Altro

Slack: sai perché la chiamano email killer?

Slack

Interessantissima questa app testata da poco. Era da tanto che cercavo uno strumento che rendesse veloce e produttivo il lavoro di gruppo e Slack ha tutte le caratteristiche per soddisfare le mie esigenze…e non solo le mie.

A cosa serve Slack?

Slack è una piattaforma per la comunicazione interna ai gruppi di lavoro, per contribuire in mobilità (o a grandi distanze) a un progetto comune. In altre parole, se più persone lavorano su un progetto, è possibile discutere in tempo reale/differito delle sue differenti caratteristiche e/o obiettivi, in stanze (ti ricordi le chatroom?) molto simili a quelle dell’indimenticato IRC, solo in modo più semplice e con la possibilità di cercare velocemente il materiale passato. Capisci perché la soprannominano email killer?

Come funziona Slack?

All’apparenza sembra una delle tante app per la messaggistica.

Poi scopri che si integra alla perfezione con Twitter, Google Drive, Hangout, Dropbox…e già la cosa diventa interessante.

Quando poi scopri che i vari membri del tuoi gruppo di lavoro (che avrà come url dedicato nomegruppo.slack.com) possono distinguere gli argomenti e scambiarsi file tramite hashtag ti siedi meglio e cominci ad immaginare l’incremento di produttività che tutto ciò può portare.

Ecco un breve video realizzato dalla Sandwich Video,  una società di videomarking che lo utilizza già:

Che caratteristiche ha Slack?

  • è gratuito (yeee!) e permette di inserire un numero illimitato di collaboratori (yeee!)
  • è accessibile sia su Windows che su Mac, nonché in mobilità per Android e iOS
  • si integra alla perfezione a servizi come Google Drive,  Dropbox, Google Hangouts, GitHub, Twitter…
  • per quanto avrà presto una versione a pagamento, quella free ha tutto ciò di cui un piccolo-medio gruppo di lavoro ha bisogno (anzi, la versione Plus porta con sé qualcosa che non piacerà ai dipendenti…vale a dire la possibilità da parte del capo di leggere tutti i messaggi inviati, modifiche incluse)
  • consente già nella versione Free di ricercare all’interno di 10.000 messaggi archiviati (!)

Dove la trovo?

Esistono app dedicate per  iOS e Android, e su desktop Windows e Mac dal sito Slack.com.

Tirando le somme

Avevo già provato diverse piattaforme per lavorare su un progetto comune ma questa mi sembra attualmente la più facile e produttiva da usare. La uso da un paio di settimane e anche se non mi reputo un esperto mi permetto di consigliartela, soprattutto se come me hai la necessità di lavorare in gruppo, possibilmente senza

  • impazzire nella mole di messaggi (col rischio di perderne qualcuno)
  • sentire prima o poi qualcuno lamentarsi perché non gli è stato detto qualcosa
  • stare dietro ai tempi di ognuno

E tu conoscevi Slack? Hai mica qualche dritta da condividere con noi?

Massimo Cappanera

Uomo. Marito. Padre. Consulente web e marketing per professionisti e piccole aziende. Copywriter per passione e narratore di aneddoti per diletto. Nato senza rete, cresciuto con la rete...ma ancora di pesci nemmeno l'ombra. Forse è per questo che coltivo peperoncini.

Commenta

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweet recenti

Nuovi articoli via email

Se vuoi ricevere via e-mail le notifiche di nuovi articoli...beh, hai la mia stima, dimmi solo dove mandarle. Ti prometto che non ti invierò spam, truffe, proposte galanti, richieste di denaro, catene di S. Antonio e tutto il resto che di solito trovi la mattina al posto di proposte di lavoro. Inoltre potrai annullare l'iscrizione quando vuoi.

Unisciti a 438 altri iscritti

Condivisioni