che ero stata già avvertita dal mio amico, ovviamente non gli ho mandati.
    Fino qui è arrivato il suo grande amore!. Non l’ho più sentito!!!
    Adesso sbirciando su internet me ne sono resa conto che c’è ne sono parecchie truffe di questo tipo!.
    E’ importante la divulgazione!. Grazie tante anche a voi che lo fatte già.
    un saluto,
    Carmen

    • Carissima Carmen, sono io che ringrazio te per aver trovato 1) il coraggio, la sagacia e un buon amico informato che ti hanno consentito di uscire fuori dalla trappola prima che fosse tardi e 2) il Coraggio (qui con la C maiuscola) per raccontare la tua storia a beneficio di tutti. Non hai minimamente idea di quanto sia importante farlo, sia da un punto di vista catartico (scrivere aiuta sempre ad elaborare brutte vicende) che da un punto di vista umano…Ancora troppe donne mi scrivono in privato raccontandomi la propria storia senza però trovare la forza di pubblicarla qui (anche in anonimato), ma facendo ciò fanno il gioco dei truffatori. Quindi due volte grazie da parte mia e mille volte da parte di chi ti leggerà. Silenziosamente magari, ma l’importante sarà salvarsi e, per quanto possibile, facendo informazione, salvare altri.

    • Ciao Carmen come si chiamava questo scozzese????per caso Dave Oilver? È successo anche a me 2 anni fa stessa identica storia fotocopia della tua stesse identiche parole io nn ho mandato nulla ma sono andata oltre e sono riuscita a far parlare uno di loro.Funziona così sono organizzazioni di nigeriani che vivono in malesiA uno di loro trova le vittime e manda messaggi su fb poi ti chiamano o mandano sms da un numero inglese quindi un altro a cui vengono passate tutte le informazioni sulla vittima ti telefona anzisi fa telefonare e messaggi a con numero malesiano e avanti così fino a che riescono a farsi mandare soldi poi un bel giorno spariscono.I

  • Mi è appena successa la stessa cosa per fortuna durata solo 6 giorni e mi sento una stupida.
    Il 25 settembre mi arriva una richiesta d amicizia da un certo frèdèrick mandes dalla francia precisamente da tolosa che guarda un pò li per li non ci faccio caso che non è scritto in francese toulose ma in italiano
    Il proiflo c è ancora. Cè una bella foto di un bambino in piscina con i braccioli e un altra di un uomo sui 45 anni in bici con il bimbo
    Non so perchè ho accettato forse i bambini danno sicurezza boh
    Comunque accetto e non ci penso più ma non do un occhiata al profilo come faccio di solito prima di accettare, l ho fatto solo dopo
    Due giorni dopo mi arriva un sms su messanger “ciao”. Li per li non so che fare in genere non mi piace chattare e non rispondo quasi mai
    Ma la faccia del bimbo mi frega e dico ciao a mia volta perchè penso che è cosi lontano che non mi darà problemi di un eventuale incontro futuro. Sono avversa alle relazioni on line. Hanno un che di arido che non so spiegare.
    Il tipo mi risponde in un italiano un pò sgrammaticato, dice di essere un architetto di volere la mia amicizia e di voler sapere a mia volta cosa faccio
    Glielo dico e da li comincia il bombardamento mediatico strappalacrime!!
    Sembra simpatico! Poverino la moglie lo ha tradito con il suo migliore amico e lui è rimasto solo con il suo bambino ed è alla ricerca della sua dolce metà. Adesso dico così ma in quel momento ho pensato fosse vero e mi ha fatto molta simpatia.Lui non è bellissimo sembra una persona normale e ha l aria di un professionista.
    I messaggi che scrive sono senza senso e io chiedo” scusa ma non sai l italiano? Stai usando il traduttore? Perchè non si capisce niente! Lui afferma e io gli dico”scusa ma scrivi in francese che l ho studiato e qualcosa capisco.
    Lui accetta e in effetti si capisce meglio ma nella mia mente inizia ad emergere un campanello d allarme perchè per quanto io non sia francese mi dico, da alcuni errori grammaticali, che è strano che un architetto sbagli a scrivere parole semplici come “ecool” al posto di école.
    Dopo tre giorni incomincio ad indagare, sul profilo ha poche foto tutte col pargolo, nada amici.
    Faccio ricerche sul web” architetto frederick mandes tolosa”. Niente. Riprovo in francese. Idem.
    A quel punto penso di chiudere ma succede una cosa strana, comincio a sentirmi coivolta perchè i messaggi sono carini e mi fa sentire bene. Però lui non esce mai la sera e io gli chiedo perchè. Lui dice di essersi trasferito da poco li e che quindi non ha avuto il tempo di farsene altri.Manda poesie pallose, in perfetto francese però!( magari prese dal web)io a quel punto mi rompo e dico
    “si belle ma io voglio sapere qualcosa di te, i tuoi gusti,cosa ti piace e tu non vuoi sapere di me?”
    Sembra non capire e va avanti con la solita solfa,migliaia di emoticon, giuramento di eterno amore con mariage di contorno.Mette in scena anche il figlio e si confesso! Ho parlato anche con lui… Perchè alla richiesta di una mia foto da parte del papà ho risposto” sorry niente foto on line” poi l’ ha chiesto il figlio, non subito e ci sono cascata. Anch io gli ho chiesto foto, sembrava non capire poi ha capitolato e ne ha inviata una sempre con l erede. Per fortuna mi sono salvata perchè ad un certo punto volevo sentirlo e vederlo perchè non mi fidavo ma nicchiava sempre. Alla fine ho chiamato io ma non ha risposto.
    A quel punto ero incazzata nera soprattutto con me stessa. Avevo aperto gli occhi ma mi sono sentita umiliata, piena di vergogna e come ho detto prima stupida…. autostima sotto i piedi..
    Poi sono passata all’ azione e ho bloccato il profilo,cancellato conversazione e messenger, ho segnalato il profilo falso a facebook, ho tolto anche il mio account su facebook e credo di aver fatto la cosa migliore della mia vita. O
    ggi sono andata alla polizia postale per denunciare il tipo perchè non voglio che capiti anche ad altre.Almeno faranno cancellare l account. Purtroppo era troppo tardi ma ci tornerò domani anche se mi imbarazza un pò. Ma chi se ne frega mi sono perdonata, in fondo i criminali sono loro e dovranno fare i conti con la loro coscienza un giorno…
    Però sono preoccupata per le foto che ho inviato, solo il viso in effetti ma mi sento derubata di un pezzo di me ed ho paura dell uso che possono farne…
    Scusate il papiro ma volevo un pò sfogarmi e un pò far capire il modus operandi che usano con le povere malcapitate.
    Mi sono anche arrivate 4 mail strane una l ho aperta ma non ho cliccato sul link e le ho cancellate subito ma me ne sono pentita perchè volovo mostrarle alla polizia domani. Sono terrorizzata all idea che mi prosciughino il conto in banca o peggio che mi ricattino con le mie foto ritoccate e costretta a trasferirmi al polo nord
    Dove hanno preso la mia mail mi chiedo? Da facebook quando ho accettato l amicizia?
    Sempre ammesso che siano loro ad averle inviate…

    • Altro che papiro, Giovanna…che gran bel contributo il tuo…Grazie per la franchezza, per il coraggio e per aver raccontato la tua storia. Niente conto in banca prosciugato, niente fotomontaggi…semplicemente ti sei “bruciata”, nel senso che per loro non sei più spennabile. Hai fatto tutto ciò che dovevi e con questo commento hai messo la ciliegina sulla torta. Ahimè la denuncia serve a poco (se te la fanno fare) e loro lo sanno benissimo, per quello continuano. Stai tranquilla, non sentirti giù ma anzi sentiti importante perché è ciò che sei! Continua a fare informazione e salvare altre persone: è la migliore vendetta tu possa avere nei loro confronti :) E grazie ancora!

  • È successo anche a me,proprio oggi è finita,un mese e mezzo di lettere tenerissime e pensieri dolci che ogni donna,anche se in passato sposata e con qualche storia d’amore importante alle spalle vorrebbe sentirsi dire,ho vissuto un mese sospesa tra le nuvole!Senza riserve,anche perchè questo losco mondo che oggi si è imbattuto su di me non lo conoscevo per niente!confesso di avere sempre pensato che queste cose capitassero ai pensionati o alle donnette ingenue e sole(e uso apposta lo spregiativo perchè oggi mi sento così,scusate).
    Mi dice di essere italiano neĺle prime chiaccherate,ma capisco che non lo è,chiedo se mi sta prendendo in giro e mi risponde che è italiano di nascita,con mamma tedesca e che il papà è morto quando lui era piccolo e poi si sono trasferiti in Inghilterra e lui ha vissuto praticamente sempre in Inghilterra.Le dico che non c’è problema,che parlo tedesco,spagnolo e inglese pure,di scegliere con che lingua si sentiva a suo agio,poveretto…vedovo e con una dolce viglioletta di dodici anni…potevo negargli la mia comprensione?Mi racconta che viaggia molto per affari,fa contratti di appalti importanti in giro per il mondo,ma che la sua base è Bristol,dove abita la sua figliola con la tata,che sta per imbarcarsi a Dublino destinazione Cipro per comperare l’attrezzatura che servirà alla costruzione di un ponte,odia parlare di cifre,ma a me lo può dire…ha scelto l’appalto di 7,5 milioni al posto di quello da 12,solo perchè era più breve e ci saremmo visti prima…Tutto filava meravigliosamente bene,con qualche piccola contradizione che però io,avendo decisamente scelto di appendere il cervello a un chiodo,non avevo colto.Mi parlava molto della dimensione mistica del nostro incontro,certamente deciso da Dio.
    L’altro ieri la catastrofe,lui nel porto di Chipro,i pirati che assaltano una nave partita prima di loro,morto il capitano,sangue,spari,ostaggi,lui con uno safe pieno di soldi in contanti e documenti dei suoi contratti preziosi e insostituibili,amore mio,honey,tu sai che sono solo al mondo,solo di te mi fido,fammi questo immenso favore di tenere questo pacco con te fino al mio arrivo… potevo dire di no? Indirizzo,nome completo,nr di telefono,pronto.Lui aveva già pagato 8.000 euro per il trasporto,forse ci volevano pochi spiccioli per tasse nazionali che la ditta non poteva stimare prima del suo arrivo a destinazione.Due giorni angosciosi e lunghi dove non ho quasi dormito pensando alla sua sicurezza…Ieri notte mi arriva per email la bolla di consegna della”ditta di trasporto più sicura al mondo”una tale Turkiye Diplomatic Security Company,piena di timbri e molto ufficiale,peccato che,per fare in modo che due agenti di sicurezza della ditta me la consegnassero a casa ci volessero ancora 2.500 euro di tasse nazionali e IVA…per acredito bancario,terrorizata dal peso della responsabilità,in questo momento non ho la disponibilità,lo chiamo,non risponde,chiamo la ditta,non risponde,la cerco in internet,non la trovo,chiamo mia sorella,la trovo,prestami 2.500 euro COSA?!?!Siediti un attimo,e spiegami tutto dall’inizio…Si è fatta la luce…da sola,mentre parlavo e mi ascoltavo…Per finire,a caldo vi dico che queste cose,anche se siamo persone intelligenti e sveglie,possono capitare,e una cosa molto importante è non tenerci tutto dentro,entriamo in un tunel dove la realtà si confonde facilmente con la fantasia se non lo condividiamo con qualcuno.Spero di non avervi annoiato con questo lungo racconto,e anche di essere stata di aiuto a qualcuno,voi lo siete stati per me,grazie.

  • Ne sono uscita oggi, dopo 9 giorni di contatti su Skype; vorrei aggiungere un dettaglio che può sembrare ininfluente ma che mi è venuto in mente leggendo il tuo articolo. Ebbene, il mio tanto zelante ed affettuoso corteggiatore, talvolta intratteneva con la sottoscritta piacevoli telefonate…la sera, durante le chiacchierate su Skype però non avevo la possibilità di sentire la sua voce, causa assenza microfono. Il mio caso, brevemente, vede questo affascinante uomo d’affari di origine mezza serba e mezza bolognese (tutto è possibile), che è (guarda caso in Costa d’Avorio), in attesa di ritirare una grossa somma di denaro. Vi risparmio i soliti tristi e drammatici risvolti della sua vita (vedovo con due pargoli ed orfano), aspetta d’impossessarsi dei quattrini per venire in Italia dove il padre (forse in punto di morte), decide di lasciargli insieme ad una non meno prestigiosa dimora, niente popo’di meno che nel centro storico di Bologna. Ma la sua pro attività non finisce qui in quanto mi racconta di voler aprire un umile concessionaria di Porche ma non senza il mio prezioso aiuto (aiuto di cui ignoro la natura…).
    Nel mentre gli ho inviato delle foto, ormai il danno è fatto …è vero, quello che fa questa gente è deplorevole e vergognoso, approfittarsi della fragilità oltre ad un umano bisogno d’amore è terribile.
    Siate lucidi/e, dubbiosi/e, guardinghi/e ed abbiate fiducia in voi stessi, parlate con qualcuno e non abbiate vergogna.
    Un saluto
    Cri

    • Grazie Cri per il tuo racconto e per il dettaglio nient’affatto trascurabile delle conversazioni. Solo a freddo ci si rende conto di quanto anche quel momento stesso debba mettere in guardia, ma a caldo credo proprio che il “tutto è possibile” vinca a mani basse. Se potessi stampare un poster da mettere in autostrada con la tua ultima frase lo farei!

  • anche a me è successa la stessa cosa francese separato figlia 19 anni è partito guarda caso per Abidjan si occupa di sdoganamento merci per la Francia. Dopo 15 giorni mi chiama e mi dice che ha finito i soldi che ci sono problemi con la carta di credito ecc. e mi chiede 200 euro che io purtroppo incantata dalle meravigliose frasi gli mando. Ora mi ha mandato una foto con la gamba ingessata che io puntualmente ho verificato su Google e ho visto che esiste su un sito francese di fratture e mi chiede 850 euro per spese ospedaliere che ovviamente non gli manderò. Il tipo risulta su facebook con il nome di Edouardo Lambert ora ha cambiato in Edouardo Edourdo. Non risultano amici. Attendo consigli grazie!

    • Carissima Nadia, grazie di cuore per il tuo racconto, vedo che siete sempre di più a commentare questo articolo e la cosa mi riempie di gioia perché il muro mi sa che piano piano sta crollando. Consigli? Vado sul classico: pernacchia! :D Oppure per vendicarti un po’, gli fai perdere un bel po’ di tempo…Guarda cosa ha fatto il buon Umberto, per dire :D

    • Cara Nadia,mi dispiace,so bene cosa provi in questo momento…
      Sul come agire te lo sei risposta da sola.Per chiudere la faccenda se ti fa sentire meglio li mandi una bella email piena di *#×¥£€+ e li dici che altri soldi non ne vedrà,se no lasci perdere e lo cancelli da tutti i tuoi contatti.
      Lo so che è un duro colpo all’autostima,ma non ti buttare giù,pensa quanto ti ha insegnato questa esperienza,si matura su tanti aspetti della propria personalità in un colpo solo,e ti è costato solo 200€!!mettila così…ti abbraccio

      • da questa esperienza ne sono uscita molto più forte comunque il fantomatico monsieur Lambert Edouardo continua a scrivermi e francamente non sa più cosa inventarsi. Allora siamo partiti che aveva speso tutti i 1500 euro per il suo lavoro dice che in Africa Abidjan in particolare non si riesce a farsi inviare soldi da una banca francese!!!!!!! Poi mi ha fatto vedere il frigo vuoto ha fame poverino, la gamba ingessata mentre faceva sport e adesso mi implora di mandare soldi per il biglietto di ritorno in Francia. Quando gli ho chiesto garanzie mi ha mandato un passaporto senza foto e senza dati perché il suo lo stanno rinnovando (non avevo dubbi) per il momento mi diverto a vedere fino a quando resiste!

        • Il giorno che vuoi che sparisca chiedi tu dei soldi a lui e vedrai che passerà agli insulti per poi scomparire!

          • ciao la telenovela continua allora dalla gamba rotta e spese ospedaliere che non riusciva a pagare al mio secco rifiuto adesso dice di aver trovato ad Abidjan un intermediario che non gli fa pagare le spese ospedaliere quindi io penso problema risolto ma ………. ah ah vuole vedermi perché non può vivere senza di me ma poverino non ha il biglietto per tornare in Francia e in Costa d’Avorio costa tantissimo!! Altro secco e polemico rifiuto da parte mia. Ha fatto un giorno di silenzio e ieri sera mi ha mandato le solite dichiarazioni d’amore e una foto da superfusto che ho controllato sulle immagini Google ma non risulta. Cerca disperatamente di “ammorbidirmi” ma ahimè non riesce. La cosa mi sta divertendo. Alla prossima puntata.

        • fine della storia dopo avermi detto che vuole vedermi ecc… mi ha chiesto 15000 euro per sbloccare il conto della mamma deceduta. Secco rifiuto da parte mia non prima di avergli detto cosa pensavo di lui. Non l’ho più sentito!

    • Ciao. Avendo avuto diverse richieste d’amicizia femminili in cui spuntavano poi problemi economici in Africa, dalla Costa d’Avorio al Ghana, e immaginando che solo truffatori/trici vadano a chiedere soldi a sconosciuti, ti posso consigliare prima di tutto di levargli l’amicizia e poi segnalarlo all’amministrazione di FB.
      Roberto

  • Sei vittima di una truffa, non e’ un uomo ma un’organizzazione criminale che truffa in serie, sia uomini che donne, non mandare altri soldi, perdona te stessa per esserci caduta. Se vuoi parlarne cercami su fb, abbiamo costituito un’associazione per le vittime di queste truffe (acta associazione contro truffe affettive), cerchiamo di sostenere chi ci e’ caduto e ne parliamo per impedire ad altri di subire la stessa cosa!

  • Ciao, mi chiamo Marco, oggi purtroppo sono caduto anche io in una truffa.
    Una ragazza mi ha chiesto l’amicizia su facebook ed io l’ho accettata, dopo pochi istanti mi ha contattato su massenger chiedendomi il nome il mio lavoro ecc.ecc, dopo poco mi ha invitata ad una videochat dove lei si spogliata totalmente, poi mi ha chiesto di fare altrettanto ed io ci sono cascato come un pollo.
    Ora mi sta minacciando se non gli do 500 euro di divulgare il video ai miei amici su Facebook e di divulgare il video su YouTube.
    Che devo fare, devo bloccarlo su facebook ed andare alla polizia postale? che mi consigliate.

    • Ciao Marco, allora…sono solo minacce e resteranno tali. Su Youtube il video durerebbe due secondi perché certi contenuti sono vietati e bannano chi li mette. Su Facebook idem. Fai così, è un metodo usato da un amico che s’è sbarazzato in due secondi dei truffatori. Prima di bloccarlo, metodo che comunque risolve il problema, gli ha scritto “Fa pure, sono un esibizionista!” :D In pratica gli smonti ciò su cui loro premono, ossia la paura. Chiaro che sei terrorizzato, ma basta dirgli il contrario che li spiazzi e gli fai capire di non essere il pollo della situazione. Il mio mito rimane comunque quello che scrisse su Facebook ai suoi amici di essere stato ingenuo ed essere caduto in una trappola del genere per debolezza o per aver ignorato la truffa. Onesto, diretto, letale contro i truffatori. Anche in quel caso, se tu ammettere la propria debolezza diventa una prova di forza tremenda! (cosa che peraltro hai appena fatto con questo commento). Come vedi, hai tante armi a tua disposizione ma stai tranquillo di una cosa e perdona se la frase che segue potrà sembrarti offensiva perché non lo è: checché tu possa pensare, non frega a nessuno di vedere quel video :D

    • Non cedere al ricatto. Sii fermo fin dall’inizio e non discutere neanche. Non rispondere neanche una volta, come non esistesse, Sono bande di truffatori a cui interessano solo i tuoi soldi, non mostrare i tuoi video in rete,

  • Avevo dei dubbi su un sedicente uomo follemente innamorato di me dopo neanche una settimana di contatto via rete ed ho pensato di avviare una ricerca su casi affini: il mio fiuto ha funzionato. …
    Ci sono incongruenze e cose che non tornano ed io non sono più una bambina…. grazie!

    • Arrivato l’epilogo… deve partire di corsa per la Costa d’Avorio perché suo padre sta molto male… lui, il padre, ha avuto un tracollo finanziario e non può provvedere al pagamento deve provvedere lui, il sedicente innamorato, che però si ritrova lontano da casa e non può prelevare dalla sua banca perché ha problemi e non ha la catra di credito che è rimasta a Parigi … mi chiede 900€ e ha il coraggio di dirmi che la vita di suo padre dipende da me…
      Il nostro amore è così grande che io non posso non aiutarlo: dopo neanche 2 settimane?
      Impossibile ci siano così tante coincidenze… francese, vedovo, nessun amico, ha perso la madre quando aveva due anni, il padre vive in Africa ed ha avuto problemi finanziari ed adesso è gravemente malato, non ha parenti… una storia strappalacrime, se fosse vera…

  • Ciao, qualcuno ha pensato di denunciare queste cose alle Autorità? queste persone giocano con i sentimenti della gente per danaro, non si possono fermare?

    • Manuela, l’unico modo per quanto possa sembrare folle è fare informazione. Sono all’estero, la polizia scrolla le spalle dicendo che è impossibile perseguirli per ragioni di giurisdizione, collaborazione delle autorità straniere, certezza che ti abbiano truffata (!) e quant’altro…e la cosa peggiore è che i truffatori sanno tutto ciò, quindi vanno avanti tranquilli. L’unico modo per fronteggiarli è quindi mettere in guardia le persone, così da riconoscere il pericolo prima di cascarci…o scoprire di potersi salvare prima che sia troppo tardi se ci sono già dentro.

      • Ciao massimo, mi chiedevo una cosa: come fanno a fare le video chiamate? Come fanno a trasmettere video? A me il “truffatore” quando mi ha detto che era in ospedale per aver subito un’aggressione e che gli servivano i soldi per pagare le spese mi ha fatto una videochiamata e l’ho visto con la faccia gonfia…come fanno????

        • Non sono video chiamate ma animazioni di foto ( di soggetti ignari) prese da internet, solo la voce e’ in diretta ed e’ la voce del truffatore

          • Ma come fanno a fare animazioni di foto del soggetto truffato che peró aveva la faccia gonfia come se l’avessero pestato davvero?!

            • Manuela photoshop oppure e’ stata presa la foto su internet di uno che non c’entra nulla e che realmente e’ stato aggredito Ad esempio foto di cronaca su giornali pn line! Cerca su internet le interviste di Jolanda Bonino, la modalita’ della tua zruffa e simile alla sua e a quella,dimolte altre donne! Si tratta di un format collaudato che crea profitto a queste organizzazioni criminali e che funziona petche’ agisce sui sentimenti delle donne e sul nostro crocerossismo!

              • Aggiungo che basta prendere un video “x” (anche da un telegiornale, come l’intervista a uno picchiato) e usare un software di editing video per esportare tot fermo immagine ogni tot millisecondi, trasformandoli poi in un file GIF.

  • Segnalo un signore che usa il nome di Sebastian Dupuis e usa le foto di Jessie Pavelka.La storia è sempre la stessa ma io ho utilizzato la segnalazione a fb che subito rilevava che si trattava di un fb e con il riconoscimento facciale sono arrivata a scoprire a chi appartenevano le foto grazie a Pinterest.Attenzione donne prima di dare amicizia a chi non si conosce .La cosa a me è parsa sospetta da subito.

  • Sto vivendo la stessa situazione. Finora non ho mandato soldi e non ne posso inviare ma, cercando coi tuoi suggerimenti, non ho trovato nulla. Possibile?

  • Ciao,
    mi hiamo Roberta e volevo unirmi a tutti gli altri che hanno scritto su questo blog perchè le vostre testimonianze mi sono state utilissime e concordo con voi che parlarne è l’unico modo per aiutare. Da poco ho iniziato a fare web marketing per la mia attività e cercando contatti ed amicizie su fb sono incappata in quest’uomo …. notare l’micizia l’ho chiesta io tra molte altre che ho inviato …. dopo poco lui mi contatta tramite la chat di facebook, si dimostra sospettoso poichè sul mio profilo non c’è una fotografia ma un’immagine grafica e pretede una mia fotografia per accettare l’amicizia; poichè non ho nulla da nascondere ne secondi fini se non quelli apertamente dichiarati di promozione pubblicitaria gliela invio e lui accetta l’amicizia. Mi dice di essere inglese di Londra, single, 40 anni, ingegnere civile. La conversazione si svolge sempre in inglese dove io me la cavo abbastanza … inizialmente provo anche, per sondare il terreno, a scrivere qualche frase in italiano ma lui non capisce…. parliamo tranquillamente per un giorno o due ma nel frattempo, con molta classe devo riconoscerlo, lui si fa più “ammiccante”, inizia a rivolgersi a me con appellativi gentili come “dear”, poi “honey” ( e notate bene la prima volta che usa quest’ultimo nomignolo si scusa anche per averlo fatto), la cosa devo ammetterlo mi piace molto, mi faceva sentire accudita, pensata in un momento della mia vita sentimentale devo riconoscerlo non molto felice (quando dico momento a volte dimentico che dura da anni ormai …)così lo lascio fare. Dopo circa una settimana dice di volermi venire a trovare durante le vacanze di Natale e al mio stupore risponde con noncuranza che ha un buon lavoro e se lo può permettere. Poi cominciano gli “I love you”, e le frasi come “ringrazio Dio per avermi fatto incontrare una donna come te”(che ne sa poi lui di che tipo di donna sono dopo appena una settimana di messaggini in chat), “voglio venirti a trovare”, “pensavo di comprare casa in Italia così possiamo sposarci e andare a vivere insieme”…. a questo punto quel vago sospetto che già mi balenava nella mente si è ingigantito, ma devo essere onesta li per li non ho pensato ad una truffa, piuttosto temevo di aver a che fare con uno squilibrato, così ho iniziato a mettere dei freni e a divenare inquisitoria facendo molte domande; risultato il soggetto mi invia foto sue e della sua famiglia (padre, madre, sorella), e mi da qualche vaga informazione sul suo conto, come ad esempio il nome della ditta per cui lavorerebbe ma su internet tutte le mie ricerche non danno riscontri ….decido però di dargli corda per vedere dove vuole andare a parare. Mi telefona con un numero dal prefisso inglese +44 e dalle ricerche che ho fatto riscontro effettivamente che il numero risulta registrato a Londra ma di più non riesco a scoprire per le rigide norme sulla privacy in Uk, poi mi manda un messaggio da un altro numero di telefono che questa volta risulta essere americano, ma avendomi detto che la sua famiglia vive negli USA, potrebbe essere possibile che lui abbia un numero simile, così lo lascio continuare…. per circa due settimane ci sentiamo regolarmente, lui sembra molto interessato a me, mi chiede come sto, mi dice che gli manco quando passsa magari un giorno che non ci sentiamo, si informa su cosa sto facendo e se io gli chiedo cosa invece stia facendo lui mi risponde sempre o che è in ufficio o che sta semplicemente pensando a me …. poi la svolta, sta per partire, mi dice che prima andrà negli USA per firmare un non meglio specificato contratto (strano io pensavo andasse a trovare i suoi genitori) e poi di li verrà in Italia, mi chiede poi di informarmi sul costo degli appartamenti qui nella mia città perchè ha deciso di voler investire qui in Italia, gli do corda ancora una volta, spreco qualche ora del mio tempo e gli invio per e-mail schede di agenzie immobiliari con immobili in vendita secondo i parametri che mi ha dato, ce ne sono di ogni prezzo da 195.000 euro a 490.000 …. così ottengo il suo indirizzo e-mail, faccio ricerca ma l’unico riscontro che ottengo (trattandosi di un indirizzo gmail) è di scoprire che è l’indirizzo mail collegato all’occount facebook che utilizza. Il giorno seguente arriva la sua risposta, notare non per e-mail ma sempre tramite la chat di fb, gli interessano i due immobili più cari (rispettivamente 330.000 e 490.000 euro) e mi chiede cosa ne penso e quale secondo me sia il migliore (più vicino a dove lavoro …. lascando intendere che sia per me …. per andarci a vivere insieme), io indico il meno caro, lui mi risponde poco convinto che prenderà la sua decisione una volta arrivato qui, ma che ora ha poco tempo, deve partire per gli USA e mi manderà tramite corriere il denero (550.000 sterline notare !!!!) insieme ad un regalo …. a questo punto benchè non fossi ancora al corrente delle dinamiche esatte di queste truffe mi è parso chiaro che le cose proprio non quadrassero …. ma chi è che manda una simile somma ad una persona praticamente sconosciuta? Tramite corriere poi !!!!!! Per ora mi sono limitata a rispondere che mi spiace molto ma non potrei pagare eventuali spese per ritirare la spedizione sperando che fosse sufficente per far perdere interesse al soggetto poi ho iniziato a fare ricerche e vi ho trovati; dopo aver letto le vostre testimonianze ho deciso di aggiungere la mia …. anche se lo ammetto vorrei poter fare di più, incastrare che c’è dietro a tutto questo e soprattutto avvertire la persona di cui stanno usando le fotografie dell’abuso che sta subendo, ma nonostante molte ricerche non sono riuscita a capire a chi appartengano …. scusate mi sono dilungata parecchio ma ritengo sia importante spiegare bene le varie fasi per far si che chi legge come me in qualsiasi punto della truffa si trovi possa riconoscersi e stare allerta ! Un messaggio per Ketty: anche io vivo in Piemonte e per quanto possibile vorrei collaborare con l’associazione di cui parlavi per aiutare il più possibile !!!!!

Tweet recenti

Nuovi articoli via email

Se vuoi ricevere via e-mail le notifiche di nuovi articoli...beh, hai la mia stima, dimmi solo dove mandarle. Ti prometto che non ti invierò spam, truffe, proposte galanti, richieste di denaro, catene di S. Antonio e tutto il resto che di solito trovi la mattina al posto di proposte di lavoro. Inoltre potrai annullare l'iscrizione quando vuoi.

Unisciti a 438 altri iscritti

Condivisioni