Google Vita nel Web

Gmail senza Google Plus? Ora si può. Chissà perché…

Gmail senza Google Plus

Ricordo quando Google inaugurò Gmail: una corsa ad accaparrarsi gli inviti per poter essere tra i primi ad utilizzarli che nemmeno l’inaugurazione di un centro commerciale, con centinaia di persone che corrono come bovini per acquistare una lavatrice a 100 euro.

Gmail è indubbiamente un gran ben servizio, anche grazie alla capacità di integrarsi con gli smartphone Android…Ma quando Google decise di associarlo in modo quasi biblico al neonato Google Plus non furono pochi a storcere il naso.

A me serve una casella di posta, non un social network…o qualunque cosa sia Google Plus, visto che ancora non l’ho capito! (opinione dell’utente medio)

Da pochi giorni ecco la svolta: è possibile creare un account Gmail senza Google Plus fornito come cagnolino da adottare in modo coatto. Perché se vi regalano un cagnolino mica potete lasciarlo senza acqua, senza cibo e senza post, no?

Gmail senza Google Plus: come fare?

Semplice: all’atto della creazione dell’account Gmail, basterà cliccare sul pulsante “No, grazie” (prego, figurati…) alla richiesta di collegamento tra gli account dei due servizi. Lo stesso dicasi nel caso di altri account, come YouTube e Play Store.

Ma perché questa scelta?

Bella domanda. Google Plus è un servizio con potenzialità infinite, essendo Google diventata ormai LA rete per molte persone. L’integrazione precedente tra i vari servizi forse è partita in modo troppo repentino, spaventando la maggior parte degli utenti che si sentiva obbligata a usufruire di servizi che a) non aveva richiesto e b) non capiva.

Ai posteri l’ardua sentenza. A naso, direi che saranno in molti ad apprezzare questa scelta. Fondamentalmente la psicologia insegna che i cambiamenti troppo subitanei spaventano la gente, mentre quelli lenti ma inesorabili passano così in sordina da riuscire persino a manipolare le masse.

Uhm, ti ricorda nulla tutto ciò?

 

Massimo Cappanera

Uomo. Marito. Padre. Consulente web e marketing per professionisti e piccole aziende. Copywriter per passione e narratore di aneddoti per diletto. Nato senza rete, cresciuto con la rete...ma ancora di pesci nemmeno l'ombra. Forse è per questo che coltivo peperoncini.

Commenta

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweet recenti

Nuovi articoli via email

Se vuoi ricevere via e-mail le notifiche di nuovi articoli...beh, hai la mia stima, dimmi solo dove mandarle. Ti prometto che non ti invierò spam, truffe, proposte galanti, richieste di denaro, catene di S. Antonio e tutto il resto che di solito trovi la mattina al posto di proposte di lavoro. Inoltre potrai annullare l'iscrizione quando vuoi.

Unisciti a 438 altri iscritti

Condivisioni