Furto d'identità Truffe

Un truffatore ha i miei dati! E adesso cosa faccio?

dati-personali-a-un-truffatore

Il fenomeno dei due articoli su Come truffare il truffatore della Costa d’Avorio (qui trovi la prima parte e la seconda parte), con commenti su commenti meravigliosamente lasciati dai lettori, mi ha spinto ad approfondire questa tematica sebbene fossi in procinto di dare un taglio diverso al blog.

Informare e risolvere problemi altrui è molto più bello che dire semplicemente la tua su un argomento

Una delle domande principali che mi è stata posta da chi ha provato a mettere in vendita degli oggetti su Subito.it, eBay, Kijiji e affini è la seguente:

Ho mandato i miei dati personali a un truffatore: cosa rischio?

Dipende da quale dato hai…dato. Vediamone qualcuno:

Indirizzo email

Beh, difficile non l’abbia mandato, se vi siete scritti ;) Potresti rischiare un po’ di spam ma solitamente non accade nulla e, male che vada, basta un buon filtro per eliminare scocciature.

Nome e cognome

Rischio praticamente nullo, se limitato a questi due dati. Certo, se usi un qualunque social network, tramite nome e cognome si può risalire alle tue pagine e scoprire tutto (ciò che hai voluto far sapere) di te, ma credo che il truffatore miri più a chi gli serve i propri soldi su un piatto d’argento, piuttosto che fare l’agente segreto.

Codice fiscale

Da questo è possibile risalire alla tua data e luogo di nascita. Certo, associato al nome e al cognome già fornisce un po’ troppi dati su di te, ma non c’è ancora da preoccuparsi.

Indirizzo di casa

Beh, non è il massimo far sapere dove abiti, ma tendenzialmente queste persone stanno a migliaia di chilometri di distanza e preferiscono metodi più subdoli per avere i tuoi soldi. Molto (ma molto) più pericoloso è lasciare una traccia della tua residenza in auto, specie se i ladri trovano le tue chiavi di casa dimenticate sul cruscotto…

Numero di telefono

Poco e niente. Rischi solo che ti chiamino (prima non lo facevano, ora si illudono che con pseudo minacce uno possa cedere e pagare) ma i moderni smartphone hanno la lista nera per numeri molesti. Male che vada, come loro hanno il tuo, tu hai il loro numero. Calcolati il fuso orario, imposta l’anonimo e chiamali alle (loro) quattro di notte ;) Oppure, se vuoi divertirti, fatti chiamare, digli che devi scendere un attimo perché c’è il postino e che preferisci restino in linea: almeno spendono qualche soldino di telefonata intercontinentale (hanno le schede, ma non sono flat)

Codice IBAN

La buona notizia è che il massimo che possono farti è un bonifico…Certo, poi ti chiedono 280 euro per sbloccarlo, ma… :) In realtà dal codice IBAN è possibile risalire alla banca del beneficiario, ma anche qui a cosa potrebbe servirgli? Quando si domicilia una bolletta a volte chiedono l’IBAN (e basta…stranamente) quindi ci sarebbe un recondito rischio di una truffa di questo tipo, ma è molto difficile (io non l’ho mai sentita e comunque sarebbe facilmente risolvibile).

Numero di carta Postepay/altra carta ricaricabile

Tecnicamente nessun rischio se date SOLO le sedici cifre iniziali, in quanto al massimo potrebbero farvi un versamento. N.B. Ciò non è del tutto vero, visto che è possibile fare danno solo con tali cifre e un po’ di pazienza, ma anche qua preferisco non dare idee. Tuttavia MAI dare gli altri due codici (data di scadenza e le tre cifre sul retro, vale a dire il numero di controllo) e stare attenti quando pagate all’eventuale presenza di telecamere (leggi questo mio articolo per sapere come difenderti)

Fotocopia carta d’identità o passaporto

Beh, qui cominciamo a dover essere un po’ più prudenti. Con la fotocopia del documento d’identità (e magari anche quella del codice fiscale) si possono fare molte cose, il 101% delle quali totalmente negative. Non sto qui a scriverle, visto che rischierei di dare idee a qualcuno (sapevi che il mio è un blog molto “apprezzato” dai lettori della Costa d’Avorio? Chissà come mai…) ma sapendoci fare le conseguenze per il diretto interessato potrebbero essere fastidiose.

Vi faccio solo un esempio su indicazione di una lettrice del blog, Luisa. Questi ha mandato la fotocopia della sua carta d’identità per un’offerta di lavoro, probabilmente qualcosa di simile a quella narrata nell’articolo “Il phishing del casellario giudiziale“. Tre giorni dopo ecco cosa ha ricevuto, fortunatamente via posta tradizionale (clicca sull’immagine per leggere meglio):

truffa carta identità

In altri termini avevano usato il suo documento per aprire un conto online in una nota società di scommesse sportive che, conscia evidentemente del problema diffuso, ha avuto la premura di mandarle una comunicazione all’indirizzo di residenza…dove il truffatore non può stare. Ma dove altro useranno il suo documento?

Capita infatti molto ma molto spesso che la fotocopia della carta d’identità venga utilizzata per truffare altri (come tu avrai ricevuto un documento come controprova della buonafede di chi ti ha scritto, qualcun altro potrà ricevere il tuo…), soprattutto all’estero.

Se proprio vuoi stare tranquillo, ci sono due strade: una preventiva, l’altra preservativa.

Quando ti chiedono un documento…

Se avviene di presenza e fanno una fotocopia (anche di fronte a te), prendi in prestito una penna, meglio se rossa, e scrivi “Fotocopia utilizzabile esclusivamente per…” (aggiungendo il motivo della richiesta del documento, tipo “la vendita dell’auto targata…”) in modo evidente e che copra porzioni anche ampie della carta. In questo modo, se uno volesse usarla per qualcos’altro (tipo aprire un conto corrente) non potrebbe farlo.

Se invece la mandi via email, fai lo stesso utilizzando il photoshop o qualunque altro programma di grafica. Anche Word, se vuoi.

Semplice no? Ci avevi mai pensato?

Quando hai inviato il documento e hai capito di essere stato truffato…

La cosa migliore sarebbe rifare il documento così che comprenda dati aggiornati e una nuova foto. In questo modo puoi dimostrare che qualunque cosa fatta da quella data in poi con un documento vecchio non ti vede responsabile. Non è obbligatorio ma di certo è consigliato.

Numero, data di scadenza e codice segreto della carta di credito

Se davvero li hai forniti a qualcuno (ma in quel caso non dirmelo, starei fisicamente male), mi sa che stai leggendo questo post troppo tardi e ti consiglio di prendere un bel tranquillante prima di controllare lo stato del tuo conto in banca.

Come posso sapere se stanno utilizzando i miei dati?

Certo, se i Carabinieri ti fanno un blitz notturno accusandoti di spaccio di droga internazionale perché la cocaina era avvolta con fotocopie della tua carta d’identità, diciamo che lo scopri subito ;)

Seriamente, nella maggior parte dei casi è molto difficile. Mi viene in mente solo il caso di una persona coscienziosa che, ricevendo il tuo documento da uno che nell’intestazione della mail scrive Sabine Rose (mitica Sabine!), faccia 2+2 e ti contatti per avvisarti.

Tuttavia, sfruttando Google Alert puoi vedere se “si parla di te” in rete. E’ un servizio comodissimo per mille motivi (anche per essere avvisati di argomenti di tuoi interesse, non solo che ti riguardano) e in questo caso può essere molto utile. Ecco come:

  • Collegati a https://www.google.it/alerts
  • inserisci il tuo nome e cognome. Già vedrai qualche risultato, ma non è certo tutto ciò che Google sa di te ;)
  • imposta la mail dove verrai contattato qualora Google scovasse un nuovo contenuto in rete con la parola chiave che hai inserito, vale a dire nome e cognome. Così, se ti dovesse arrivare un avviso (magari di un nuovo commento in questo blog!) in cui vieni citato come truffatore, potrai prendere provvedimenti.

Spero con questo articolo di aver colmato buona parte dei dubbi di chi incappa in questa gentaglia. Se sto dimenticando qualcosa o, meglio ancora, hai qualcosa da aggiungere per il bene di tutti (da esperienze personali a trucchetti come qualcuno di quelli descritti) allora ti prego di dedicare qualche istante a lasciare un commento ;)

Se poi pensi che i contenuti di questo post possano alleviare le ansie delle persone che conosci, condividilo tramite social network usando i pulsanti qui sotto :)

Massimo Cappanera

Uomo. Marito. Padre. Consulente web e marketing per professionisti e piccole aziende. Copywriter per passione e narratore di aneddoti per diletto. Nato senza rete, cresciuto con la rete...ma ancora di pesci nemmeno l'ombra. Forse è per questo che coltivo peperoncini.

429 commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Buonasera, ho fornito dati nome, cognome, indirizzo, Iban +Bic.. Che cosa rischi.. Sonno disperata aiuto.. Grazie

      • Salve scusate il disturbo ma sono disperato, sono caduto in una possibile truffa per un prestito online, dopo un primo questionario compilato online sono stato contattato da questi signori, mi chiedevano i normali documenti come tutte le banche, io ho inviato carta d identità codice fiscale e documentazione Cud.. Pochi giorni dopo vengo contattato e mi dicono che si può finanziarmi ma prima devono cancellare dal Crif i miei dati, acconsento solo verbalmente senza firmare nulla è solo tramite telefono, pochi giorni dopo mi danno appuntamento in stazione dei treni dove avrei dovuto firmare la parte cartacea di questa operazione di cancellazione e versare 4500€ a questa fantomatica azienda, a quel punto insospettito è spaventato mi sono recato alla polizia postale che mi dice di troncare ogni rapporto con questi tizi.. Morale non mi sono recato al l’appuntamento e alle continue telefonate loro ho risposto all ultima dicendo.. Basta non voglio più avere a che fare con voi!!

        Ora cosa rischio? Hanno i miei documenti personali, solo carta d indentita codice fiscale e Cud, oltre a due buste paga.. Scusate ma sono disperato, spaventato di possibili Casini e ho una bimba piccola..

        • Ciao Mattia, qui più che un consiglio credo serva agire subito. Sembra una situazione particolarmente complessa perché con documenti + cud + 2 buste paga credo si possano aprire anche procedure bancarie o simili (prestiti etc) che immagino tu voglia assolutamente evitare. D’accordo rompere i rapporti, ma urge una qualunque forma di denuncia che possa metterti in una posizione tranquilla se (o quando) utilizzeranno quei dati. Ti consiglio di andare quanto prima dai carabinieri o polizia non postale spiegando la situazione e dicendo che vuoi trovare un modo per cautelarti dando per scontato quel materiale verrà utilizzato. Di sicuro il documento lo puoi cambiare e questo un po’ aiuterebbe, fatti consigliare da loro per il resto. Ripeto: fai presto, almeno per il documento.

            • Il concetto di serenità è molto relativo, ma tra cambiare le toppe della porta di casa perché dei ladri hanno le chiavi e non cambiarle la differenza è abissale ;) I ladri potranno pure provare a venire ma se le chiavi non funzionano per entrare possono buttare giù il muro (cosa che ahimè fanno, però almeno costa fatica). Mi raccomando, non perdere tempo e se trovi qualcuno che sottovaluta la faccenda ricordagli cosa si può fare con cud e buste paga, oltre ovviamente ai documenti.

  • ciao massimo anch’io sono incappato nella truffa della costa d’avorio ,ho dato nome cognome indirizzo di casa e codice i.b.a.n. ho bloccato in giornata il conto ,farò anche denuncia alla polizia postale ,ho letto dopo il tuo articolo cos’altro posso fare ,per essere più tranquillo. grazie

    • Ciao Stefano, tecnicamente non dovrebbe poterti accadere niente di che, hai già fatto abbastanza. Mi raccomando, spargi anche tu la voce per evitare accada ad altri e grazie per il tuo commento!

  • Salve anch’io sono incappato nella medesima truffa e gli ho xato nome cognome telefono e iban cosa rischio e necessario bloccare il conto?

    • Ciao Diego, se ti sei limitato a quello, stai abbastanza tranquillo…Non credo ci sia necessità di bloccare il conto, ma informati sempre con la banca, è sempre avere una doppia conferma in queste cose.

  • Salve,un mese fa circa ,ho inviato per mezzo di mail una fotocopia della carta d’identità e codice fiscale..perché ingenuamente ho risposto ad un annuncio di lavoro su subito.it .Solo adesso ho appreso dallo stesso negozio che in realtà era una truffa,in quanto l’annuncio risultava pubblicato da loro,ma loro non erano (perdonatemi il gioco di parole contorte !).Cosa devo fare?Visto che sono una disoccupata di 23anni,e non vorrei trovarmi già a questa età piena di debiti e con una mega denuncia per qualcosa che non ho fatto.La ringrazio anticipatamente e complimenti per il sito

    • Ciao Giusi, tranquilla, non credo sarebbe questo il caso :) Anche perché di carte e codici fiscali fotocopiati in giro ci sono di qualunque persona al mondo, basti pensare a cosa succede quando vai a comprare una nuova sim ad esempio. Ma parliamo di italiani o stranieri? Te la sentiresti di raccontarmi meglio la tua storia per aiutare qualcun altro a non caderci?

      P.S. Era una truffa come questa?

      • Certo!In realtà è molto semplice,vado su subito.it e indeed e trovo questo annuncio di lavoro a nome di questa rinomata boutique di Caserta.A dire il vero la cosa lasciava un po’ il sospetto,in quanto per quanto l’annuncio fosse scritto correttamente e in maniera conosona al prestigio di quella boutique,molte cose lasciavano pensare,ad esempio perché tale annuncio non fosse esposto sul loro profilo fb/ig o dalla vetrina stessa.Ciononostante decido di rispondere all’annuncio inviando il mio cv senza foto.La risposta è abbastanza immediata (un paio d’ore) con mittente il nome della boutique ,mi ringraziano per la candidatura e che se avessi voluto procedere nella “selezione” avrei dovuto inviare una mail con oggetto DOCUMENTO ,in questo file doveva esserci la copia di un documento di riconoscimento fronte retro e la tessera sanitaria o codice fiscale solo fronte.Inoltre il file non doveva superare 1,5MB doveva essere in bianco e nero e il tutto su un unica pagina,in più avrebbero RIFIUTATO CATEGORICAMENTE FOTOGRAFIE O SCANNEROZZAZIONI SU PIÙ PAGINE (testuali parole!).Terminano la mail scrivendo che i dati saranno utilizziamo nel rispetto della privacy ,ecc ecc.. Firmato Marco De Rosa,l’amministratore.Io che poco tempo prima avevo parlato con un mio amico dell’argomento privacy e del fatto che questi documenti o copie potevano essere richiesti solo dai centri per le SIM telefoniche e dai centri di pubblica amministrazione,organi simili o funzionari,allora molto titubante rispondo che non posso fornire questi documenti per mezzo di mail.Ovviamente non ricevo alcuna risposta ,per 2giorni il dubbio mi assale ,in quanto offrivano un posto a tempo indeterminato di 1.000€ (di questi tempi sfido chiunque a non tentare)invio il file e ovviamente non ricevo risposta.Tutto questo avviene tra il 6/06 al 13/06,all’incirca.,oggi mi ritrovo sulla pagina di fb della boutique e leggo un vecchio stato risalente al 9/06(io dal 4-5che avrò letto l’annuncio ho controllato ogni santo giorno quel maledetto profilo e nessuna traccia di questo annuncio.)dove invitano a non rispondere a quel l’annuncio in quanto frode e di non inviare cv e documenti.Ecco la mia storia,col senno di poi non lo rifarei e non mi farei sopraffare dalla timidezza di contattar personalmente chi per me aveva pubblicato l’annuncio .Grazie per le delucidazioni e per avermi rassicurata,mi scuso per l’essere stata un po’ prolissa .Le auguro buona giornata

        • Giusi, altro che prolissa, sei stata chiarissima e sono certo che aiuterai un bel po’ di persone a non cadere in trappole come queste. Mi hai persino dato l’idea per un post, quindi…grazie! :)

      • Salve! Io ho inviato curriculum e copia della carta d’identità. Mi è stata richiesta la carta d’identità per accedere al casellario giudiziario. Cosa devo fare?

        • Ciao Angela, intanto manda una diffida allo stesso indirizzo email per l’uso dei tuoi dati…Una persona che ha lasciato un utilissimo commento in uno degli altri articoli sulle truffe, Andrea, ha spiegato come fare e cosa scrivere.

          • Dopo aver inviato curriculum e fotocopia della carta d’identità, tentò di inviare l’email di diffida ma sembra che l’indirizzo e-mail non sia più valido. Che faccio?

  • Ciao, prima di tutto complimenti per la pagina web! Anch’io sono caduta in questa trappola purtroppo! E ovviamente ho cercato su google “truffa costa d’Avorio” subito dopo aver capito che si trattava di una vera e propria truffa. Dunque, io avevo dato nome cognome indirizzo e codice iban. Ma subito dopo mi viene richiesto un documento di identificazione e così ho inviato tramite e-mail una foto scattata alla mia carta d’identità. Ora mi chiedo… Nel documento che ho inviato si vede che è una foto,vale ugualmente come fotocopia del documento? Sono preoccupata. Comunque ho subito mandato un’email alla polizia postale e spero di ricevere presto una risposta.

    • Ciao Vera, mi spiace per la disavventura. Quanto era definita la foto? Nel senso, sarebbe possibile ritagliarla per farla sembrare una fotocopia, eliminando così lo sfondo? In quel caso già più seccante ma alla fine non ti sei compromessa moltissimo. Facci sapere se ti risponde la polizia postale.

  • ciao a tutti..vi giro email che mi è arrivata da probabile truffatore..io mi sono fermato li…poi ho trovato voi e ho avuto conferma che è truffa..grazie…

    ruboisabine11@gmail.com;

    CIao

    Ho ricevuto la vostra mail e sapete che ho bene visto i dettagli dell’avviso sul sito , la merce mi conviene perfettamente e per il pagamento conto voi regolate per bonifico bancario sul vostro conto.
    Una volta il vostro conto bancario sarà accreditato della somma totale io invierebbero il mio trasportatore la societa
    ( FEDEX ) della società di marittimo per la raccolta della merce da voi a domicilio.
    Sono di nazionalità francese e attualmente in spostamento in Costa d’Avorio per il lavoro con la mia famiglia, dunque se siete d’accordo per la procedura amerei ricevere le informazioni seguenti:

    Nome -Cognome / Indirizzo di domicilio / N°de telefono
    il prezzo finale
    IBAN e il nome della vostra banca O Vostra Carta Poste Pay

    Una volta quest’informazioni ricevuti direttamente alla mia banca per dare l’ordine di effettuare il trasferimento sul vostro conto .
    In attesa di una risposta favorevole .
    Se d’accordo si prega di rimuovere l’annuncio sul sito e tenere mi informa .

    Grazie buona comprensione

    Cordialmente

    La Sig.ra RUBOI SABINE

  • Ciao a tutti,
    se avete degli annunci su subito.it mettete nel libro nero JEAN GUYARD PAUL al capitolo truffa costa d’avorio.
    Proprio adesso ha mandato a dire che per avere il pagamento devo mandargli 99 euro via Western Union o Money Gram …

  • Ciao ti riporto il mio caso perchè la situazione è abbastanza offuscata:

    -Qualche giorno fa ho risposto al seguente annuncio di lavoro

    http://www.kijiji.it/annunci/offerta/roma-annunci-eur-portuense-magliana/custode-con-alloggio-indeterminato/81973540

    giorno dopo sono stato ricontattato dall’inserzionista con la seguente mail:

    Buongiorno, ho visionato la sua candidatura e le confermo il mio interesse ad effettuare un colloquio conoscitivo direttamente con l’amministratore del condominio.

    Il contratto iniziale è della durata di 1 anno con proroga a tempo indeterminato allo scadere di tale anno, ed avrà inizio a partire dalla metà di Settembre.

    Prima di procedere mi deve confermare la candidatura telematica inviando a: XXXXXXX @ gmail . com

    -2 Foto (1 figura intera e 1 primo piano)
    – Casellario Giudiziale

    Qualora non si è in possesso del Casellario Giudiziale, si prega di inviare foto o scan di fronte e retro di: carta d’identità e fronte e retro del codice fiscale. Importante che tali documenti siano ben visibili, cosi’ come i bordi.

    Tale documentazione viene esaminata per verificare telematicamente eventuali precedenti penali o carichi pendenti attuali, ancora prima di effettuare il colloquio finalizzato al contratto.

    La candidatura deve inoltre essere accompagnata al consenso del trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003.

    Il dubbio che ho è il seguente: nessuno gira con in tasca un casellario giudiziale (e per richiederlo sono 20 euro quindi chiunque ci pensa due volte prima di richiederlo) chi scrive la mail lo sa troppo bene e propone fin da subito l’alternativa: CODICE FISCALE E CARTA DI IDENTITà CON BORDI EVIDENTI

    Parla di controllo online ma non mi risulta che sia possibile, infatti mi confermerà che l’unico modo per fare una verifica è recarsi al casellario con delega, giusto?

    Altro dubbio che mi sovviene è: mettiamo che all’annuncio siano arrivate 100 candidature e 10 risultino interessanti, cosa fa l’inserzionista, va al casellario a spendere 200 euro per le verifiche? a me sembra strano

    Foto intera e foto primo piano, a cosa servirebbe non devo concorrere per mister italia..

    cosa ne pensa forte della sua esperienza?

    • Ciao Adriano, in effetti tutti i tuoi dubbi sono più che leciti…la scelta da cosa dipende, dall’estetica? Quindi teoricamente uno più bello e più prestante ha più possibilità di chi lo ha fatto per anni?

      Per il casellario, è possibile visionarlo online, ma costa €79,62 su pratiche.it, quindi non credo pagherebbero meno e, anche se fossero 20 euro, sarebbero sempre una bella cifra.

      D’altro canto l’inserzione è ben fatta, anche se i dubbi restano. Fossi in te, trattandosi di un incarico nella tua città, scriverei chiaramente che avendo avuto brutte esperienze in passato con l’invio di documenti online, preferisci consegnarli a mano. Se ti negano questa possibilità (lecita, soprattutto se uno ha avuto brutte esperienze) allora io sarei ancora più reticente ad accettare. Se guardano così tanto alla legalità, francamente dovrebbero persino apprezzare questa tua richiesta. E’ lecito anche chiedere chi sia l’amministratore di condominio (o quale sia il condominio) per andare a vedere se effettivamente esiste. Fammi sapere!

      • grazie per la celere risposta, ho prontamente seguito il consiglio, fra qualche giorno torno qui a scrivere la conclusione!

          • Seguendo il tuo consiglio, cioè rifiutandomi di mandare foto dei documenti (e ci mancherebbe) e chiedendo più info, non ho ricevuto più nessuna risposta, certo c’è stato Sabato e Domenica di mezzo ma non credo proprio che si faranno risentire.

            Strano perchè hanno risposto in un italiano impeccabile e di solito errori grammaticali sono la prassi per questo tipo di truffe, che si siano evoluti? Beh aprite sempre gli occhi!

            • Ciao ancora Adriano, beh, in questo caso l’italiano trova il tempo che trova…questa era più una faccenda locale, diversa ad esempio dalle truffe della Costa d’Avorio su Subito.it, ora vediamo un po’ se ti risponderanno o meno. Di sicuro, nessuno ti potrà mai obiettare di non aver regalato i tuoi dati al primo che capitava!

              • Ti aggiorno perchè la loro risposta non arriverà mai di sicuro, infatti ho fatto mandare il curriculum niente meno che alla mia ragazza che non ha ancora nessuna esperienza lavorativa e che poco c’entra con l’annuncio di lavoro in oggetto… risultato? le hanno subito risposto con la stessa identica mail copiata/incollata.

                A questo punto aggiungo che si firmano

                “Francesca Remi” mail m.merlin1962 @ gmail . com (lo scrivono così, proprio con gli spazi evidentemente sanno che ci potrebbero essere filtri privacy fra la corrispondenza di kijiji) :) occhi aperti, spero che nessuno gli fornirà i dati o che prima almeno finiscano qui tramite google

  • Ciao,

    ho appena ricevuto anch’io una mail truffa da quest’indirizzo: boivinemilien12@gmail . com.

    Questo il testo:
    ———————————
    CIao
    Ho ricevuto la vostra mail e sapete che ho bene visto i dettagli dell’avviso sul sito , la merce mi conviene perfettamente e per il pagamento conto voi regolate per bonifico bancario sul vostro conto.
    Una volta il vostro conto bancario sarà accreditato della somma totale io invierebbero il mio trasportatore la societa
    ( FEDEX ) della società di marittimo per la raccolta della merce da voi a domicilio.
    Sono di nazionalità francese e attualmente in spostamento in Costa d’Avorio per il lavoro con la mia famiglia, dunque se siete d’accordo per la procedura amerei ricevere le informazioni seguenti:

    Nome -Cognome / Indirizzo di domicilio / N°de telefono
    il prezzo finale
    IBAN e il nome della vostra banca Una volta quest’informazioni ricevuti direttamente alla mia banca per dare l’ordine di effettuare il trasferimento sul vostro conto .
    In attesa di una risposta favorevole .
    Se d’accordo si prega di rimuovere l’annuncio sul sito e tenere mi informa .
    Grazie buona comprensione
    Cordialment BOIVIN EMILIEN…
    ———————————

    In allegato c’era anche un documento d’identità francese.

    Appena prima ero stato contattato, tramite il sito subito.it, con questo testo:

    ———————————
    POSSO AVERE IL PREZZO FINAL? VOLETE RISPONDERMI SUL MIO INDIRIZZO MAIL
    PERSONALE . boivinemilien12@gmail . com
    ———————————

    Una breve ricerca mi ha portato in questo sito (Grazie!!) e ovviamente mi sono fermato.

  • Ciao, ti chiedo un consiglio. Complice la stanchezza sono incappata in una truffa. Ho trovato nel l’email un messaggio che sembrava inviato dai supermercati LIDL e che mi annunciava la possibilità di vincere un buono spesa da 150 euro rispondendo ad un questionario. Insomma, ho comunicato nome, cognome, data di nascita, indirizzo e numero di telefono. Subito dopo mi sono resa conto di aver fatto una stupidaggine. Come devo comportarmi adesso? Rischio qualcosa?

    Grazie mille!

    • Ciao Cinzia, non credo. Sei caduta in un raggiro della Mons Management Ltd con sede in Bulgaria che non ha niente a che fare con Ikea, Lidl e tutto il papello di grandi aziende che sfruttano (impuniti, a quanto pare) per generare traffico, acquisire dati e guadagnare con programmi di affiliazione misteriosi. Credo poi si rivendano i dati acquisiti o qualcosa del genere, sfruttando il fatto che tecnicamente tu hai dato il consenso alla faccenda (descritta nel regolamento che nessuno legge). Quindi credo ti arriverà dello spam ma non dovrebbero esserci altre ripercussioni. Questo raggiro dei buoni spesa in questo momento è in auge, su Facebook non gira altro (a parte l’altra truffa dei prestiti, citata da Bella nei commenti all’articolo

        • Non penso Cinzia, come scritto altrove la Polizia Postale si occupa più di grandi casi, avendo un organico sicuramente ridotto rispetto a tutto quanto succede su Internet. In compenso fanno grandi cose, molte delle quali a mio parere nemmeno vengono rese note. Limitati anche tu a fare informazione, anche tramite social network, onde evitare ci possa cascare qualcun altro :)

      • IDEM..stamani scaricando la posta da cellulare ho “partecipato” al fantomatico concorso di EUROSPIN..ovviamente andandoci da pc si nota benissimo essere una truffa!!
        ho lasciato nome / cognome / vecchio indirizzo di casa / data di nascita / comune / cellulare /mail

        sono molto restia a lasciare i miei dati ma stamattina boh!!..comunque sono arrivate subito in automatico 2 mail [finite sullo spam]di ‘ non ricordo chi..’ al telefono se chiamano finiscono in lista nera.. per l’indirizzo non penso ci facciano molto!! :D

        Bell’articolo! comunque ci vogliono occhi e gambe anche per chi è sempre attento!!! =_=’

        • Infatti Silvy, sono noie più che altro…ma se riescono a farci cascare anche gente restia a pubblicare solitamente i propri dati, figurati quando si ingegnano per truffe più serie. Per questo bisogna parlarne a prescindere. Grazie per il tuo commento!

  • Come ho scritto prima , ho risposto ad un annuncio su subito.it come quello di Adriano e la mail era Merlin…e per richiedere il casellario giudiziale richiedevano i miei documenti. (per fare la baby sitter,)ho mandato il codice fiscale e la patente.ora cosa faccio? Una denuncia alla polizia postale? Grazie

    • Ciao Federica, se l’indirizzo mail era lo stesso allora abbiamo la prova provata… Da alcuni anni trovare lavoro è diventato quasi impossibile e mi dispiace vedere come finanche la ricerca intima e personale di un lavoro che ci dia una dignità, viene usata come arma per ferire il prossimo.. che gente!

    • Federica, diciamo che la denuncia in assenza di dolo ma solo di sospetto (visto che diamo per probabilissimo l’inghippo sotto ma non c’è ancora la conferma…e speriamo di non averla mai) è un po’ inutile. L’unica cosa che potrebbe metterti al sicuro, per quanto seccante, è rifare la patente. Non so se tu debba dire di averla smarrita o si possa direttamente rifare, ma mentre il codice fiscale può essere calcolato online, la patente fotocopiata può essere usata per diversi illeciti. Potrebbe non succedere nulla, ma è chiaro che se ti rifai la patente oggi 30/07/2015 e il primo agosto viene utilizzata per altri scopi, allora quantomeno puoi confermare di non essere stata tu…Perché non chiedi consiglio direttamente alla polizia o ai carabinieri? Io vado per senso logico, ma non credo proprio tu sia il primo caso analogo che affronteranno.

      • Federica anke a me e successo ho risposto alle stesso annuncio. E anche io purtroppo e ingenuamente ho inviato foto della mia carta d’identità e codice fiscale. Me sono consultata con la polizia e loro me hanno detto finché non ce reato non posso fare la denuncia. Ma me dicono che magari potrebbe trattarsi de una de quelle agenzie di lavoro per aggiungere hai loro data base. Io spero che sia così.

        • Infatti il problema è proprio quello. “Finché non c’è reato non si può fare nulla”…Peccato che nella migliore delle ipotesi tu non saprai mai che c’è stato o, nella peggiore, ti verranno chieste spiegazioni sul perché il tuo documento sia stato usato per qualcosa di illecito…

    • Questa è stata la mail che mi ha mandato la “signora” a cui ho mandato la candidatura…
      E’ la stessa che avete ricevuto anche voi??

      “Carlotta Musumeci
      30 lug

      a me
      Ciao, scusa se ti rispondo solo ora, mi sono svegliata da mezz’ora dopo una notte insonne per colpa della tosse di Gabriele.

      Allora, ho appena letto con piacere la tua presentazione e attualmente sto valutando la tua scheda e quella di altre 2 ragazze.
      Io e mio marito avremmo intenzione di assumere la babysitter a partire da settembre con un contratto semestrale, ovviamente prorogabile qualora da entrambe le parti ci sia reciproca soddisfazione.

      Ti riepilogo brevemente le condizioni, lo stipendio è di 850 Euro netti al mese con regolare contratto, per 5 giorni settimanali dal Lunedi al Venerdi dalle 13.30 alle 18.30. Abitiamo in zona Regina Margherita.

      Prima di procedere al colloquio precontrattuale vorrei chiederti se disponi del casellario giudiziale, dato che vorremmo avere la certezza di poter affidare Gabriele, e i beni materiali di casa per tale ore di lavoro ad una persona priva di possibili procedimenti penali o condanne a carico, quindi tramite l’art. 25 bis del DPR 313/2002 che tratta il lavoro con minori, vorremmo vedere il tuo casellario giudiziale con il tuo consenso, per visualizzare che la tua condotta nel passato e nel presente sia stata/è ineccepibile e priva di eventuali condanne o procedimenti penali o problemi con minori.

      Qualora non avessi il casellario giudiziale, dovresti inviarmi una copia scannerizata o fatta dal cellulare di fronte e retro della tua carta d’identità e fronte e retro del codice fiscale a colori e con i bordi ben visibili e possiamo richiederlo noi con il tuo consenso e a nostre spese.

      Spero tu comprenda l’apprensione che ho per mio figlio, e scusa per il papiro che ti ho scritto, ma ci tengo a mettere subito i punti in chiaro.

      Puoi rispondere ed inviare direttamente alla mia email di mio marito: 1962merlin @ gmail . com

      Buon Giovedi.”

        • Nessuna risposta… è speranzosa fosse una buona possibilità lavorativa ho mandato i documenti…
          Mi sono accorta che c’era qualcosa che non andava nel momento in cui anche mia sorella ha ricevuto la stessa risposta dalla signora…
          Al che ho chiamato la polizia postale e , con aria molto scocciata, mi hanno detto che loro non possono fare nulla se non c’è reato…
          Allora mi chiedo, ma se queste persone usassero i nostri documenti per scopi illeciti noi come potremmo difenderci?

          • Si anche io ho ricevuto 2 email quasi uguali direi,ma a distanza di tempo e simili a questa, in risposta ad un annuncio di lavoro e purtroppo ho inviato le fotocopie di carta di identità e codice fiscale a una di queste. Infatti non appena è passato qualche giorno ho avuto subito i dubbi e mi sono pentito di inviare i miei documenti.Ovviamente nessuna risposta.Posso fare qualcosa per rimediare a quel e-mail dove tempo fa ho inviato i miei dati ?
            NON INVIATE NESSUN DOCUMENTO SE NON VI VIENE CHIESTO DI PRESENZA DURANTE IL COLLOQUIO PER VALIDI MOTIVI

  • Ma a lo stesso tempo gli ho detto si ma, magari non he il modo correto da fare. Ho almeno dime o scrivi che sei una agenzia.

  • Confermo di esserci cascato.
    Ho risposto ad un annuncio per custode di condomio, dove mi si richiedeva una copia del casello giudiziale o eventualmente fotocopia del codice fiscale e di un documento, perchè lo avrebbero richiesto loro.

    Inutile dire che non ho ricevuto alcuna telefonata, nessuna risposta via e-mail.

    L’indirizzo a cui ho mandato tutta la documentazione è m.merlin1962@gmail.com.

    Mi è venuto il sospetto (ormai tardivamente) che fosse una truffa sia perchè non capivo la necessità di ricevere una risposta da tale “Francesca Remi”, ma di dover girare la documentazione su un altro indirizzo e-mail, sia perchè il casellario giudiziario che io sappia si deve richiedere direttamente al tribunale (quando ho lavorato per le Poste Italiane ho dovuto richiederlo come da loro politica aziendale) di competenza territoriale. Da quando si può ordinare un tale certificato online, consegnato con corriere, semplicemente presentando codice fiscale e carta di identità?

    Non posso fare nulla al riguardo? Una sorta di auto-certifcazione nella quale dichiaro di aver consegnato i miei documenti a dei perfetti sconosciuti identificabili attraverso l’indirizzo mail indicato?

    • Ciao D, l’autocertificazione credo serva a ben poco, visto che non credo abbia valore legale in certi ambiti. E’ vero che si può richiedere il certificato online, con codice fiscale e scansione del documento (vedi: https://www.pratiche.it/casellario_giudiziale) ma costa almeno 80 euro che non credo proprio anticipino. Se qualcuno di voi ha un po’ di dimestichezza in queste cose, controllate se è possibile risalire all’indirizzo IP di chi ha spedito la mail da quell’account. Almeno si capirà se è davvero italiano..

      • Grazie Massimo per la celere risposta di venerdi sera!!! ;)
        Ho seguito il tuo suggerimento, riguardo all’indirizzo di “mago merlino” non è possibile da parte mia rintracciare alcuna informazioni, tuttavia ho scoperto che l’email della “Sig.ra Francesca” dovrebbe essere partita da Santa Clara, California.

  • Salve, ci sono cascato anche io all’annuncio di lavoro come custode da remifranci@outlook.it (Francesca Remi) e m.merlin1962@gmail.com, ho mandato le fotocopie del documento e del codice fiscale. Per sicurezza ho cmq fatto un abbonamento al crif che mi avvisa in tempo reale di ogni movimento finanziario fatto a mio nome. Spero che basti. Un saluto a tutti.

      • Il servizio si chiama identikit ti avvisa in tempo reale con sms immediato e con riepilogo mensile se ci sono attivita finanziare a tuo nome sia in corso che future. Costa circa 50 euro annui. E gestito dal crif.

  • Ciao Massimo, complimenti per il sito. Avrei bisogno di un consiglio, una settimana fa sono caduta nella trappola degli annunci di lavoro su subito.it , ingenuamente e dall’annuncio appetitibile ( dog sitter per 600 euro per 3 ore al giorno) ho mandato la candidatura, mi hanno contattato chiedendomi la carta d’identità e codice fiscale perchè per il casellario giudiziale.Ho inviato il tutto, dopo 5 giorni nessuna risposta da parte della ragazza. Ora essendo una studentessa extracomunitaria, non lavoro, che ripercussioni può avere tutto questo, soprattutto con i miei documenti permesso di soggiono ecc… ? E’ possibile che possano mettermi qualche debito a nome mio?

    l’email che usano è dominionigiulia@gmail.com e musumecimail @ gmail . com

    GRAZIE!!!

    • Ciao Luisa,
      non credo si possa arrivare ai debiti, secondo me gira e rigira è sempre una questione di furto di dati per raggirare altre persone. Fossi in te, vista la situazione più complessa per una questione di permesso di soggiorno (materia che mi vede completamente ignorante), farei una capatina in una stazione delle forze dell’ordine per chiedere lumi, portandoti dietro le mail. Quantomeno avrai qualche conferma del trucchetto del casellario giudiziale per ottenere i dati e potrebbero anche consigliarti di sporgere denuncia per sicurezza o quantomeno di fare una segnalazione. Queste mail a quanto leggo ricorrono spesso, quindi se già dovessero esservi più segnalazioni di rilievo chi di dovere potrebbe muoversi più velocemente. Fammi sapere gli sviluppi, se ti va! :)

  • Salve Massimo

    Mia moglie (e di conseguenza io) siamo “cascati” nella trappola di un annuncio fasullo (di natura lavorativa) su Subito.it

    Purtroppo ,non ostante una mail di risposta impeccabile (che ti allego in fondo per conoscenza e divulgazione) ,abbiamo abboccato e adesso hanno codice fiscale e carta di identità (foto da cellulare)

    Cosa eventualmente rischiamo? Per inteso, domani avevo intenzione di recarmi dai carabinineri per sentire un loro parere…..

    Pensavo di essere uno sveglio….ma evidentemente di strada ne devo fare ancora…

    Grazie per una possibile risposta

    Saluti

    Andrea

    ——————————————

    Segue copia-incolla mail truffatori:

    Buonasera, ho appena letto con piacere la tua presentazione e attualmente sto valutando la tua scheda e quella di altre 2 donne.

    Allora, io e mio marito avremmo intenzione di assumere a partire da settembre con un contratto di 12 mesi, prorogabile qualora da entrambe le parti ci sia reciproca soddisfazione.

    Ti riepilogo brevemente le condizioni, lo stipendio è di 800 Euro al mese con regolare contratto, per 5 giorni settimanali
    (Lunedi-Venerdi) dalle 12.00 alle 16.00. La casa è nelle vicinanze di via Malta.

    La mansione principale è quella di preparare il pasto alle 12.00. La signora è autosufficiente per i bisogni fisiologici e stiamo parlando di una signora anziana che comunque è perfettamente capace di intendere e di volere ma che comunque durante la mia assenza va tenuta sotto controllo.

    Pur avendomi datomi carta bianca mio marito, mi ha espressamente obbligata di richiedere il casellario giudiziale dato che vorrebbe avere la certezza di poter affidare i beni materiali di casa per tale ore di lavoro ad una persona priva di possibili procedimenti penali o condanne a carico, dato che comunque si tratta di lasciare casa incustodita oltre al mazzo di chiavi.

    Qualora non avessi il casellario giudiziale, se mi invii una copia scannerizzata o fatta dal cellulare di fronte e retro della tua carta d’identità e fronte e retro del codice fiscale, a colori e con i bordi ben visibili possiamo richiederlo noi con il tuo consenso e a nostre spese.

    Spero tu comprenda l’apprensione, e scusa per il papiro che ti ho scritto, ma ci tengo a mettere subito i punti in chiaro.

    Puoi rispondere ed inviare il tutto a mio marito: musumecimail @ gmail . com

    Buon week end.

    • Stessa cosa Andrea…io ho inviato però NON carta d’identità e codice fiscale, però ho inviato la fotocopia del casellario giudiziale (sulla quale compaiono nome cognome e data e luogo di nascita) e una foto, che però non è quella della carta d’identità, una foto vecchia.
      Per il resto la mail è in tutto e per tutto identica a quella ricevuta da te. Vorrei sentire il parere di massimo, anche se ho chiesto ai carabinieri e sono stati rassicuranti

      • Ciao Zap, grazie per il commento. Diciamo che la mail identica rende un po’ più pessimisti. D’accordo risparmiare tempo, ma a giudicare dai commenti arrivati sarebbero ben di più i curricula valutabili…Cosa ti hanno detto i carabinieri? Perché tra rassicurare e assicurare (che non succederà nulla di male) c’è una bella differenza! :)

        • I carabinieri hanno rassicurato in questo modo:
          -purtroppo dal punto di vista penale non esiste prevenzione. Si denuncia se e solo se la truffa è già avvenuta
          -con nome e cognome data di nascita e persino anche una foto (se non è quella della carta d’identità) possono farci ben poco
          -anche qualora facessero, ahinoi, un finanziamento a nostro nome, la procedura per bloccarlo è molto semplice, basta disconoscere il documento e la firma.
          Questo vale nel mio caso, in cui il doc non è stato inviato però, credo…
          Chi ha inviato i documenti penso dovrebbe cambiarli il prima possibile, come hai detto tu!
          Subire questa truffa è traumatico perché è davvero ben ordita, addirittura con me chi ha inviato la mail, identica a quella di Andrea, esordiva con un rigo in più che raggela il sangue.
          “Scusa se rispondo solo ora ma mi sono svegliata da poco, mio figlio mi ha tenuta sveglia tutta la notte con la tosse”.

          Io me ne sono accorta perché ho risposto a due annunci diversi messi per zone e persone diverse…e ho ottenuto una risposta che era un copiaincolla quasi sovrapponibile (eccetto la faccenda del figlio) all’altra. Come! Due persone, (Federica e Laura) che vivono in due zone diverse e offrono cifre diverse per lavori diversi con orari diversi….che hanno lo stesso marito con la mail “musumecimail@gmail.com”???
          Tra l’altro scritto sia annuncio che risposta con linguaggio impeccabile!!
          Pensavo di essere sveglia invece sono un’idiota…ma in genere le truffe non sono così ben fatte e piene di dettagli anche personali, scritte in un linguaggio così “friendly” (“perdonami per il papiro, ma voglio darti tutti i dettagli…” ) e curato…
          Detto ciò ritengo inutile fare il copincolla delle due risposte perché eccetto trascurabili dettagli (pagamento e tipo di mansione, e balla del figlio ammalato) sono identiche, però voglio segnalarti due cose che possono essere utili.
          1) gli indirizzi mail dei quali si sono serviti:
          musumecimail@gmail.com
          ricadileo@gmail.com (ora cancellato l’account)
          marinax1962@outlook.it
          lauramoretti722@gmail.com
          Come vedi…tutti piuttosto credibili
          2) Questa persona sembra avere una vera e propria perversione….per la FOLLETTO!!
          Fornisce una serie di dettagli assurdi sul modello che verrà utilizzato, nell’inserzione di lavoro…il nome del modello anche….

          Scusa se ho esagerato con la lunghezza del commento, però volevo chiederti una cosa..
          Nome, Cognome, data e luogo di nascita e una foto (ma NON i documenti); secondo te è possibile che possano farci qualcosa?
          Avrei bisogno di una seconda rassicurazione…
          Grazie e Scusami!

          • Scusarti di cosa? Hai scritto un commento utilissimo per tutti, quindi grazie! :)
            Mettiamola così: o i dettagli sono veritieri (ma le varie ripetizioni vanno contro questa ipotesi) oppure è un genio che però ha esagerato. No, in teoria con quei dati non si può fare molto di più rispetto a quanto tu possa fare tramite le informazioni carpite tramite Facebook (anche se è sempre bene non accettare amicizie da nessuno che non si conosce). La storia comunque credo abbia ancora da raccontare…

                • Questo è quanto:

                  Localizzazione
                  del indirizzo IP 65.55.34.200:
                  Nazione: Stati Uniti
                  Regione: Washington
                  Città: Bellevue
                  Provider: Microsoft Corp
                  Nome a dominio: non identificabile
                  Latitudine: 47.6027
                  Longhitudine: -122.1556

                  Purtroppo non so quanto sia attendibile il localizzatore
                  Un altro lo porta a Redmond, vicino Seattle…. in ogni caso lo stato di Washington. Effettivamente non è troppo lontano, potrebbe essere un errore di calcolo del localizzatore, che penso sia sempre molto approssimativo

                  • Visto che abbiamo la sua mail (musumecimail è quella che usa sempre, associata a quella delle finte mogli…ognuna con nome diverso) alla quale si fa inviare le carte e i documenti, e abbiamo anche il suo IP…non è possibile contattare qualcuno per far sì che questo account venga cancellato, o perché il proprietario venga rintracciato? a me sembra strano che non si possa proprio far niente, in fin dei conti parliamo di gmail…

                    • …che ahimè è usata dal 95% dei truffatori ivoriani & co…Anche in quel caso vale il discorso di Subito.it: se ne fregano di cosa ci fai (anche perché tecnicamente non mandano foto con minori, non la usano per terrorismo etc…è raggiro, senza ricatto, e si può verificare solo a danno fatto) e gli interessa che apri nuovi account per fare numero. Come detto dai carabinieri, si gioca su questo “fatto non fatto” che lascia il malcapitato in un limbo. E loro ci sguazzano. Allo stato attuale solo l’informazione è la forma migliore di prevenzione. Se poi avete idee o iniziative, posso aprire un nuovo articolo dove parlarne…potrebbe essere utile a molti.

            • Antonella, potresti seguire il consiglio di Andrea sui documenti…quantomeno per metterti al sicuro. Per il resto c’è poco da fare, non credo che col CV facciano chissà che, se ne trovano già un mucchio in rete di gente che lo mette volontariamente…Il codice fiscale idem, si può ricavare in modo semplice. L’unico modo per cautelarsi è cambiare il documento e mandare una diffida all’uso al tizio. Risponde, c’è già chi l’ha fatto. Guarda il commento di Andrea del 26 agosto 2015 alle ore 14:54

    • Ciao Andrea, intanto mi spiace vi sia successo. La cosa curiosa è che noi parliamo di truffa proprio perché il diretto interessato sta facendo di tutto per far pensare al mondo intero sia tale, visto che alla fine ancora non è successo nulla. Ciononostante, anche in base alla email che hai citato, è difficile pensare il contrario. Ai carabinieri dovresti chiedere se convenga denunciare nell’eventualità in cui quella carta venga utilizzata a fini illeciti, così da avere la “prova” che non sei stato tu (almeno in teoria, visto che altrimenti lo farebbero tutti, ma credo di essermi spiegato :P), cambiando poi la carta (nuovo codice, nuova foto etc). Facci sapere com’è andata, se ti va, potrebbe essere utile ai tanti nella vostra situazione.

      • Buonasera Massimo

        Per evitare che magari sia un abbaglio attenderemo fino a domani sera come tempo utile per una risposta di questi fantomatici datori di lavoro,poi mercoledì mattina ci recheremo dai Carabinieri e vedremo cosa conviene fare.
        Oltretutto la cosa molto curiosa, che mi/ci ha fatto cadere in inganno e’ stata questa: Noi siamo di Genova, loro nella mail di risposta hanno detto che il posto di lavoro (la casa dove mia moglie avrebbe dovuto prestare servizio) era in Via Malta, che e’ una via parallela alla prestigiosa via XX Settembre,e casualmente (o forse non poi cosi’ “casualmente”) in tale prestigiosa via vi e’ uno studio di un noto avvocato che di cognome fa proprio Musumeci. Ho dato una verifica sommaria e successivamente il mio via libera a proseguire perché per l’appunto le cose mi sembravano in regola (nella vita si impara sempre a posteri, purtroppo…)

        Ti aggiornero’ non appena di ritorno dal commissariato….leggendo in rete le truffe di questo genere normalmente (come anche asserivi te) non sfociano in grandi cose,magari qualche abbonamento a Sky/Mediaset in quel dell’albania per poi generare codici per IP tv sul mese di prova gratuito….tuttavia qualche povero sventurato si e’ visto intestarsi vetture o ancor peggio ,carte di credito revolving a totale oscurita’…e spero/mi auguro non sia proprio in nostro caso!

        Purtroppo dall’header della mail non riesco a risalire all’ IP mittente ( IP 10.107.168.25 ….. sara’ probabilmente criptato?!?) ,ho comunque,su tuo consiglio,attivato Google alert e salvato tutte le comunicazioni intercorse via mail…sono anche riuscito a fare uno screenshot dell’annuncio sulle ricerche di Google (anche perché l’annuncio vero e proprio e’ stato cancellato nel pomeriggio di ieri 23/8)

        Intanto ti ringrazio per la risposta e per il tuo sito che e’ stato di aiuto a mitigare quel senso di impotenza e paura che domina queste situazioni….ci risentiremo a breve sperando che questa esperienza salvi potenziali vittime da questi cialtroni

        Buona serata

        Andrea e Chiara

        • Andrea, visto il tuo racconto direi che era difficile non essere fiduciosi della bontà dell’annuncio. Se di truffa si tratta, è stata studiata proprio bene. Certo, visto la valanga di mail e commenti che sono arrivati o questo tizio ha tanto lavoro da offrire e siamo stati tutti malpensanti, oppure ha in ballo qualcosa come quello che hai menzionato tu. A questo punto il consiglio delle forze dell’ordine è importante, sperando tu possa trovare qualcuno non stufo di sentire parlare di queste cose senza mai cavare un ragno dal buco. In quel caso, proponi l’idea che ti ho scritto nella mia prima risposta…C’è gente che finge di perdere la carta d’identità e ne denuncia lo smarrimento perché la foto non gli piace più, non vedo perché tu non possa cautelarti in tal senso :) Ma, ripeto, io parlo per logica, la legge poi è un altro paio di maniche…Aspetto gli sviluppi, intanto in bocca al lupo a te e tua moglie.

          • Ciao Massimo

            Di seguito ho trovato,stasera, altre tre inserzioni uguali su ben tre piattaforme di annunci on line ( e’ tutta la sera che spulcio informazioni sul web…se non si fosse capito,la cosa mi ha parecchio seccato) seppur di minore visibilita’ rispetto a Subito.it

            la ricerca e’ stata condotta partendo su Google con la mail della donna (formaggina71@gmail.com alias costanza mantovani) che ci ha contattato dopo la candidatura inviata da mia moglie … 2 risultati riconducibili che ti allego qua sotto:

            http://www.kitlavoro.it/lavoro/1374886/badante-4-ore-buono-stipendio-genova/

            http://www.jolavoro.it/jo157502-badante-4-ore-buono-stipendio

            Mentre il terzo risultato di ricerca e’ legato alla email del “presunto” marito della donna (musumecimail@gmail.com)

            http://www.jolavoro.it/jo153539-babysitter-full-time?utm_source=jobtome&utm_medium=organic&utm_campaign=jobtome

            La forma e’ grossomodo uguale ,cambiano leggermente i contenuti..presta attenzione a come si siano ben ingegnati fornendo vie reali per dare “peso” all’annuncio…sicuramente hanno usato Google maps!!!!

            Concludo (al momento) su un fatto che mi ha leggermente sollevato e incuriosito…se tu digiti su Google uno dei documenti dei quali parlavamo sopra e vai successivamente su immagini, te ne escono una buona quantita’ …. :O ….eppur non sembra siano stati preda di azioni fraudolente ( o forse non sono state dichiarate??)

            Vado a dormire! E’ tutta la sera che sono dietro a questo argomento per cercare di capirne il rischio reale a cui siamo attualmente interessati e adesso sono abbastanza saturo….ci risentiremo nella giornata di mercoledì con le novita’ della caserma

            Un caloroso grazie per aver dato particolare spazio al nostro problemino ( che a quanto pare e’ anche quello di tanti altri)

            buonanotte

            Andrea e Chiara

            • Andrea, sei un vero investigatore del web! Bravissimo! Non c’è da dirmi grazie, raccontando la vostra storia aiutate altra gente e questo mi basta. Ora sono curioso di conoscere gli sviluppi, sperando di stare prendendo tutti una grande cantonata…!

  • DOG SITTER PER LABRADOR.. ANNUNCIO TRUFFA!

    Ho risposto anche io all’annuncio pubblicato sul sito subito.it il quale proponeva un lavoro partime retribuito €600 mese per una posizione di dog sitter. Per fortuna ho da subito capito che si trattava di una truffa. A seguito di un mio primo contatto ho ricevuto un email (la stessa ricevuta da Andrea nel commento poco sopra) nella quale mi veniva richiesta copia dei miei documenti di identità che chiaramente mi son rifiutata categoricamente di inviare.

  • Ho un problema!!! Ho appena risposto ad un’annuncio su subito.it che cercavano una BABY SITTER Part Time

    art time
    Inserito
    Oggi, alle 15:20
    Giulia
    Preferiti
    Sede di lavoro Modena
    Settore Assistenza (badante, baby sitter,…)
    Orario Part time
    Contratto Tempo determinato
    Titolo di Studio Scuola dell’obbligo
    Cerco una babysitter part time per mia figlia di 9 anni.
    Ho bisogno che stia con mia figlia dalle
    14.00 alle 18.00.
    5 giorni alla settimana: dal Lunedi al Venerdi.
    Offro stipendio 740 euro con contratto a tempo determinato di 9 mesi (scadenza giugno 2016) rinnovabile se ci troviamo daccordo.
    Zona dove abitiamo, via Cesare Battisti.
    fontaninax@gmail.com
    Giulia
    Il presente annuncio è rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.

    Risposta via E-mail
    Ciao, ho appena letto con piacere la tua presentazione e attualmente sto valutando la tua scheda e quella di altre 2 ragazze.
    Io e mio marito avremmo intenzione di assumere la babysitter a partire da settembre con un contratto semestrale, ovviamente prorogabile qualora da entrambe le parti ci sia reciproca soddisfazione.

    Noi siamo in zona via Cesare Battisti e la scuola dista a pochi minuti anche se comunque la vado a prendere io a scuola e la riporto a casa per le 13.45, aspetto te che arrivi poi vado a lavoro. In genere io gli preparo da mangiare la mattina per il pranzo, dovrai poi riscaldarglielo, insomma niente di cosi complicato diciamo. Lo stipendio che ti posso offrire è di 740 Euro netti al mese con regolare contratto, per 5 giorni settimanali dal Lunedi al Venerdi dalle 14.00 alle 18.00.

    Pur avendomi datomi carta bianca mio marito, mi ha espressamente obbligata di richiedere il casellario giudiziale, dato che vorremmo avere la certezza di poter affidare Elena, e i beni materiali di casa per tale ore di lavoro ad una persona priva di possibili procedimenti penali o condanne a carico, quindi tramite l’art. 25 bis del DPR 313/2002 che tratta il lavoro con minori, vorremmo vedere il tuo casellario giudiziale con il tuo consenso, per visualizzare che la tua condotta nel passato e nel presente sia stata/è ineccepibile e priva di eventuali condanne o procedimenti penali o problemi con minori.

    Qualora non avessi il casellario giudiziale, dovresti inviarmi una copia scannerizata o fatta dal cellulare di fronte e retro della tua carta d’identità e fronte e retro del codice fiscale a colori e con i bordi ben visibili e possiamo richiederlo noi con il tuo consenso e a nostre spese.

    Spero tu comprenda l’apprensione che ho per mia figlia, e scusa per il papiro che ti ho scritto, ma ci tengo a mettere subito i punti in chiaro.

    Puoi rispondere direttamente all email di mio marito: musumecimail @ gmail . com

    Ti auguro una buona serata.

    Giulia Fontana

    Allora, io ho fatto appena in tempo a non mandare la Mail al famoso “MARITO”, ma a questa Giulia Fontana sì!! D:
    Ho mandato la fotocopia di carta d’identità, tessera sanitaria e patente!!!
    E dire che ho fatto copia ed incolla dell’e-mail per salvarlo da mandare e poi per curiosità ho premuto invio per vedere cosa diceva google della mail.
    Cosa devo fare? Andare in Motorizzazione e dire che mi hanno truffata? Di cambiare la patente? Che me l’hanno rubata così me ne fanno un’altra??

    Maledetttiiiiii si aprofittano di noi ragazzi in cerca di soldini. Non solo i politici, ora abbiamo anche altri stronzi che vogliono sfruttarci!!

    • (copio anche qui per informazione comune) Purtroppo questo tizio sta seminando il panico e avrai letto nel blog quante persone gli hanno mandato dati personali. Ora tutto sta a capire cosa voglia farci. Quella che dici tu è una possibilità, che allo stesso tempo è la più noiosa ma anche la più sicura. Io la butto lì proprio perché altre possibilità non ne vedo, poi è chiaro che sta a ogni persona valutare. Io farei così, ma proprio perché qualora dovessero uscire fuori documenti a tuo nome, con allegata quella carta e con data successiva al tuo invio, potresti benissimo esibire la denuncia e dire che non eri tu…Spero che qualche altro lettore possa buttare lì qualche altra idea meno perditempo! :)

      • Ciao Massimo

        Siamo da poco tornati dal tour de force di stamattina : Carabinieri e Polizia Postale in quel di Genova

        Premetto che abbiamo preparato per velocizzare la comprensione dei fatti una cartellina con : una relazione dell’accaduto + tutti i documenti possibili di questa disavventura ( mail, screenshot, indirizzi IP e quant’altro)

        I primi (Carabinieri) ,molto freddamente ci hanno congedati dicendo non fosse una loro competenza.

        I secondi (Polizia Postale) , dopo quasi 3 ore di attesa ci hanno ricevuti…..Magra consolazione ; Per il momento posso solo inviare (cosa che ho appena fatto) una diffida all’uso dei dati personali e se non ricevo risposta entro 15 giorni ,potrò presentare un “esposto” per quanto accaduto alla medesima polizia postale . Questo perché al momento nessun illecito è stato commesso… la mia è solo una “percezione” di illecito :\

        Per inciso la mail : Formaggina71@gmail.com è stata cancellata, funziona invece quella del “marito” Musumecimail@gmail.com in quanto non mi è tornato indietro nessun delivery status

        La cosa assurda di essersi rivolti alle autorità è poi questa: Su consiglio stesso del poliziotto (il quale ha ascoltato il nostro “calvario”) ci è stato detto di “smarrire” la carta di identità e di rifarne una nuova in modo che il vecchio numero risulti bloccato nelle banche dati del ministero italiano (in questo modo nessuno in possesso della mia carta di identità potra commettere illeciti.)….non esiste altro modo per tutelarsi in quanto non è prevista dalla legge la sospensione del documento.

        Alla mia richiesta se fossero a conoscenza di questo tipo di truffe mi hanno fatto “spallucce” dicendo che di truffe c’è ne sono a bizzeffe…..

        Dato per scontato che non mi risponderanno mai ,tra 12 giorni presenterò anche l’esposto…mentre la C.I. la rifarò domattina. Tanto per avere le “carte in regola” se un domani qualcuno bussasse alla porta chiedendo soldi

        Questa è la poca tutela a cui siamo soggetti noi italiani…..speravo di ricevere rassicurazioni e invece a ben guardare mi toccherà pure commettere un piccolissimo illecito (dire che ho perso la carta di identità…)

        questo è quanto…. sperare e masticare un po’ amaro!

        un caro saluto

        Andrea e Chiara

        • Andrea e Chiara, uno commenti più utili mai letti, tra informazioni importanti (di prima mano, poi) e la conferma dell’idea (dettata dal buon senso) di rifare i documenti, giusto per stare al sicuro. Certo, c’è una falla del sistema grande quanto una casa e non a caso quelli ci sguazzano…

  • Salve
    lo stesso è capitato al sottoscritto.
    in poche parole vendo uno scooter su subito.it, e ricevo subito una mail.
    per farla breve, mi hanno contattato con varie mail con nomi stranieri, dicendo che per lavoro non possono venire ecc ecc…
    successivamente mi ricontattato con un nome italiano (sono loro perchè il testo, da come è scritto, è lo stesso).
    mi convinco ad accettare.
    dicono anche di mandare un pick up a prendere lo scooter…
    stamani mi sono arrivate delle email della banca ROYAL BANK OF CANADA E un altra mail EMS TRANSIT ALLERT!
    mi hanno chiesto l’iban (che ho dato ieri) nome e cognome!
    secondo voi come mi devo comportare?
    LA CHIUDO QUI QUESTA COSA?

      • La cosa divertente e che stamattina ho ricevuta un altra mail da parte dell’ FBI.
        Secondo te, Massimo, e ora di denunciare tutto alla Polizia?
        o lascio le cose come stanno e non rispondere le mail che continua a mandarmi?
        Grazie :D

        • Purtroppo, anche alla luce del racconto di Andrea (vedi commento lungo più avanti) la polizia ti potrebbe aiutare poco, non essendoci dolo in atto ma solo ipotizzato…O non rispondi e metti tutto nella lista nera dei contatti, o ti diverti a fargli perdere tempo dicendogli che gli hai fatto il bonifico del triplo del prezzo, che gli vai a consegnare i soldi di persona e vuoi l’indirizzo o cose così ;)

  • Ciao Massimo

    Aggiornamento dei fatti : Mi ha risposto una certa Carlotta Musumeci (musumecimail@gmail.com) in seguito alla ricezione della mia diffida:

    Copio e incollo per divulgazione:

    ——————————————————————————————————

    Mi scuso per il ritardo nella risposta, i documenti come da te richiesto sono stati cancellati, il casellario non l avevamo ancora richiesto.
    gentili saluti.

    Il giorno 26 agosto 2015 14:34, MOLTISUONI ha scritto:

    In relazione all’annuncio su Subito.it in data 22/8/2015 ore 14:19 – numero annuncio 134136253

    Dato per acquisito la natura non veritiera dell’annuncio,la qui presente è per informarvi della DIFFIDA all’ulteriore trattamento dei miei dati personali in vostro possesso (carta di identità N° 00000000 e codice fiscale/tesserino sanitario : xxxxxxxxxx ) , con riserva di ogni azione e ragione anche per il risarcimento dei danni.
    Richiedo inoltre l’immediata cancellazione di tali dati secondo quanto previsto dalle lettere b) e c) dell’art. 7 comma 3 del D.Lgs. 30/06/2003 n. 196.
    In caso di mancato o inidoneo riscontro alla presente istanza entro il termine di 15 giorni (a far data dal 22/8) , La sottoscritta si riserva, ai sensi dell’art. 145 del D.Lgs.30/6/2003 n. 196. di rivolgersi all’autorità giudiziaria e di presentare ricorso al Garante per la protezione dei dati personali.
    Si ricorda inoltre che ogni conversazione intercorsa tra la Mia persona e Voi , è stata salvata,così come l’annuncio presentato sulla piattaforma Subito.it

    Chiara R.

    ————————————————-

    Secondo me è solo per EVITARSI l’esposto,perchè dopo questa mail dubito potrei andare di nuovo alla polizia postale ….. cmq non vuol dire niente ,io domani rifaccio la C.I.

    Inviterei comunque tutti gli interessati a mandargli la diffida e vedere che cosa succede…..

    ciao ,grazie per tutto quello che stai facendo!

    Andrea e Chiara

    • Andrea, ho la tua stessa impressione e non posso che appoggiare l’idea di rifare la carta…Almeno ti metti al sicuro. Mi spiace solo per il tempo che hai perso!

      P.S. Grazie a voi per le preziosissime informazioni! Se mi date il placet, scrivo un articolo in merito.

      • Ciao Massimo, buongiorno!

        Certo! Se vuoi dedicaci un articolo a questa disavventura , volentieri !

        …Anche perchè,come ti dicevo in tutto quello che ci siamo scritti, è forse maggior tutela il Tuo sito che non quello che le Forze dell’Ordine possono offrirti.Io quando ho sentito “puzza di bruciato” ho trovato riscontro nel “forum” (se così vogliamo chiamarlo) dedicato al tuo articolo….

        Ad oggi,quando ci sarà la nuova C.I. sarò sicuramente più sereno….Tuttavia una minima percentuale di rischio rimane (quei “4 giorni” dove il documento trafugato era “attivo”) ,ma facendo la diffida (ed avendo ricevuto dalla controparte risposta ) se qualcosa dovesse mai accadere ,loro saranno comunque ritenuti responsabili anche per cose relative a quei famosi – 4giorni – (e soprattutto io mi trovo in una posizione giuridica corretta per poter eventualmente procedere,cosa MOOOLTO importante).

        Probabilmente non gli accadrà sicuramente nulla a questi soggetti , ma quello che a me importa è poter dimostrare cosa l’accaduto eventualmente in un futuro per potermi tutelare.

        E’ importante a questo scopo mantenere su di una cartella nel PC tutto quello che è riguardante la vicenda (mail e screenshot degli annunci) ,e mantenerla poi successivamente in archivi rimovibili (meglio a mio giudizio SD card) da conservare nel tempo. Una copia cartacea in più ad ogni modo non guasterà mai…..

        That’s All Folks….per dirla come un famoso cartone animato!

        Mi rimarrà il buon ricordo se non altro del tuo sito in tutto questa vicenda!

        Cordialmente

        Andrea

  • Ciao Massimo, ho effettuato un pagamento su Internet con la postepay. Il beneficiario dell’accredito può in qualche modo disporre dei miei dati sensibili? nome, cognome, mail, indirizzo… oppure no? perché, dopo aver effettuato il pagamento, a me è arrivata una mail con i dati che ho inserito nella schermata nel momento in cui ho effettuato la transazione. La stessa mail con i dati arriva anche a chi ha ricevuto il pagamento oppure no? i miei dati e quelli della mia carta sono protetti o in qualche modo è possibile che chi ha ricevuto il pagamento sia riuscito a risalire al codice della mia postepay e ai miei dati sensibili? Posso stare tranquillo? Grazie del prezioso servizio che fornisci.

      • Sì, il modulo che ho compilato mi chiedeva tutto: indirizzo, cap, voleva anche il numero di telefono se no non si riusciva a pagare…

        • Scusa se approfondisco la questione, ma forse parla l’ignoranza: il pagamento in che pagina l’hai effettuato? Direttamente nel sito delle poste? Perché mi sembra MOLTO strano chiedano tutti questi dati. Dovrebbero averli già…un modulo del genere sembra più un caso di phishing…

  • Buongiorno, a luglio quasi in contemporanea ho risposto a due annunci, visto che stò cercando lavoro.

    Il primo era come custode presso un villaggio turistico presso Maiorca con l’azienda TUI Group, la tui group esiste ma non c’entra nulla con l’annuncio poi rivelatosi truffa quando dovendomi mandare il biglietto aereo semplicemente non l’hanno fatto e i numeri di telefono usati si sono disattivati. Qui mi hanno richiesto le fotocopie di questi documenti, patente, carta identità, curriculum, oltre a un bel contratto di lavoro da compilare e inviare. Dicendomi che arrivato a destinazione avrei dovuto fare visita medica, mi hanno chiesto tramite MoneyGram da intestare a Le Thi Ngoc in Germania, 150€ che mi avrebbero restituito in seguito a Maiorca, che ho fatto.
    Ho fatto denuncia dai carabinieri una volta capito che non sarei partito, rischio qualcos’altro?

    Altro annuncio come già scritto qua sopra ho inviato a m.merlin1962@gmail.com i dati richiesti comprese le foto ma senza casellario che non ho, è una truffa anche questa perché l’email è stata disattivata, qui i soldi non li hanno presi, non ho fatto denuncia, mi conviene farla? Commenti?

  • Salve,
    pochissimi giorni fa anch’io sono stata truffata di €. 180+spese da questi individui di Costa D’Avorio.
    Per la prima volta in 36 anni (io che sono stata sempre attenta alle truffe su rete) sono stata raggirata e la cosa che mi fa più rabbia è che hanno i miei dati bancari, indirizzo, telefono copia della patente.
    In oltre mi è stato chiesto di inserire un numero su un sito. Coporterà qualcosa?
    Per verificare lo statuto del trasferimento bancario di 740.00 €, vi inviamo il NUMERO di seguito del trasferimento, volete verificare il vostro trasferimento sul sito seguente:
    Ecco il numero 06195900908 del vostro trasferimento voi potete verificarlo su questo sito
    http://www.verificacro.it/
    Una volta la verifica effettuato, volete regolare le spese di fiscalità di 290 € affinché possiamo effettuare il controllo ed accreditare il vostro conto 2 ORE più tardi .
    PS: Verifica solo online
    Cordialmente

    Ora mi chiedo come mai la polizia postale prenda questa “TRUFFA” in modo così leggero?
    Domanda: cosa possono fare con tutti questi dati personali?
    Continuo a darmi della deficiente!
    Ringrazio questo sito per avermi illuminata su queste truffe.
    Grazie Massimo

    • Raffaella, ormai è andata. Male, è vero, ma darsi della deficiente non fa che continuare a dargli ragione. Lo scopo è quello di informare altre persone, così da assumere il ruolo di persona forte che se ne frega di esserci cascata ma che vuole evitare che migliaia di euro finiscano nelle tasche lercie di un truffatore della domenica. Come detto più volte, a quanto leggo, la Polizia Postale purtroppo si scontra tra una serie di variabili (assenza di personale, giurisdizione confinata all’Italia, spesso c’è solo il sospetto di truffa ma non dolo dimostrato, lacune legislative, concentrazione su fenomeni come pedofilia online etc) che rende complicato stare dietro a tutte queste “mini” (per lo Stato, non certo per il diretto interessato) truffe. I truffatori lo sanno e ci sguazzano…per quello l’informazione e la condivisione sono le strade da battere. Per quanto riguarda i dati, si va per ipotesi…da quella più soft e probabile (ossia truffare altri mandando il tuo documento come prova di buonafede…ecco perché è bene rifarlo e dichiarare nullo o smarrito quell’altro) a quelle più serie ma improbabili, che non scrivo per evitare di dare idee ;)

  • Salve,
    trovandomi in bisogno di un lavoro, ho risposto anch’io ad un paio di questi annunci. Il primo, quello del fatidico posto come dog sitter all’Eur, 600€/3h/gg (eh oh, mi son detta che forse essendo benestanti potevano permettersi di pagare bene qualcuno) con l’accoppiata di email dominionigiulia@gmail.com e musumecimail@gmail.com, ai quali ho inviato il mio CV, fotocopia del passaporto e codice fiscale (ho solo il passaporto come documento).
    Il secondo era http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:pmksPjk3BI8J:www.subito.it/offerte-lavoro/5-addetti-segreteria-part-time-650-mensili-roma-135145035.htm+&cd=1&hl=it&ct=clnk&gl=it un posto di lavoro per 5 segretarie part time a 650 € da parte dell’email candidature@keypeoples.com . Entrambe le risposte ricevute erano piene zeppe di dettagli, ma si aprivano e chiudevano nello stesso modo. Dicendomi che erano molto interessati a conoscermi e con la richiesta della copia dei documenti/casellario giudiziale.
    Una volta letta la risposta a quest’altro annuncio, mi sono resa conto che si trattava di una truffa e che avevo fatto malissimo a mandare i miei documenti in copia a quegli altri disgraziati.
    Avendo letto le vostre interazioni, mi sono adoperata ad inviare una diffida a tutti e tre gli account, ricevendo, però, un messaggio di errore permanente dal server.
    Ora mi tocca passare direttamente alla postale per l’esposto… Sinceramente non ho i soldi per rifare il passaporto, spero che non lo usino.

  • proprio stamattina, sono stata contattata da Justin Boivin per un annuncio, prima di accorgermi della truffa però ho dato codice IBAN più indirizzo di casa e nome e cognome e numero di cellulare, cosa rischio??? ah il tizio in questione si chiama: BOIVIN JUSTIN

    • Non molto Sara, credo. Al limite ti farà un colpo di telefono, nel cui caso mettilo in lista nera…Se non hai fornito documenti dovresti stare abbastanza sicura. Se vuoi fare un colpo di telefono in banca per sicurezza è comunque meglio :)

  • Anch’io sono incappata nella stessa truffa nella quale è cascata Sophie: candidature@keypeoples… con lo stesso esito per quanto riguarda l’invio della mail con la diffida al trattamento dei dati personali: messaggio di errore permanente dal server. Domani andrò a rifare i documenti, io avrei voluto farlo dal giorno dopo aver mandato la mail ma, con una certa dose di ansia, ho lasciato trascorrere quasi 7 giorni dall’accaduto a causa di una grande superficialità da parte di carabinieri e polizia postale…mi sono sentita ripetere di stare tranquilla, tanto con la carta d’identità non si può fare molto e che non è necessario rifare i documenti… ma ci rendiamo conto della pesantissima leggerezza di questa affermazione?! Io vorrei aggiungere un particolare che mi ha fatto riflettere: la mia quasi maniacale attenzione a non diffondere dati, foto e quant’altro è andata a farsi benedire nel giro di qualche minuto… in un momento di fragilità prima (ricerca spasmodica di un lavoro con conseguente invio di cv a manetta) e felicità poi (non mi è sembrato vero di ricevere una risposta così dettagliata, celere e scritta in un italiano corretto!) tutto questo accompagnato da una temporanea perdita di coscienza…in quanto indotta a vedere solo l’apparenza delle cose!!! Così è stato anche quando ho controllato il sito dell’azienda facendo un semplice copia incolla del nome KEYPEOPLES e tramite il motore di ricerca sono andata a finire sul sito di un’azienda dal nome molto simile: key people…senza la s (giustamente!). E poi nella mail in cui mi sono stati richiesti i documenti mancava qualsiasi riferimento reale all’azienda…insomma, una truffa a tutti gli effetti!!! Scusate se mi sono dilungata ma ci terrei ad invitare tutti coloro leggeranno la mia esperienza a fare estrema attenzione a questi “dettagli” in quanto sono di fondamentale, se non quasi vitale, importanza.
    Ringrazio Massimo per questo blog ed Andrea per il suo importantissimo ed illuminante contributo.
    Buonanotte,
    Vale

    • Nessuna scusa Vale, sono un grazie enorme da parte mia per la tua testimonianza e da parte di tutti coloro i quali beneficeranno di essa. Io sto per scrivere un post sull’argomento così da far confluire tutti lì, partendo dalle vostre testimonianze e cercando di capire insieme cosa sia meglio fare. Grazie ancora, ci leggiamo nei commenti del nuovo articolo a breve ;)

  • Buongiorno, anche io in questi giorni sono stata vittima di truffa.
    Avevo messo un annuncio su Subito.it per vendere un tappeto e nel giro di due ore mi hanno contatta con il nome di una certa “chirolet eloise”, la quale scriveva in un italiano incomprensibile e nonostante le mie continue domande riguardo a se voleva venire a vedere il tappeto, lei non rispondeva a ciò, ma continuava a dire che era una persona di fiducia e che voleva prendere subito il tappeto. Poi dopo la mia domanda su dove abitava mi ha risposto che era francese, ma viveva in Costa d’Avorio per lavoro. Mi ha inviato carta d’identità e io ci sono cascata. Poi stamattina quando mi sono arrivate le email della banca e di lei che mi diceva che dovevo versare 200€ in modo che mi arrivasse il bonifico mi sono insospettita e cercando su google ho visto.
    Purtroppo però avevo già inviato Nome, Cognome, Indirizzo, Numero di telefono, indirizzo della banca, IBAN, BIC e fotocopia della carta d’identità. Ora, ho letto i vari link che ha messo lei, non rischio nulla? Mi converrebbe rifare la carta d’identità giusto?

    • Salve Alice, beh, in teoria si…Perché come detto è molto probabile verrà utilizzata per altri scopi, come altre truffe di questo tipo. Altri rischi non dovrebbero essercene. Meno male che almeno non hai perso dei soldi.

  • Ciao a tutti sono Alessandra, anche io ho risposto ad un annuncio di lavoro come baby sitter su jobgratis all’e-mail scandiccigiulio@gmail.com; ragazze ATTENZIONE questo fantomatico signore vuole le fotocopie del documenti d’identità e del codice fiscale…. di seguito allego la mail:

    Buongiorno, scusa se ti rispondo solo ora, mi sono svegliato da mezz’ora dopo una notte insonne per colpa della tosse di Cristian.

    Allora, ho appena letto con piacere la tua presentazione e attualmente sto valutando la tua scheda e quella di altre 2 ragazze.
    Io e mia moglie avremmo intenzione di assumere la babysitter a partire da meta settembre con un contratto semestrale, ovviamente prorogabile qualora da entrambe le parti ci sia reciproca soddisfazione.

    Ti spiego brevemente il da farsi, poi quando ci incontreremo finalizzeremo il tutto.

    Io alle 15.00 esco di casa per andare al lavoro quindi confido nella tua puntualità, dato che ci dobbiamo intercambiare per stare in casa con Cristian. Di Giovedi alle 18.00 in zona Piazza della Repubblica nelle vicinanze di casa nostra, ha lezioni di inglese quindi bisogna accompagnarlo diciamo per le 17.45 e poi lo vado a riprendere io.

    I giorni fissi di lavoro sono Lunedi-Mercoledi-Giovedi, 3 ore al giorno (15.00-18.00).

    Per quanto riguarda contratto e stipendio quello che ti posso offrire è: 500 euro al mese e contratto da metà settembre a giugno e poi prorogabile dal prossimo settembre.

    Pur avendomi datomi carta bianca mia moglie, mi ha espressamente obbligato di richiedere il casellario giudiziale, dato che vorremmo avere la certezza di poter affidare Cristian, e i beni materiali di casa per tale ore di lavoro ad una persona priva di possibili procedimenti penali o condanne a carico, quindi tramite l’art. 25 bis del DPR 313/2002 che tratta il lavoro con minori, vorremmo vedere il tuo casellario giudiziale con il tuo consenso, per visualizzare che la tua condotta nel passato e nel presente sia stata/è ineccepibile e priva di eventuali condanne o procedimenti penali o problemi con minori.

    Qualora non avessi il casellario giudiziale, dovresti inviarmi una copia scannerizata o fatta dal cellulare di fronte e retro della tua carta d’identità e fronte e retro del codice fiscale a colori e con i bordi ben visibili e possiamo richiederlo noi con il tuo consenso e a nostre spese.

    Spero tu comprenda l’apprensione che ho per mio figlio, e scusa per il papiro che ti ho scritto, ma ci tengo a mettere subito i punti in chiaro.

    Puoi rispondere direttamente sulla mia email: scandiccigiulio @ gmail . com

    Ciao e buona giornata.

    P.S. : ATTENZIONE ASSOLUTAMENTE A NON SPEDIRGLI NIENTE.

  • buonasera a tutti cercando su internet per un prestito privato mi so messo in contatto con questo mail prestitosubito2015@libero.it la persona si trova a milano mi ha chiesto 298€ come spese infatti come fanno tutti prestatori su internet, la cosa strana mi ha mandato via mail un contratto di prestito con tutti i suoi dati ( codice fiscale luogo di nascita e indirizzo casa poi suoi dati bancario e codice IBAN per farlo il bonifico dei 298€) pensi si po fidare? grazie

    • Ciao Omar, ovviamente…NO. Tralasciando già l’indirizzo email very professional, i dati che citi possono essere (anzi, sono sicuro) falsi e falsificabili, mentre l’IBAN quello di una carta prepagata…tanto per gli accrediti non serve mica avere i dati del beneficiario, in quel caso…Quindi stai alla larga, fallo per te!

  • Salve, oggi sono stata truffata anch’io con un annuncio di lavoro in un impresa di pulizie. Mi e stata inviata un email di risposta dove cercavano la copia tramite foto della carta d’identità e il c.f. per Il casellario giudiziale. Ingenuamente presa dalla contentezza ho inviato le foto dei documenti…. e ora? Domani mattina corro per una nuova carta d’identità ma la diffida come la faccio? Non ho ne data ne ora ne numero dell’annuncio in questione. Cosa posso fare oltre la c.i. nuova?grazie

  • Ciao Massimo anche io stavo per essere infinocchiato dall’amico della Costa D’Avorio dopo avere dato nom cogn indirizzo iban mi è arrivata la solita mail dal ministero dell’economia e delle finanze per concludere il loro colpo.fortuna vuole che è scattato il famoso campanello d’allarme e da google sono stato mandato sulla tua illuminante pagina.ora oltre a spammizzare le loro mail devo fare denuncia alla polizia postale oppure avendo una pigna di metri e metri di denunce non serve a nulla??? oppure meglio farla per essere io tutelato in un prossimo futuro??? Grazie per la tua risposta e complimenti per il tuo prezioso aiuto ai Pippa del web che senza questo servizio butterebbero soldi.Roberto

  • Ciao Massimo,
    sfortunatamente ho risposto ad uno degli annunci di Subito.it che riguardava un lavoro come magazziniere. Ho inviato un’email con lettera di presentazione ed il curriculum sul quale compariva anche una mia foto. Mi è arrivata questa risposta:

    “Buongiorno, ho appena letto con interesse la sua scheda e le possono confermare che potrà svolgere il colloquio conoscitivo con la responsabile risorse umane, finalizzato al contratto lavorativo.

    Premetto le condizioni lavorative sono le seguenti: orario fisso dalle 09.00 alle 18.00 dal Lunedi al Venerdi,

    Il contratto offerto è a tempo determinato con durata di 6 mesi (3+3) prorogabile ad indeterminato dopo 12 mesi di lavoro.

    Lo stipendio al netto delle imposte proposto è di 1020,00 euro, inclusi 22 buoni pasto al mese. Qualora non voglia usufruire di tali ticket pasto, l’azienda puo’ convertirli in contante aggiunto al suo stipendio. Comunque, tali questioni verranno finalizzate durante il colloquio.

    Prima di poterle fissare la data e l’orario del colloquio abbiamo bisogno di verificare inoltre, il suo casellario giudiziale, verificando quindi che non abbia mai avuto in passato ed in presente possibili problemi giudiziari.

    Pertanto la prego di inviarmi in allegato a questa email il suo casellario giudiziale e penale.

    Qualora lei non abbia tale documento, possiamo richiederlo noi, con il suo consenso, e deve quindi inviarmi una copia scannerizzata o fatta dal telefono di: fronte e retro di carta d’identità e fronte e retro del codice fiscale. Importante che tali documenti siano a colori e ben visibili cosi’ come i bordi.

    Allegata all’email, fornisca un numero di telefono da cui possiamo contattarla, di norma dalle ore 09.30 alle 14.00 e cortesemente specifichi nell’oggetto email: “Conferma Colloquio Finale”.

    Puo inviare il tutto a: info @ samoggia . com ”

    Mi sono insospettito dopo aver ricevuto questa email ed ho cercato informazioni su internet, finendo poi sul tuo blog. Non ho inviato nessuna carta d’identità ne tanto meno casellario giudiziario (di cui non sono nemmeno in possesso). Hanno ricevuto solo il mio curriculum. Posso stare tranquillo o rischio qualcosa? Grazie.
    P.S. Mi scuso se eventualmente nei commenti precedenti c’è qualche discussione simile alla mia a cui hai gia risposto che non ho notato.

  • Ciao, volevo aggiungere questa informazione se può essere utile.
    Se ricevete un documento di identità italiano di provenienza dubbia potete provare a verificare sul sito del ministero dell’interno se ne è statato denunciato il furto o lo smarrimento:
    http://coordinamento.mininterno.it/servpub/ver2/Documenti/cerca_docu.htm
    Il sito riporta anche la stazione di polizia o carabinieri dove è stata fatta la denuncia per cercare di avvertire il proprietario.

  • Grazie,1000 volte grazie!
    Ci hanno provato anche con me,già avevo diversi sospetti e leggendo il tuo articolo ho avuto la conferma di quello che pensavo,e per fortuna mi sono fermato in tempo
    Grazie ancora

  • Salve, avrei un caso da sottoporre: stavo vendendo un oggetto su un sito di annunci e, contattato da una persona interessata, ho lasciato i dati per ricevere una ricarica postepay (dati obbligatori senza i quali non è possibile ricaricare la carta) e cioè nome, cognome, numero della carta e codice fiscale.

    Fino a qui nulla di strano essendo appunto questi dati obbligatori per la ricarica, successivamente però, come garanzia, ha chiesto copia di un documento. Io gli ho mandato foto solo fronte della mia patente, esclusa la mia foto cancellata con un programma di editing prima dell’invio.

    Poco dopo l’invio ho realizzato che potrebbe essere pericoloso tutto ciò e quindi domando, può esserlo effettivamente? Con una immagine frontale di una patente, anche senza foto personale, è possibile rubare un’identità o comunque usarla a fini illeciti?
    Grazie

    • Potrebbe essere un buona cosa denunciare il furto o smarrimento della patente che ho sbadatamente mandato a questa persona, richiedendo un nuova copia duplicata, cosi da provare in caso di qualsiasi problema che effettivamente non era in mio possesso?

      Grazie ancora

    • Ciao Dave, intanto bravo per le (parziali, ma è già qualcosa!) accortezze, come il togliere la foto…Una tirata d’orecchie per l’uso della postepay! Smetti di usarla, ti prego! Leggi l’articolo “I metodi più sicuri per pagare su internet” e ti si aprirà un mondo :) Per quanto riguarda il document di per sè, certo non sarà in buone mani…figurati che è proprio la polizia (sic!) a consigliare quello che tu hai ipotizzato, per dire come siamo messi in Italia…Ti consiglio di leggere gli altri articoli sulle truffe, come questo e questo, visto che sono pieni di commenti nella tua stessa situazione… :\

      • Però nel tuo articolo citi le prepagate tra cui la Postepay.

        Cioè con nome, cognome, codice fiscale e numero carta si dovrebbe essere abbastanza coperti o sbaglio? Al massimo una persona può caricarmi la carta e comunque anche in caso di truffe viene attaccato solo l’importo presente sulla carta visto che non è collegata a nessun C/C.

        Per quanto riguarda i dati personali, dici che nome cognome e codice fiscale possono bastare per scopi illeciti? La mia preoccupazione relativa all’invio della patente era prettamente incentrata sul numero del documento visto che ormai con un numero di patente (o altro documento d’identità) si possono aprire conti gioco online (l’ho fatto) e non so se si posso chiedere prestiti o fare altre operazioni finanziarie.

        Io per sicurezza ne ho denunciato il furto cosi da essere coperto, è stata una leggerezza che sicuramente non capiterà più.

  • Ciao Massimo, ti scrivo poiché dopo aver risposto ad un annuncio (truffa) ed aver inviato una somma di anticipo di 250 € per un auto. Successivamente ho inviato i miei dati quali nome e cognome, codice fiscale e numero di carta postepay per ricevere un rimborso del denaro precedentemente inviato. Questi dati mi sono stati richiesti dalla truffatrice.
    Rischio qualcosa? E nel caso sarebbe meglio togliere i soldi dal conto della postepay e farne una nuova?
    Ti chiedo questo poiché la ricarica che ho inviato, l’ho fatta su una carta con intestatario di cui conosco a mia volta nome e cognome, codice fiscale e numero di carta ovviamente.
    Mi farebbe molto piacere ricevere un consiglio da te.
    Grazie anticipatamente.
    Michele

  • Salve, sono caduta in trappola della truffa della Costa d’Avorio…mi sono salvata in tempo ma ho fornito codice iban (quello di una carta prepagata, diverso dal mio conto corrente), indirizzo di casa e numero di telefono oltre ai dati che x forza conosce (mail, nome e cognome). Ho paura che se esperto hacker possa rintracciare altri dati più importanti…è possibile? Grazie mille…

  • Salve Massimo, sono caduta nella stessa trappola di Vito, praticamente medesima e.mail ricevuta con oggetto colloquio finale e hanno voluto i miei documenti con foto fatta dal cell. per controllo casellario giudiziale. L’e.mail da cui è partita è direzione@giordanotoys.com. Capita la truffa,il giorno dopo ho rifatto la carta d’identità. La tristezza in tutto questo è che pare essere una lotta fra poveri, laddove la speranza, a volte se vuoi la desolazione ti porta a compiere atti ingenui come inviare i tuoi documenti ad un emerito sconosciuto…
    interessante blog!

    un saluto
    Francesca

  • Buongiorno, ho appena letto con interesse la sua scheda e le possono confermare che potrà svolgere il colloquio conoscitivo con la responsabile risorse umane, finalizzato al contratto lavorativo.

    Il contratto offerto è a tempo determinato con durata iniziale di 24 mesi (12+12), i primi 3 mesi di prova e prorogabile ad indeterminato dopo 24 mesi di lavoro.

    Lo stipendio al netto delle imposte proposto è di 1050 euro, inclusi 22 buoni pasto al mese. Qualora non voglia usufruire di tali ticket pasto, l’azienda puo’ convertirli in contante aggiunto al suo stipendio. Comunque, tali questioni verranno finalizzate durante il colloquio.

    Prima di poterle fissare la data e l’orario del colloquio abbiamo bisogno di verificare inoltre, il suo casellario giudiziale, verificando quindi che non abbia mai avuto in passato ed in presente possibili problemi giudiziari.

    Pertanto la prego di inviarmi in allegato a questa email il suo casellario giudiziale e penale.

    Qualora lei non abbia tale documento, possiamo richiederlo noi, con il suo consenso, e deve quindi inviarmi una copia scannerizzata o fatta dal telefono di: fronte e retro di carta d’identità e fronte e retro del codice fiscale. Importante che tali documenti siano a colori e ben visibili cosi’ come i bordi.

    Allegata all’email, fornisca un numero di telefono da cui possiamo contattarla, di norma dalle ore 09.30 alle 14.00 e cortesemente specifichi nell’oggetto email: “Conferma Colloquio Finale”.

    Invii il tutto alla seguente email: direzione@giordanotoys.com

    Buona giornata.

    mi pare di aver capito che l’unica cosa da fare è rifare la carta di identità,giusto?

  • Per una vendita Online ho mandato foto anteriore e quella interna della Carta d’identità e per sbaglio anche il codice. Cosa devo fare?

  • Buona sera , allora ho dato la foto della mia carta di identità avanti e dietro, più il codice fiscale.Mi aveva chiesto i documenti per metterci d accordo per la spedizione è io cosi ho fatto, poi una volta inviato i documenti sparisce e dopo un po appare e mi ringrazia per le foto che cosi poteva metterle su siti tipo deepweb e vendere i miei dati , io sinceramente non mi sono spaventato nemmeno agitato e continuando a parlare mi faceva ricatti su ricatto all inizio ho pensato che era un ragazzino ma
    Come mi ha mandato un email del posto che lavoro che su internet e tutto il resto non si trova un po mi sono agitato e ho pensato che è hacker ,sono andato in caserma e ho spiegato tutto in questi giorni porgo la denuncia , la mia paura è che in futuro potrò avere problemi con denuncie e debito , cosa mi consigli?grazie mille ciao

    • Caspita Diego, una storia bruttina…Hai fatto bene a denunciare tutto, quantomeno ti cauteli anche se è ovvio come uno non possa dormire sonni tranquilli. Ma è avvenuto tutto a voce o in forma scritta? Perché nel secondo caso sarebbe meglio per te, potendolo dimostrare a chi di dovere. In bocca al lupo!

      • E stato fatto tramite email infatti ho tutte le prove ma non so perché sto molto tranquillo su questo domani nella mattinata si fa la denuncia

        • Ciao diego sei proprio sicuro che in rete non si trovano queste informazioni? spesso più che hacker sono solo tipi scaltri che giocano sulla psicologia umana, esempio:
          potresti avere il profilo pubblico di facebook e nelle informazioni personali hai messo il tipo di lavoro che fai. Se hai il profilo facebook potrebbe aver aggiunto un tuo amico ed a quel punto alcune informazioni avendo un amico in comune le vede in chiaro. Ricordiamoci che al giorno d’oggi chi usa facebook spesso associa anche il numero di telefono ed inserendolo nel campo di ricerca spunta direttamente il profilo personale.

          Quanto al deepweb allora è chiaro che non si servirà direttamente dei tuoi dati, ma che andranno in un calderone di altre centinaia di dati personali, il codice fiscale come sappiamo può essere facilmente ricavabile, già un discorso diverso è il codice sul retro della carta d’identità, dopo la denuncia che farai, denuncia la scomparsa della carta di identità e falla nuova

            • infatti ho denunciato tutto;sono andato in caserma con tutte le conversazioni salvate;mo in questi giorni devo solo fare la nova carta di identità, io penso che quello sia un povero miserabile che cercava di mettermi paura ma non ci è riuscito:) cmq tramite face non ho dati personali,comunque grazie lo stesso a tutti;)

  • Ciao, sono incappato nella truffa della Costa d avorio ed ho fornito iban,numero conto, nome cognome, indirizzo. Nessun documento. Stasera però vedo dal mio conto online ke mi hanno detratto 187,00 + bollo senza ke io abbia autorizzato nessun pagamento. Come è possibile???

    • Roberto, non solo non me lo so spiegare ma per il bene di non so quante centinaia di persone direi di approfondire la cosa! L’unica spiegazione che mi viene in mente è che ti abbiano intestato qualcosa, tipo qualche servizio, ma credevo non fosse possibile. Hai modo di approfondire la cosa col tuo istituto di credito e farmi sapere? Grazie, è molto importante.

  • Ciao Massimo, ho fornito il mio indirizzo completo e numero di cellulare. Me ne sono subito resa conto, ho chiamato il mio gestore e ho bloccato immediatamente il mio credito, ovvero non posso contrarre alcun tipo di abbonamento e nessun altro può scalare il mio credito residuo.
    Posso stare relativamente tranquilla vero?
    Purtroppo mi sono fatta prendere dall’euforia…..T.T

      • Ciao massimo! premetto che tutto ciò che scrivi é davvero utile e che amo la tua ironia nel parlare di cose anche serie. Sono un diciottenne col sogno di andarmene dall’italia subito dopo il conseguimento del diploma. Arrivo al punto. Qualche settimana fa, una ditta(?) chiamata boston extend (effettuano lezioni privata inglese) , ha effettuato una chiamata a mia madre, proponendole un corso di inglese GRATUITO per 2 mesi. Allettato dall’idea (poiché vorrei potenziare il mio attuale livello di comversation), dopo che mia madre mi ha riferito tutto ciò che le avevano detto, decisi di prendere appuntamento. Abito a 70 km da questa “scuola” e quindi non una passeggiata arrivarci però , munito di voglia di imparare, decido di farmi questa passeggiata. La prima volta hanno voluto sapere se avessii frequentato (solo questo, né test né nulla) poiché data la lontananza dubitavano della mia costante di frequenza del corso. Ci lasciamo con un altro appuntamento per la settimana seguente. Oggi,arrivato in sede, effettuo il test d’ingresso, dopo di ciò mi sono stato richiesti: documento d’identità, codice fiscale e una “piccola” somma (20 euro) che sarebbe solo a scopo simbolico, per sostenere gli insegnanti. Prontamente dico loro che non aveva senso poiché mi aveano sempre detto che era gratuito e mai parlato di tal cifra. Non avendoli dico loro che li avrei dati la prossima volta (sicuramente) però, nonostante avessi capito un po’ di cose e complice la stanchezza, faccio fare loro la fotocopia dei miei documenti, non curante del fatto che potrebbero sfruttarla per altri scopi. Non ho firmato nulla e avevo intenzione di chiamarli per annullare l’appuntamento e data la mia difficoltà economica. É una sede abbastanza frequentata e potrebbe sembrare anche seria come cosa peró la mia domanda é: possono,loro, fare qualcosa con questi dati? Ho letto i tuoi post solo dopo la concessione dei documenti.. aspetto risposta e scusa per il poema

        • Ciao Eugenio, grazie mille per il tuo bel commento :) Di solito grandi aziende ne fanno poco di quei dati, io per esempio conosco un corriere espresso che per ogni delega per il ritiro di un pacco si tiene la fotocopia della carta d’identità del destinatario/delegante ma dubito farebbero qualcosa di illecito…Ciò non esclude però che qualche impiegato faccia il furbetto ma ripeto, nelle realtà affermate il rischio è inferiore. Chiedi comunque la cancellazione dei tuoi dati dai loro archivi, giusto per stare tranquillo. In bocca al lupo per il tuo futuro!

  • Salve massimo, credo di aver ricevuto più di un mese fa una mail dalla mia banca che mi chiedeva di reinserire i dati della mia carta, solo ora leggendo alcuni articoli mi sono accorto che potrebbe essere una truffa, tuttavia al mio conto non è successo nulla e i soldi ci sono tutti. Devo preoccuparmi?

    • Marco, quello è il più palese dei tentativi di phishing. Avendo messo i tuoi dati, sei in serio rischio di frode…l’unica speranza è che tu abbia una di quelle chiavi elettroniche che generano un codice casuale ad ogni accesso, così da ridurre i rischi, il che spiegherebbe pure perché non è successo niente. E’ così? Io comunque una telefonata al tuo referente in banca la farei…

  • Meno male, ecco perché non è successo niente…senza quel codice hanno due dati su tre, però hai rischiato molto. Se telefoni, non farti problemi a dire cos’è successo e chiedi se, non avendo la chiave, può succedere qualcosa lo stesso. E’ sempre meglio essere certi al 100%. Magari ti cambiano anche l’altra password, per essere al sicuro.

    • Decisamente Marco, decisamente. Contatta la tua banca, se si tratta di carta di credito (come penso) ricorda che l’estratto conto non ti arriva subito…le truffe possono avvenire anche online a mesi di distanza, così da non farti risalire ai colpevoli (dando per scontato che non ricordi dove puoi averla usata per generare tutto sto papocchio).

  • Salve Massimo, ho risposto quasi per gioco ad una email LIDL per un sorteggio di un buono spesa, scoprendo solo dopo pochi minuti che era una truffa, ho inserito : Nome, Cognome, data di Nascita (no luogo), Email, CAP, Città, Via, Numero Civico, Cellulare e acconsentito al trattamento dei dati (ai sensi dell’art. 2 e 5, dell’informativa privacy). Volevo chiedere se è grave e cosa potrei fare per rimediare (denunciare la cosa ecc..), un saluto ..Rosario!

    • Salve, ho fatto lo stesso errore di Rosario, ma il link del suddetto buono LIDL si trovava sul sito offerteincorso.it.
      Dopo aver inserito i miei dati, ho ricevuto spam da diversi siti, da cui ho provveduto ogni volta a disiscrivermi.
      Volevo sapere: oltre ad utilizzare il mio indirizzo email per lo spam, a cosa gli serve il resto dei miei dati (nome, data di nascita, indirizzo, cellulare)?

      Inoltre vorrei segnalare che quel sito ha anche una pagina Facebook “Offerte in corso” con più di 60.000 iscritti, e pubblica giornalmente delle offerte legate a varie aziende…

  • salve massimo ho inviato la mia patente senza fare leggere la firma ad un signore di uk che mi ha chiesto insistentemente il mio documento in garanzia dopo che gia lui mi aveva mandato il suo. mi ha fatto un versamento come concordato di euro 40 per la spedizione quando gli ho chiesto prima di spedire l’oggetto di saldare il conto lui voleva che io inviassi prima la spedizione e fornigli i dati della lettera di vettura e di fare un pacco assicurato e che dopo avrebbe saldato. quando gli ho chiesto se non salda non invio nulla lui mi manda la copia della sua patente volendo inviata la mia per garanzia, in un primo tempo non accettai ma oggi mi arriva una telefonata da lui non parlando italiano ne io bene l’inglese mi risponde una signore che mi traduceva quello che diceva lui e viceversa, alla fine mi convinsi ed inviai la copia della patente.fatto ciò mi ha richiamato subito dicendo che ha ricevuto l’email e che stasera provvederà al pagamento. io per sollecitare tutto invio fattura paypal ma per sbaglio rinseirisco l’importo di spedizione che già mi aveva mandato in precedenza,mi scrive che avendo già convertito solo l’importo dell’oggetto senza spese di spedizione paypal non gli fa inviare il denaro e che deve ricaricare il conto e che con la conversione si perde tempo è quindi ci riproverà domani… mi sto preoccupando un po mi sono fidato perché mi ha già mandato i soldi della spedizione e quindi anche io ho i suoi dati paypal però il fatto della patente mi preoccupa un po

  • Salve. Ho fatto lo stesso errore di Rosario, solo che il link del suddetto buono LIDL si trovava sul sito offerteincorso.it.
    Dopo aver inserito i miei dati, ho cominciato a ricevere spam da altri siti, dai quali ho provveduto a disiscrivermi ogni volta.
    Vorrei sapere, oltre ad usare l’indirizzo email per lo spam, a cosa gli servono gli altri dati (nome, data di nascita, indirizzo, cellulare)?

    Inoltre vorrei segnalare che questo sito ha una pagina Facebook chiamata “Offerte in corso” con oltre 60.000 iscritti, che pubblica giornalmente offerte/buoni di varie aziende.

    • Ciao Vanessa, il problema di pagine del genere è che si presenta uno che vuole approfittarne, gli sgancia tot euro (anche centinaia) per “avere il permesso” di pubblicare nel loro gruppo ma alla fine è un investimento, visto che ne guadagnano dieci volte tanto con sto giochetto…Gli altri dati possono sempre servire nel caso di furto d’identità.

      • Ma per il furto d’identità non avrebbero bisogno di molti più dati? Magari relativi al documento d’identità o conto bancario? Vorrei sapere cosa rischio, e se devo preoccuparmi…

        • Diciamo che si può fare a più livelli, dipende dallo scopo. Per dire, con nome, data di nascita e indirizzo si può ottenere un codice fiscale plausibile (se non hai cambiato città) etc etc Ma se non ci sono dati bancari di mezzo o carte di credito non c’è molto da preoccuparsi.

  • Ciao massimo
    in questi giorni ho inserito un annuncio di arredamenti in vendita su subito .it
    Ho ricevuto vari contatti tra cui il sig.re Schibuola giulio che dopo aver comunicato con lui via email e ho capito che era una bufala l’ho mandato a quel paese .
    Gli altri contatti in lineea di massima usavano lo stesso approccio !
    A quel punto ho risposto a tutti con la stessa email ponendo le mie tassative richieste e sono spariti tutti .
    Secondo te ?
    Comunque qualcuno mi ha inviato copie dei loro documenti al fine di avvalere la loro serietà , dubito ?
    Vorrei gentilmente che aggiornassi la lista con i dati sotto riportati di detti truffatori al fine di cautelare altre persone .
    Francois German Margat margatfg@gmail.com
    Schibuola Giulio pgatto118@gmail.com
    Servizio Banca ecobank@email.com ( Arnaud Vincent ) +22 546810448
    Richard Fillon fillon.richard@hotmail.com
    Martin Alain martinsociete@gmail.com
    natcha1995sophie@gmail.com

    Ti garantisco che siano tutti truffatori in quanto il sistema di approccio e per tutti simile a quello da te citato nelle email pubblicate .
    N.b se vuoi anche email , PDF che mi hanno inviato o relativi documenti personali che mi hanno fatto pervenire , chiedimelo che ti invio il tutto .
    Grazie
    Paolo

  • AGGIORNIAMO UN PO DI DATI PER IL BENE DI TUTTI . ATTENTI RAGAZZI, TRUFFANO TUTTI I GIORNI !!

    Attenti che sui principali siti di annunci/vendite si annida una banda di TRUFFATORI SERIALI MOLTO PERICOLOSI.
    USANO i numeri telefonici con prefisso 351 e 377 . ECCO UNA SFILZA DI NUMERI CHE USANO :
    3394552067 , 3511843746 , 3511843823 , 3511843708 , 3511843692 , 3511843692 , 3512708242 , 3512538769 , 3512536019 , 3512687641 , 3512554181 , 3512688265 , 3512263157 , 3512569769 , 3202262905 , 3511843784 , 3512690277 , 3512688085 , 3512687889 , 3773499257 , 3773435712 , 3345211841 , 3773499327 , 3512690336 , 3512705092 , 3512705083 , 3511333647 , 3665440160 , 3276870205 , 3773499253 , 3883243948 , 3425153369 , 3512756179 , 3512754621 , 3512413820 , 3773499256 , 3512739400 , 3773499279 , 3512578377 , 3512621310 , 3512706544 , 3512687854 , 3773499317 , 3381189235 , 3512076231 , 3773484216 , 3773499280 , 3342699204 , 0108933971 , 3342699204 , 3318647907 , 3914546582 , 3397035438 , 3472808885 , 3703338395 , 3342784670 , 3511843807
    Le postepay e gli IBAN delle postepay evolution delle CARTE PREPAGATE che usano sono :
    1. POSTEPAY numero 4023 6009 2252 4725, codice fiscale MTGDNI65M17B681H intestata a DINO MUTIGNANI , codice fiscale MTGDNI65M17B681H
    2. POSTEPAY EVOLUTION CON IBAN IT83H0760105138205253605256 intestato a DINO MUTIGNANI
    3. POSTEPAY EVOLUTION CON IBAN IT27F0760105138285926885929 intestato sempre a DINO MUTIGNANI
    4. POSTEPAY EVOLUTION CON IBAN IT39M0760105138242431542435 intestato a FRANCESCO NAPOLI
    5. POSTEPAY EVOLUTION 5333 1710 2410 4354 intestata a Marco D’Alonzo codice fiscale DLNMRC80E27G482F
    6. POSTEPAY EVOLUTION 5333 1710 1638 2448 intestata a Dino Mutignani codice fiscale MTGDNI65M17B681H
    7. POSTEPAY EVOLUTION CON IBAN IT92N0760105138252561952572 intestato a Matteo Rosini
    8. POSTEPAY EVOLUTION 5333 1710 1559 4217 intestata a Francesco Napoli codice fiscale NPLFNC90R21C351H
    9. POSTEPAY 4023 6009 2132 2204 intestata a MAICHOL PARBONE DE MATTEIS ,codice fiscale PRBMHL87P19G482J
    10. POSTEPAY EVOLUTION 5333 1710 0640 7452 intestata a MAICHOL PARBONE DE MATTEIS ,codice fiscale PRBMHL87P19G482J
    11. POSTEPAY EVOLUTION CON IBAN IT70X0760105138284552884555 intestato a MARCELLO MOSCATO SAMUELE MOSCATO
    12. POSTEPAY EVOLUTION CON IBAN IT26C0760105138214515214519 intestato a SCIARRA MEDORO
    13. IBAN IT37M0306234210000001565762 intestato a Aldo Zanetti (nome di sicuro falso)
    14. IBAN IT26I0312702495000034012315 intestato a Michele De Muto
    15. IBAN IT50C0312702495000034008250 intestato a Aldo Zanetti
    16. IBAN IT41H1064012300000003000165 intestato a D’angelo Mario
    SICURAMENTE USANO ALTRE CARTE !!!!!!!!!!
    Alla fine è tutto riconducibile ad una banda di truffatori seriali di Pescara di Piazza IV Novembre, trova su google il numero 3394552067 , 3420404462 , 3665440160 E AVRAI parte delle TRUFFE CHE HANNO FATTO:
    http://www.tellows.it/num/3394552067
    http://www.tellows.it/num/3420404462
    http://www.chi-chiama.it/elenco-telefonico/36/654/401/60/
    http://www.tellows.it/num/3276870205
    http://www.tellows.it/num/03319146291
    I loro imbrogli sono nel settore fotografico , vendita accessori auto (cerchi), Imac, Iphone 6 , batterie , playstation , bimby , stufe a pelle, tv , robot da cucina , ecc…
    CONDIVIDETE PIU’ CHE POTETE !!!!!!!! GRAZIE
    ECCO IL CAPO
    http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2012/06/02/news/pescara-arrestato-dopo-la-rapina-1.5242186
    ed ecco gli scagnozzi
    http://www.ilpescara.it/cronaca/truffe-online-a-pescara-tre-arresti-sedici-indagati.html

  • Ciao Massimo, cosa rischio se telefonicamente do il mio nome, cognome, documento (credo faccia riferimento al codice fiscale o al numero della carta di identità) e codice seriale della mia sim del cellulare?
    Si tratta di una telefonata che dovrei ricevere a breve da parte di un presunto operatore di una compagnia telefonica che mi farà la portabilità per passare a quella compagnia con un’offerta. Mi posso fidare o da quei dati che dovrei dargli potrebbe bloccarmi il cellulare o fregare qualcosa? Grazie in anticipo!!

    • Ciao Riccardo, ahimè quella è la prassi per la portabilità…certo, se lo fai direttamente da call center ci sono pochi rischi, con un intermediario vai sempre in fiducia…Per si e per no, chiama il numero verde ufficiale della compagnia telefonica e chiedi se loro operatori fanno quell’offerta. Se no, avrai la tua risposta :)

      • Si, quell’offerta la fanno per davvero..Il fatto è che non so se fidarmi da chi mi chiama.. Dando quei dati cosa rischio se incappo in una fregatura/truffa?

          • Perché questi dicono di essere del call center.. Ma credo che chiamerò prima il numero verde come mi hai consigliato per esserne sicuro! ti ringrazio tanto!!

  • Caro Massimo,
    ti chiedo un aiuto: se un compratore su eBay insiste di voler utilizzare (io sono un venditore) come metodo di pagamento una ricarica su postepay, volendo sia il mio numero di carta che il mio codice fiscale, corro qualche rischio a dare questi miei dati personali a uno sconosciuto? Ti ringrazio in anticipo.

    • Ciao Carlo

      per caricare il postepay servono in effetti i dati a te richiesti

      Se il compratore ricarica dall’ufficio postale e’ sufficiente il codice di 16 cifre PP
      Se invece la ricarica avviene tramite ricevitorie lottomatica e’ richiesto anche il codice fiscale.
      Quindi il mio consiglio per esperienza e’ il seguente,fornire senza problemi i dati e verificare l’avvenuto accredito prima di spedire la merce da vendere.Nel caso di mancato accredito con i dati puo’ far ben poco ma per sicurezza e se non ricarica a breve tempo o se non risponde piu a telefonate o a mail nelle ore successive,preallertati e svuota subito la carta ritirando eventuale denaro residuo (sempre poco consigliato tenerlo per sicurezza) e richiedi un nuovo numero di codice alle poste spiegando l’accaduto.

      Saluti
      Lorenzo.

  • Ciao ho messo in vendita una cucina su subito.it per disarmante il prima possibile e sono stata subito contattata da una persona che si spaccia per essere italiana ma che si trova in Tunisia per lavoro. L email non è certo scritta in italiano e si capisce che è straniero ma ha un nome italiano. Gli ho fatto un paio di domande per capire come poteva essere interessato senza le misure e senza vederla e dice di mandare un suo spedizioniere FedEx a ritirare tutto con spese di trasporto a suo carico. Mi ha chiesto insistentemente e più volte l Iban ma non mi sono mai fidata a lasciare nulla e poi sono andata a cercare su internet qualcosa e ho trovato questo articolo. Credo gli risponderò che ho già venduto tutto anche se con l Iban di una prepagata non possono far nulla e soprattutto se mi chiedessero di pagare una tassa non tireremo fuori un soldo ma rinuncerei ala vendita che farei solo dopo aver prelevato i soldi. Il tizio che mi ha contattata si spaccia per fabrizio mariani. Grazie per i vostri commenti credo si tratti proprio di una truffa.

  • Salve,
    ho ricevuto una mail come quelle sopra con tanto di documento di identità allegato da una certa Charlotte, francese che sta per trasferirsi in Marocco ed è interessata a comprare un abito che ho messo in vendita.
    Il problema è che mi chiede indirizzo, cellulare, iban, etc.etc.
    Rispondo immediatamente di no, soprattutto perché inizia la mail chiedendomi di risponderle su un’altra mail, scritta anche male . Decido quindi di proporle il mio numero postepay specificando che si tratta di una carta prepagata e non di un conto postale e che non intendevo dare altre informazioni.
    Mi risponde che va bene e così faccio, non fornendo però le ultime tre cifre (sento toppa puzza di bruciato) e mi fermo al nome e cognome (sperando che solo con questi te dati non accada nulla).
    Evidentemente sono rimasti delusi perché subito dopo, questione di qualche minuto, mi arriva un’alta mail per un altro mio abito e chiedendo di rispondere sempre sull’altra mail che loro forniscono (chlote05@gmail.com…..segnatevela bene!!!). A quel punto decido di usare la mail che viene genarata da Subito.it (voglio vedere se da lì rispondono) e specifico nella mia risposta che sono sempre io e chiedo se sono interessati anche all’alto articolo e indovinate??? NESSUNA RISPOSTA!!!
    Poco fa ho segnalato l’accaduto al servizio clienti di Subito.it.
    Cosa accadrà a me e alla mia carta già tristemente vuota?? ;)

  • Ciao

    ho letto oggi l’articolo del blog e sono un po’ spaventato, perchè due settimane fa un’azienda ad un colloquio di lavoro mi ha chiesto di portarle fotocopie di carta di identità e codice fiscale!

    L’azienda è comunque ben strutturata e nota, tuttavia non so ora sono un po’ in ansia, visto che ho fatto come mi hanno detto e ho lasciato loro le fotocopie…

      • Ho appena contattato telefonicamente l’azienda in questione, per chiedere delucidazioni, mi han detto che lo fanno primo perchè cosi’ si tutelano loro stessi , in quanto cosi’ sono sicuri su chi hanno di fronte, secondo perchè solitamente chiudono la selezione nel giro di massimo 1-2 giorni e cosi’ mi han detto evitano di farti tornare solo per portare i documenti per l’assunzione.

        Dice che è credibile come cosa?

        francmanete è la prima volta che mi è successa una cosa del genere, benchè di colloqui aimhè ne sto affrontando diversi

  • Salve, io ho fornito fotocopia della carta d’identità, fotocopia codice fiscale a un annuncio di lavoro online. Sono un ragazzo di 24 anni disoccupato e purtroppo prima di inviare i dati non ho riflettuto abbastanza da capire che si trattava di una truffa. Ma considerando che non ho un conto in banca effettivamente cosa rischio? Cosa mi consiglia di fare, sono in paranoia totale.

    • Ciao Francesco, diciamo che da un punto di vista monetario purtroppo (o per fortuna) per te non rischi molto…il documento verrà utilizzata presumibilmente per truffe all’estero, come fanno qui con i documenti dei francesi…

  • Ciao

    Oggi in una agenzia di lavoro interinale mi han fatto fotocopia di carta d’identità e codice fiscale, è normale? Ho fatto male a lasciarglielo fare?

  • Salve, penso di essere stata truffata, ho acquistato un di paio di scarpe dal
    Sito lecombalou.fr ho inserito tutti i miei dati della
    Carta di credito, a fine operazione mi dicevano che non era andata a buon fine… Dopo tre gg mi accorgo che dal
    Mio conto sono stati addebitati euro 160.. Con la
    Dicitura “article eshop beijing” ora non so che fare…conoscete qs sito? Vi ringrazio per l’aiuto

    • Ciao Giulia, il sito non lo conosco ma la cifra delle scarpe era quella? Se si, forse le hanno spedite (contattali per chiedere). Se no, l’intero modulo di pagamento era una facciata per un’azione di phishing (leggi qui)… :(

  • Ciao. Io stamattina ho attivato in in banchetto fuori dalla stazione centrale a Milano una scheda lycamobile. Mi ha fatto strano che i ragazzi (penso pachistani) abbiano fatto una foto fronte retro alla mia carta di identità con una macchina fotografica digitale. Rischio qualcosa? Grazie

  • Salve, ho fornito i miei dati e indirizzo di casa, ma non ho dato nessun numero di telefono o documenti. Non c’è nessun modo per cancellarmi? Grazie

    • Difficile Paola, non si tratta di società che prevedono la cancellazione dei dati personali per questioni di privacy…fortuna che ti sei limitata a quelli, non ci fanno nulla.

      • Gentile Massimo,
        Scrivo perché anche a me è successa la medesima truffa e volevo alcune delucidazioni. Dunque ti spiego la questione. Ho messo in vendita una chitarra e ho ricevuto risposta da una certa Marie dominique molto interessata all’acquisto. Accetto e dice che paga lei dalla Costa d’Avorio ma devo spedire al figlio in Francia. Una volta concordato tutto mi scrive che devo pagare queste famose tasse. Euro 150 via money gram o western Union per sbloccare soldi nel mio conto dato che nel loro paese ci sono state molte truffe. Poi appunto mi scrive questa fantomatica banca dove dice le stesse cose. Dopodiché invio i soldi richiesti. Una volta inviata la somma faccio una foto alla ricevuta western Union dove ci sono scritti nome e cognome indirizzo NUMERO CARTA IDENTITÀ E CODICE FISCALE. Ovviamente precedentemente avevo inviato IBAN e di conseguenza hanno anche la mia email ma NON numero di telefono. Cosa devo fare secondo te? Cosa mi può succedere? Scusa se sono stato prolisso e spero possa aiutarmi. Grazie

        • Ciao Jonathan, diciamo che il peggio è fatto…nel senso che con i numeri ci fanno ben poco e ormai, con i soldi in tasca, non gli servi più. Loro si “cibano” solo delle scansioni di carte/documenti da poter riutilizzare con altre potenziali vittime, quindi… Mi dispiace tu sia stato una di loro :(

          • Caro massimo,
            Per cui dici che ora che il peggio è fatto, cioè ho versato i soldi, il fatto di avere IBAN, e una foto della ricevuta da western Union (tra l’altro fatta da lontano dove si intravede la mia mano che regge la foto) con sopra i miei dati non serve a nulla? Non devo bloccare il conto? Ho comunque fatto denuncia alla polizia postale online. Ps:il fantomatico consulente del finto acquirente mi ha scritto ancora chiedendo il nuovo accredito ma ho preso tempo dicendo che oggi il luogo dove effettuò solitamente gli invii tramite western Union è chiuso. Ho fatto bene? Cosa posso rispondere in futuro?

            • Diciamo che l’obiettivo n°1 sono i soldi, seguono (a grande distanza) file da poter riutilizzare spacciandoli per propri e non credo ci facciano nulla con una ricevuta. Con l’IBAN sicuramente niente, al massimo ti fanno un bonifico :) Per quanto riguarda “E ora?” scegli tu sei un sonoro “PRRRRRRRRRR!!!!!!” oppure dirgli che hai fatto denuncia e segnalato il loro indirizzo IP. Non ti contatteranno più. Se mai dovessero provare a chiamarti, blocca il numero (anche perché se rispondi paghi pure tu).

              • Ok grazie mille mi hai tranquillizzato parecchio. Fortunatamente non hanno il mio numero di telefono ma solo la e-mail

  • Salve, ho inserito nome cognome cell. e indirizzo in un concorso della Mons Management LTD.Dove promettevano un buono acquisto Ikea di 500 euro.
    Cosa rischio?

  • Salve, io dovevo cambiare gestore telefonico, ho dato il numero di crata di credito quello sul fronte, di una carta che però mi sono accorta subito che era scaduta da febbraio 2015. Alla signorina della Fastweb quindi ho detto che non avevo a portata di mano la carta di credito nuova per cui ci saremmo dovuti risentire. Dato che la carta era scaduta rischio qualcosa qualora questi numeri finissero nelle mani sbagliate? Non ho dato i numeri sul retro e nessun documento. Grazie per la sua risposta

  • Ciao Massimo, devo cambiare gestore telefonico e passare alla fastweb, però mi chiedono l’iban il codice fiscale il documento di riconoscimento e l’ultima bolletta del vecchio gestore. Rischio qualcosa? Come faccio a sapere se la signorina della fastweb che mi contatta non è una truffatrice? Grazie

      • Ciao Massimo, ho provato come mi hai suggerito tu a contattare un centro fastweb vicino alla mia zona
        e oltre a codice fiscale, carta d’identità, bolletta del vecchio gestore mi chiedono addirittura il bancomat che passeranno al pos che si registra direttamente l’iban.
        Scusa ma a me sembra assurdo…mi sa che rimango col vecchio gestore telefonico… mah
        Saluti Costantino

  • Sono caduta in una trappola.

    Salve, mi sono iscritta in un sito di hostess e modelle, perche gli interessati mi trovavano il mio profilo idoneo a cio che cercavano dovevo solo iscrivermi nel loro portale raccomandandomi di scrivere i dati per essere riconttata. Mi sono iscritta completando tutti i campi obbligatori: nome, cognome, via, C.F. CV. email, cellulare e documento e accettato termini e condizioni. In fine ora dopo 22 giorni dall iscrizione oltre a non aver mai lavorato mi inviano una mail con un numero di telefono per chiedere info sul sito e un altra con una fattura per aver comprato lo spazio per promuovermi nel loro sito.. dalla somma di 700 euro circa e un messaggio con scritto che io ho fatto la registrazione il 1 marzo e che da quel giorno non ho ancora pagato il sito e che avrebbero preso provvedimenti in via legale. Queste persone mi hanno indotta ad iscrivermi senza avvisare che fosse a pagamento. E tutto scritto nelle condizioni generali che non ho letto perche stupidamente non me lo aspettavo. Il recesso era possibile entro i 14 giorni dall iscrizione senza versare nulla, ora che sono passati 22 giorni è possibile fare il recesso ma la somma fatturata obbligatoria da versare. Avete capito perche non mi hanno subito mandato la fattura per l attivazione? Ora mi chiedo che rischi posso correre?

  • Ciao Massimo, sono vittima di una truffa su Kijiji. Ho provveduto a segnalare l’inserzionista ai gestori del sito che però non si son sforzati di far nulla poiché l’annuncio (relativo ad un iPhone 5s) è sparito il giorno successivo al mio acquisto. Penso di essere diventata in poco tempo un’investigatrice privata poiché, dal nome e dal cognome dell’intestatario della PostePay ricaricata e dal codice fiscale del truffatore ho scoperto residenza e domicilio, reale numero di telefono e addirittura avuto uno scambio telefonico con l’ipotetico padre del ragazzo, che mi ha quasi chiuso il telefono in faccia. E’ meglio che mi rechi dai carabinieri o in polizia postale? Ho effettuato il pagamento Lunedì (tramite ricarica PostePay perchè PURTROPPO il ragazzo è stato molto abile nel convincermi che potessi fidarmi, fornendomi codice IMEI, video del telefono in funzione, informazioni dettagliate che non mi hanno permesso di dubitare delle sue cattive intenzioni). La somma è considerevole e spero in un rimborso, ho anche inviato vari sms per fargli capire che lo denuncerò, ma pare ignorarli e trovare scuse palesemente finte per rimandare ogni possibile conversazione. Dice di lavorare, di essere occupato, di non potermi fornire alcun codice per tracciare il pacco perché ha gettato la ricevuta ed io attendo da giorni che i miei soldi caschino dal cielo. Sono molto arrabbiata e non credo che solo gli stolti caschino in certe trappole perché ho spesso acquistato astutamente su siti molto meno sicuri quali Subito, anche ricaricando PostePay senza avere troppe informazioni del venditore, ma credo che le forze dell’ordine debbano essere più presenti! Temo che sia la polizia postale che i carabinieri se ne lavino le mani.

  • Ciao Massimo,
    sto facendo un passaggio da infostrada a telecom italia.. in pratica ieri mi contattano pensando che fossero operatori telecom.. purtroppo ho dato le mie generalità indirizzo residenza, codice fiscale e numero della carta d’identità. quando mi hanno chiesto di inviare la copia fronte/retro della carta d’identità mi sono fermato non ho inviato nulla in quanto mi sembrava strana la cosa che volessero il mio documento via whatapp o @gmail.com… io ho segnalato la cosa all agcm.it inserendo i numeri con i quali mi hanno contattato. Non so più che fare ho paura che vadano nel mio conto in banca o peggio…

    • Ciao Antonio, se non hai dato dati bancari (e anche in quel caso è difficile) possono fare poco. Hai fatto BENISSIMO a non caderci, anzi mi hai dato l’idea per un altro articolo. Ultimamente mi arrivano un sacco di commenti in merito. Se vuoi scrivere i numeri anche qui e i vari dati sono sicuro aiuterai un sacco di gente.

  • Ho dato il mio nome e cognome, numero di telefono,mail, comune e provincia, codicie postale. Devo preoccuparmi di qualcosa?

  • Ciao paolo dei truffatori penso sono entrati in posesso della copia fronte retro del documento e tessera sanitaria cosa possono fare con delle fotocopie.Io comunque ho già denunciato lo smarrimento di tutte e due.

  • Salve Sig.Massimo,qualche giorno fa ho risposto ad un annuncio di lavoro su Subito.it,e preso dall’entusiasmo ho spedito il mio curriculum vita con alcuni dati personali,nome cognome codice fiscale ecc….ho controllato la partita Iva dell’azienda che ha pubblicato l’annuncio sul sito dell’agenzia delle entrate,e l’azienda risulta,ed è attiva,ma se fosse una fregatura??? non rischio nulla vero?? non ci dormo la notte,attendo risposte,Grazie mille

    • Ciao Massimo, passino i primi dati ma…la firma come l’hai fornita? Era mica un modulo? A parte quest’ultima (che comunque trova il tempo che trova, sai quante ne girano di tutti) non dovresti essere esposto a chissà quali rischi.

  • Salve anche a me ieri ha contattato questo fabrice giancarlo , con la stessa e mail che ha inviato altre persone per un annuncio su ”subito”….per fortuna che ho.cercato il.suo nome in Google e sono arrivata alla sua pagina. Grazie mille

  • Sono stata truffata! Ma la voce strana del direttore di banca mi ha fatto insospettire voce metallica , cupa, niente rumori intorno… Voleva che andassi a controllare la mail …mi hanno chiamato da un + 41 !!!
    La storia è iniziata così ho messo nin vendita una poltrona mi ha scritto una signora francese chiedendo la disponibilità e poi mi ha mandato una mail allegata di documenti dove mi chiedeva i miei dati. Esattamente mi ha sempre parlato di merce…Mi ha detto che si trasferiva in costa d avorio. Le ho chiesto anche una maggiorazione di prezzo perché un altra francese la contendeva…da ridere se anche quella era una truffatrice!! Fatto sta che mi sono arrivate tante mail da money gram dicendo che dovevo eseguire il pagamento indicandomi dove potevo andare vicino casa mia. Poi mi è arrivata la mail dalla banca dove posso controllare il pagamento tramite CRO su un link ma non ho cliccato. E la mail della signora che mi diceva che mi aveva versato 85 euro in più per pagare le tasse x me. Ma la transazione è bloccata fin quando io non pago la mia parte. Mi ha anche mandato la copia del falso bonifico. Questo fatto deve essere divulgato!!!/addirittura stamattina la telefonata …io ho chiuso dicendo Che andavo a controllare .

  • Ciao
    mi è servito un bel pò, pure se certe cose le sapevo già. io invece avrei un piccolo problemino, essendo iscritto nei vari siti per la vendita di qualsiasi tipo di oggetto, non appena pubblico un’oggetto ce qualcuno che si diverte alle mie spalle, mandandomi email, rispondo e poi non si fa più sentire facendomi perdere del tempo quando poi ricontattandolo le chiedo il num. di cell. mi dice no, lasciamo perdere. queste email che mi arrivano non sono normali email ma credo che la registri al momento. io non sono competente ma credo che faccia cosi. o tentato di rintracciarla tramite i programmi che si trovano sul web ma non sono riuscito a fare niente. il fatto è che a volte rispondo male anche alle persone che non centrano niente e che a sua volta concludiamo la trattativa.
    ora le chiedo, come posso fare a sapere da dove arrivano queste email? o mi devo rivolgere alla polizia? gradirei una risposta. grazie

    • Ciao Salvo, non sei il primo a raccontarmi una storia del genere, sai? Visita l’altro mio articolo “5 tecniche infallibili per NON vendere su Subito.it o Kijiji” , premi CTRL+F e scrivi “perditempo”…ti uscirà il commento di tale “Venditore scocciato” in cui se ne parla…Purtroppo essendo filtrate da Subito non si può capire da dove provengano…idem quelle di eBay se sono account fake…diciamo che chi fa questo “mestiere” sa bene che è meglio non essere connessi ad account validi…

      • Buongiorno a tutti!
        Ho letto il commento di Salvo e come già scrissi, anch’io sono stata contattata in questo modo, per poi segnalarlo subito agli amministratori del sito.
        Io però continuo a vendere su Subito o Kijiji, fino ad ora, a parte quell’evento, ho venduto molte cose e non vedo perché io ci debba rimettere , o la professionalità di questi due siti, per la disonestà di alcuni.

  • salve, sono stata contattata da un truffatore di subito.it di nome Giancarlo Fabrice che mi chiedeva iban , bic , numero di telefono ,indirizzo di casa e nome e cognome cosi che lui possa fare il pagamento.
    io però non avendo conto bancario gli ho riscritto dicendoglio che puo fare il pagamento sulla mia carta postepay ricaribile e gli ho fornito nome e cognome e SOLO codice a 16 cifre.
    puo fare qualcosa?

    • Ni. Purtroppo le 16 cifre sono lo scoglio più grande da ottenere…il resto non è facile ma possibile. Diciamo che sta a te valutare il rischio si possa risalire alla data di scadenza e usarla in siti che follemente ancora non chiedono il CCV sul retro della carta… :|

  • Buongiorno, lo so che non sarò il primo a dirle che sono disperato, ma sono stato truffato, stavo comprando un camper su subito. It, mi serviva per viverci, visto che ho perso il lavoro e sono stato sfrattato, ho anche delle persone da mantenere, e ho usato tutti i miei risparmi per comprare quel camper, ora mi trovo senza casa, senza lavoro e senza soldi, mi sto trattenendo dal suicidio solo per le persone che amo per non lasciarle sole.
    Ho scritto già su molti blog ma non ho neanche mai ricevuto risposta, lei ho visto che invece è molto disponibile e sembra una brava persona.
    Non vorrei approfittarmi della sua disponibilità, ma la prego mi capisca, non so più a chi chiedere aiuto .
    Certo sono stato ingenuo a fidarmi della persona con cui ero al telefono, ma avevo bisogno del mezzo alla svelta e mi sembrava una persona affidabile, così le ho dato il totale della paga in anticipo per tenermelo fermo, tanto sarei andato nel domani.
    Questa persona ha spento per sempre il telefono, ha troppi miei dati, compresi fotocopia carta di identità e codice fiscale miei e della mia fidanzata. Cosa rischio?

    Oltre a questo scrivo per un altro motivo, io ho il suo numero di telefono, il nome e cognome, la zona abitativa (quella che mi ha detto) ma non il suo indirizzo di casa, il suo Iban della postepay evolution (su cui ho accreditato il pagamento con ricarica postepay) e il suo numero di carta, la sua email (che ho usato per inviare fotocopie ma da cui non ho mai ricevuto email).

    Questi sono i miei dati in suo possesso e i suoi in mio possesso.
    I carabinieri mi hanno detto che senza codice fiscale non sanno cosa fare e di aspettare che tanto ho 90 giorni di tempo quindi non mi hanno neanche fatto partire la denuncia (non hanno voglia) .
    Mi dica che c’è un modo per risalire all’indirizzo della persona che a quanto pare devo farlo io il lavoro del carabiniere.
    O se conosce qualunque modo, la prego, qualunque modo per trovarlo o avere almeno delle prove per farlo trovare dai carabinieri.
    La prego, penso che lei è la mia ultima speranza, nel caso di buona riuscita le giuro sulla mia vita (che non so più quanto valga) che le darò un compenso, voglio solo riuscire ad avere dei soldi indietro da questa persona che ci ha rovinato la vita a me la mia fidanzata e il mio bambino di 2 anni. Siamo per strada la prego, se sa qualunque modo mi aiuti. Grazie in anticipo. Buongiorno.

    • Ciao Lorenzo, per i dati sensibili leggi pure qui
      Purtroppo per l’indirizzo della persona non è affatto facile, posto che il pagamento su postepay praticamente può avvenire nei confronti di chiunque e con l’identità presunta di chiunque, quindi figuriamoci se l’indirizzo possa essere vero. E’ anche vero che i carabinieri dovrebbero (leggi: possono sicuramente) chiedere di risalire all’intestatario della carta, per quanto questo non assicuri sia la stessa persona. Idem il numero di telefono (che immagino sia un cellulare)…spiace dirlo, ma sono quei casi in cui uno dovrebbe avere un amico in polizia per avere qualche informazione confidenziale (quantomeno avere conferma che gli indirizzi corrispondano). L’alternativa, se hai la sua email, è quella di scrivere da un altro indirizzo come fossi un altro acquirente e guidare la conversazione così da poter scoprire nuovi dati (per dire, potresti dirgli che vieni a ritirare la merce di persona e vedi come risponde). In bocca al lupo, mi spiace non poterti aiutare di più.

  • Salve Massimo,
    qualche giorno fa ho risposto ad un annuncio per un’offerta di lavoro come “trasportatore”. Mi hanno risposto dopo circa 6 ore dalla mia candidatura chiedendomi di inviare una copia della patente. Così ne ho inviato una copia fronte/retro, ma non ho ancora ricevuto risposta. Siccome si tratta di una ditta che si occupa di trasporti e noleggio di mezzi ad uso commerciale, non vorrei che con il mio documento potessero fare qualche pasticcio…del tipo qualche sinistro o cose del genere. Oggi se ne sentono di tutti i colori e un pò di paranoia penso sia comprensibile. Lei che ne pensa? Posso stare tranquillo o mi conviene fare una denuncia preventiva?
    Grazie.

    Giuseppe De Rosa

        • Vedi i casi della vita…solo che a lui non hanno concesso di fare denuncia. Posso mettervi in contatto? Ormai l’ho presa come prassi di fronte a comuni ingiustizie, posto che l’unione fa la forza…

          • ho appena adesso inoltrato un commento a quello di francesco vinci informandolo a quale comando rivolgersi…in ogni caso sarei felice di restare in contatto sia con lui che con altri utenti che hanno risposto allo stesso annuncio. Grazie mille.

              • Ciao Massimo!
                Grazie per quello che fai. Arrivo subito al punto.
                Sono un pittore, e ho un sito attraverso il quale a volte i clienti mi contattano attraverso un form per avere info sulla vendita di quadri ecc., nonostante non sia un e-commerce.
                Due giorni fa sono stato contattato da un certo Jackson Banks che volendo fare un regalo per l’anniversario alla moglie, mi ha chiesto la vendita immediata di un quadro ben preciso che ho nel sito.
                Con la scusa della sorpresa, però, mi dice subito che non vuole trasferire soldi tramite bonifico, (poichè il conto di famiglia è controllato dalla moglie che se ne accorgerebbe), ma farmi un’assegno che spedirà via fedex. Per questo ha bisogno di:
                1) Indirizzo presso il quale lo voglio spedito. (ho dato quello dell’attività e non di casa)
                2) numero di telefono per comunicazioni costanti (cellulare)
                3) nome e cognome
                4) email (ce l’ha già in quanto stupidamente ho abboccato)..

                dopo un giorno mi rendo conto che qualcosa non va e cercando alcune parole chiave trovo subito lo stesso testo con nomi diversi. Si tratta di fenomeno noto come ART SCAM, ma a quanto pare il metodo viene applicato anche per altri articoli, che non siano oggetti d’arte, come moto, barche ecc..

                Premetto che lavoro costantemente con gallerie americane e tutta questa conersazione è avvenuta in inglese.

                Avendo fornito i dati di cui sopra, cosa può fare questo soggetto? Cosa può fare a nome mio?
                Può esserci un furto di identità? Devo denunciare alla Polizia Postale?

                Grazie

                • Ciao Fabio, interessante, non sapevo esistesse pure l’art scam…non sanno più cosa inventarsi. Non credo possa fare molto con quei dati, non conosco la truffa ma immagino che la richiesta di soldi sarebbe arrivata a breve. Senza documenti tuoi si può fare ben poco :) In bocca al lupo!

  • Ciao massimo due truffatori sono in possesso della fotocopia della carta d identita e tessera sanitaria ho paura possano fare finanziamenti online o truffe a mio nome.Io però ho denunciato lo smarrimento delle due carte e rifatte cosa possono fare con le copie ti prego aiutami

  • Dimenticavo che sono stato contattato telefonicamente da un certo Benoit Blanc telefono 0022556323077 spacciandosi come consulente fiscale e la carta d’identità che mi hanno inviato copia è intestata a JANSON MARGARETA di nazionalità svedese con residenza ZONE 4 RUE FONTAINE/01 BP 101 ABIDJAN 01 (RCI)

  • Adela.

    Buongiorno , ho inviato diversi CV a tante ditta di commercio cerca do 300 in tutto il veneto, senza nessuna risposta ho studiato più di 22 anni nel mio paese per contentarne solo con pulire la casa degli altri senza contratto o dignità di fare un lavoro onesto , sono sposata con due bimbe, mio marito e Italiano e da un paio di giorni ho pubblicato su siti popolare con un annuncio cercando lavoro come commessa , sono stata stupida in mettere il mio ND y fotografia dicendo solo lavoro formale me ha chiamato un uomo , offrendo lavoro per ditta fabbricante di scarpe dove doveva indossar scarpe e lui annusava il piedi, ho passato tel a mio marito spaventata di la proposta di questa persona mio marito le ha risposto, e la detto nusame anche mie piedi ho fatto dinuncia a la polizia a fine que nessuna donna sia burlata, con una proposta dal genere voglio eliminare il annunzio non so come fare , sto veramente male.

  • Buongiorno oggi anche io come altri stavo per cadere in un truffa; gli ho dato iban, C.F., foto della carta di identita, nome cognome e indirizzo. RISCHIO QUALCOSA?

  • Buongiorno, ho appena capito facendo due ricerche su internet che stavo per essere truffata da quelli della Costa d’Avorio, io di personale ho dato codice fiscale,il numero della postepay e il numero di telefono! Vorrei essere sicura che non mi succeda niente, è proprio ora mi stanno chiamando da un numero privato. Ho bloccato il numero

  • Salve.ho un problema, oggi per un posto di lavoro mi hanno chiesto il casellario giudiziale è se non l’ho avevo di mandare a loro fotocopia dopo la carta d’identità e codice fiscale. Il fatto è che sono andata a cercare quel indirizzo per non ho trovato nnt.credo che è stata una truffa e sono preoccupata,vorrei sapere cosa posso fare.grazie in attesa della vostra risposta

  • Salve….ho trovato questo blog …solo dopo purtroppo essere stata truffata …. oltre ai soldi gli ho mandato anche il mio codice fiscale e iban ….. vorrei un consiglio…..perché al momento mi mangerei le mani pensando alla mia ingenuità. … grazie

    • Mi dispiace tanto Cecy! Ingenuità o meno, è inutile che ti mangi le mani visto che NON è colpa tua. E ci mancherebbe pure. Con gli altri dati non credo faranno nulla, in questi casi vale il detto “prendi i soldi e scappa”…quindi tranquilla e vedi di fare due cose: capire se c’è la possibilità di coalizzarti con qualcuno (se chi ti ha truffato è italiano) per fare gruppo in ottica di denuncia, cosa che stanno facendo in tanti, e soprattutto (se il truffatore è straniero o italiano è uguale) PARLARNE alle persone che conosci, così da proteggerle dalla tua stessa sorte. E se te ne vergogni, pensa a quanto sarebbe brutto se un giorno una persona cara venisse da te raccontandoti una storia simile alla tua e tu pensassi che avresti potuto salvarla mettendola in guardia mesi prima… In bocca al lupo!

  • Gentile Massimo,
    ho il sospetto di essere stata truffata da un operatore telefonico che si è finto Vodafone. Ho dettato al telefono il numero della mia carta d’identità (senza fotocopia) e il codice fiscale.
    Mi hanno chiesto anche l’id della sim, sostenendo però che l’avessi dettato sbagliato. A questo punto ho detto di non aver più tempo ed ho interrotto la telefonata. Cosa rischio?
    Grazie per l’attenzione!
    Sara

    • Ciao Sara, come risposto poco fa a Paolo per un problema analogo, questi tentativi sono finalizzati a farti cambiare operatore, per poi farti d’addebito diretto sul conto. Non credo a questo punto ci faranno molto con la carta d’identità, non sapendo a quale utenza si riferisca…

  • Ciao, oggi sono stato contattato dal numero 02 6929 27527 che parlava di rinnovi obbligatori di contratti dell’energia.
    Avevano già codice fiscale, indirizzo, e volevano che gli dessi dei codici sulla bolletta (che non avevo, ero al lavoro).
    Gli ho dato – ingenuo! – il numero della carta di identità, e quando hanno chiesto l’iban mi si è accesa la lampadina e ho chiuso la conversazione.
    Le questioni erano molto confuse. Rischio qualcosa avendo dato il numero della carta d’identità?
    Grazie mille

    • Ciao Paolo, noto anche grazie a te che questo è il periodo delle sòle telefoniche…arrivano un sacco di commenti…anche se in questo caso credo siano finalizzate a farti cambiare operatore, per poi farti d’addebito diretto sul conto. Non credo a questo punto ci faranno molto con quel numero.

  • Buonasera,
    mi aggiungo anche io al lungo elenco de “gli amici della costa d’avorio”….oggi rispondo ad una email (molto ben fatta) di http://www.casa.it (dove ho messo un annuncio per l’affitto di una casa) nella quale mi si chiede di inviare copia della carta di identità e una bolletta per verificare il reale possesso della casa in oggetto, pena la disattivazione del servizio, nonostante io di solito sia molto attenta a non abboccare i riferimenti erano reali e la cosa mi sembrava troppo veritiera per essere phishing…..quando ho realizzato che la mail veniva da casa.it@europe.com ho capito di aver fatto una c……..a pazzesca!!! Infatti ho chiamato il sito e mi ha confermato la loro estraneità.
    Fortunatamente così come sono stato sprovveduta ad abboccare lo sono stato anche a mandare i documenti, nel senso che ho mandato una scansione di C.I. e C.F. scaduti e solo del lato interno (quello dove non si legge il numero della carta per intenderci).
    Cosa rischio con questi documenti scaduti ed incompleti dove però ci sono i miei dati su scritti?

    P.S. niente bolletta perchè fortunatamente non ne avevo una disponibile….

    • Aggiungo anche il testo della email “fasulla” nel caso la ricevesse qualcun’altro….

      “Gentile cliente Casa.it,

      durante i nostri aggiornamenti regolari e verifiche di tutti i conti Casa.it, non siamo riusciti a verificare i dati correnti. È possibile che le informazioni sono state modificate, sono incompleti o il vostro annuncio è stato segnalato come frode. Di conseguenza sarà limitato il vostro accesso su Casa.it. Per iniziare a utilizzare pienamente il vostro account Casa.it, abbiamo bisogno delle seguenti informazioni da voi:

      – Una copia della sua carta di identita’ oppure del passaporto;

      – Una copia recente (max 6 mesi ) di una bolletta (enel, eni, telecom etc. ) della / delle sue proprietà in affitto sul sito Casa.it, a suo nome (se la bolletta non e’ a lei intestata, si richiede anche la copia di un documento identificativo dell’ intestatario nonche’ di una lettera di delega per la gestione dell’ immobile).

      L’aggiornamento deve essere completato nelle prossime 48 ore, se non il tuo account verrà cancellato.
      Questo è a scopo di verifica ed è essenziale per il nostro dipartimento di Sicurezza. “

    • Grazie Maura, con la tua email così completa mi sa butterò giù un articolo lampo sulla faccenda di casa.it, non sei la prima ad averne parlato negli ultimi due giorni. Hai per caso ancora la mail che ti hanno mandato?

      • Certo Massimo, ho conservato tutte le email, compreso quella con cui ti chiedono informazioni dal portale per ottenere il tuo indirizzo email e, per quello che può servire, indirizzi email/IP e quant’altro…..
        Ovviamente ho già chiamato poltel e carabinieri che mi hanno ripetuto la solita storia del “non è reato” e che non si può sporgere denuncia ma basta la email che gli ho mandato come prova nel caso succeda qualcosa a mio nome.
        Comunque penso che, a parte le “truffette” tra privati tipo quella della costa d’avorio, sia pazzesco che nel 2016 in un paese che si spaccia per evoluto come il nostro sia possibile fare quelle “cosette” (di cui non vuoi giustamente parlare) semplicemente utilizzando la copia di un documento, magari falsificato!!! Quanti decenni dovremo aspettare per ricevere un semplicissimo SMS che ci avverte di ogni movimento fatto a nostro nome così come le banche fanno già da anni per bancomat e carte di credito?!?
        Ultima cosa, tu pensi che possa servire a qualcosa diffidarli dall’utilizzo dei dati minacciandoli di conoscere il loro indirizzo IP ed email?
        Grazie a te per dare la possibilità di diffondere queste informazioni!!!

        • Maura, mi togli le parole di bocca. Io non sopporto il fatto che l’essere pesce piccolo consenta di violare la legge e restare impunito, con la necessità di dover fare il passo più lungo della gamba e truffare su larga scala prima di dare nell’occhio… Purtroppo diffidare credo serva a poco…

          • Ciao Massimo,
            Io tempo fa ho mandato la foto della postpay sia avanti che dietro a mio figlio però a lui hanno rubato il telefono e mi sono ritrovato delle spese da siti che non ho mai fatto con la postpay
            Mi chiedevo se era possibile arrivare alla persona tramite queste transazioni fatte da lui/lei??
            Grazie

            • Ciao Rashid, per logica (visto che non sono della polizia postale :P) immagino di si…voglio dire, la merce deve essere stata consegnata da qualche parte ed è plausibile che lì si trovi il colpevole…o qualcuno colluso, almeno. Hai denunciato il tutto alla polizia?

  • HO DATO TELEFONICAMENTE I DATI DELLA CARTA DI IDENTITA’ … n° / data luogo nascita / scadenza
    GRAVE ???? Grazie

      • ciao Massimo
        oggi pomeriggio sono stato contattato da un presunto acquirente per un mio annuncio su subito,dicendomi di essere interessato alla mia merce(libri) mi ha chiesto se gentilmente potevo mandargli un mio documento visto che non si fidava così ci siamo scambiati i numeri e gli ho mandato una foto su Wapp del mio passaporto,appena ricevuta mi ha bloccato…è grave che abbia i dati del mio passaporto?Nicola Pierini

        • Beh Nicola, direi di si…oggi ho imparato che anche la sola richiesta di dati sensibili senza motivi o tramite “estorsione” è denunciabile…fallo immediatamente, anche perché a quel numero qualcosa corrisponderà, no?

            • Direi più polizia postale, i carabinieri ti ripeterebbero la solfa che “non c’è (ancora) reato” e quindi non puoi denunciare preventivamente…sul rifarlo fatti consigliare da loro, di sicuro non è positivo che abbiano il tuo attuale…

          • Ciao Massimo, quindi vuoi dire che tutti noi che siamo stati “rimbalzati” dalla poltel ora possiamo andare a sporgere denuncia?!? Sapresti darci qualche riferimento normativo o precedente da portare ad esempio per non fare la solita figura del pesce lesso?
            Grazie!!

  • Salve ho mandato delle foto della mia carta d’identità e codice fiscale tramite email per un colloquio di lavoro però prima loro volevano verificare il mio casellario giudiziario . ma è normale?.grazie

  • Sono stata contattata da un utente dal cognome orribile, appena registrato su un sito di compravendita libri usati.
    L’utente mi ha contattata per un libro da pochi soldi, chiedendomi foto dettagliate, che gli ho fatto avere.
    Dopo qualche giorno, mi ha inoltrato il suo indirizzo per la spedizione del libro (probabilmente falso); a quel punto gli ho fornito il mio nome e cognome e il mio numero di ricarica Postepay, per poter ricevere la ricarica.
    Pufffffff…sparito. Dopo un paio di email in cui chiedevo se volesse ancora il libro, mi sono decisa a segnalarlo su una apposita sezione del sito di compravendita libri, per avvertire gli altri utenti che questa persona era un utente perditempo e di stare in allerta a fornirgli dei dati.
    Nel giro di qualche giorno costui mi manda una email di fuoco dicendomi che mi denuncia ai carabinieri per diffamazione e che userà i dati che gli ho fornito per screditarmi sul web. Credo abbia anche scritto all’admin del sito perché la mia segnalazione era stata cancellata. Questa reazione da psicopatico, che si crede Dio, mi fa pensare che in effetti vivesse di questi espedienti. Mi sono iscritta a Google Alert, per monitorare se effettivamente verrà pubblicato materiale a mio nome. Leggendo i vari articoli di questo blog stupendo e ho capito di essere rimasta a dieci anni fa come metodo di pagamento e che con numero di Postepay e solo nome e cognome potrà fare ben poco.

    • Ciao, mi dispiace per la disavventura… :( Diciamo che la questione Postepay è vera a metà, ormai se ne inventano di tutte, però hai fatto bene con Google Alert e soprattutto a segnalarlo!

  • Salve Massimo,
    Mi chiamo Gianpiero , ho ricevuto anche io la solita mail dei truffatori della Costa D’Avorio, chiamamoli così per identificazione; il buon senso e la sfiducia a prescindere mi hanno salvato fino adesso da questi tipi di truffe.

    Nella mail c’è anche la copia di una carta di identità francese di un certo Margat Alain.
    Stavo avvisando la Polizia Postale quando mi è venuta l’idea di guardare nel Web alla ricerca di informazioni di questo tipo di truffe e ho trovato questo blog /forum.
    Interessante , però con la tua esperienza dovresti dare indicazioni su come , per esempio , avvisare i soggetti titolari delle carte usate a loro insaputa.
    Se sappiamo che una identità viene usata fraudolentemente a chi dobbiamo avvisare? Google, Subito.it, Ebay, la Polizia Postale , il Titolare della Carta, l’Ambasciata della nazionalità del Titolare o chi altro ? Oppure nessuno.

    Come si può dire a tutti di fare attenzione a non cadere in queste trappole e di rispondere sapendo che c’è sempre in agguato la fatidica TRUFFA. Chiedere sempre il numero di telefono rintracciabile e di contattare il contraente per telefono. Se il numero è estero , attenzione è TRUFFA.

    Ciao e buon lavoro.
    Gianpiero.

    • Carissimo Gianpiero, io purtroppo il massimo che posso fare è invitare chi ha buona volontà a cercare la persona del documento su Facebook, per avvisarla della truffa ai suoi danni. Purtroppo Google non c’entra nulla, Subito se ne lava le mani, eBay ancora peggio, la Polizia Postale ha limitazione di natura burocratica e di organico, l’ambasciata se ne sbatterebbe altamente e…in pratica possiamo fare soltanto noi qualcosa. In passato tanta gente è stata avvisata e devo dirti che è fantastico, pensa se qualcuno ti facesse notare che la tua identità è usata per quei fini, consentendoti di prendere accorgimenti evita-guai…non le saresti immensamente grata? Ottimo il consiglio del numero di telefono, anche se vale per chi sta all’estero…in Italia i truffatori ti rispondono volentieri… :( Grazie per il tuo contributo, mi ha fatto moltissimo piacere e…se ho dimenticato qualcosa dimmelo pure :)

  • Buongiorno,
    Anch’io sono caduta in questa truffa. Avevo inserito un annuncio sul sito subito.it, sono stata contattata da una signora Francese di nome Agnes Auger (così se dovesse contattare qualche altro utente c’è già il nome segnalato, mail auger01agnes@gmail.com).
    Comunque io in buona fede, gli ho inviato i dati (Iban, Carta d’identità, ecc.), il dubbio mi sorse ieri sera quando lei rispondendomi alla mail mi disse che sarebbe andata questa mattina nella sua banca per effettuare il bonifico, lì mi cadde l’occhio sui suoi dati in cui diceva che era in Costa d’Avorio (inizialmente non ci avevo fatto caso perché lessi la mail di corsa e ho creduto che fosse francese) .
    Così ieri sera iniziai a cercare tra le varie truffe e ho trovato il tuo sito (fatto molto bene, complimenti) e mi sono identificata nel caso.
    In via preventiva questa mattina mi sono recata alla banca e ho fatto bloccare il conto (non si sa mai) in modo che per qualunque tipo di operazione la banca mi deve contattare.
    Ho aspettato tutta la mattina e poco fa mi è arrivata sia la mail della banca della Costa d’Avorio sia quella della signora, dove veniva detto che a causa dei controlli per antiterrorismo si doveva pagare questa somma di 450€ tramite Western Union.
    La mia reazione? ho chiamato la polizia postale per spiegargli l’accaduto, loro mi hanno detto di stampare tutte le mail di questa persona e di questa banca e di andare a sporgere denuncia (non per forza da loro ma anche, se mi fosse stato più comodo, dai carabinieri). In ogni caso seguirò il tuo consiglio e farò una nuova carta d’identità in modo da scongiurare qualsiasi danno a mio carico creato da un illecito non commesso da me.
    Non contenti di ciò mi hanno anche telefonato chiedendomi se fosse arrivata la mail e io “si si, provvederò quanto prima”… si, certo, quanto prima a denunciarli!

    Ti volevo comunque ringraziare per le spiegazioni che hai inserito perché sono grazie ad esse che ho potuto evitare di essere truffata totalmente. Condividerò il tuo articolo sui miei social in modo da poter spargere la voce di questa truffa, sperando che presto vengano bloccati e che nessuno cada più nei loro tranelli.

  • Ciao io per sbaglio ho fornito foto della mia carta d’identità, patente e codice fiscale; vorrei sapere cosa rischio dato che sono delle foto

  • salve poco tempo fa, ho lasciato ad una persona di mia conoscenza ,tramite WhatsApp la foto della mia patente fronte e retro, con la mia residenza attuale, con l’intenzione che l’avrebbe rinnovata tramite la sua compagna che a una autoscuola .Dopo tutto questo mi a chiesto se potevo mandargli una mia firma per autenticare la mia nuova patente. Adesso chiedo, se con queste mie credenziali compresa la firma, se posso essere eventualmente coinvolto in una qualsiasi truffa illecita nei miei confronti. Grazie aspetto una vostra risposta.

    • Oddio Maurizio, io il rinnovo lo farei volentieri di presenza…ci perdi una mattinata però non c’è il rischio che la tua firma e il tuo documento girino così…Whatsapp è uno strumento diabolico in tal senso, c’è gente che è finita nei guai anche perdendo il cellulare DA CUI aveva mandato queste foto…! Fossi in te eviterei…

  • salve, vorrei dire che in Italia si fà sempre la fotocopia dei doc: in agenzie per lavoro interinale, chiedono addirittura di portare le fotocopie della carta ID e del CF già al colloquio, ancora prima di essere selezionati. Io, ad esempio, per chiudere il mio indirizzo email( quindi anche account) sul libero.it ho dovuto inviare i miei documenti digitalizzati e allegati alla richiesta. Poi non ho capito nemmeno se fosse stato chiuso quell’indirizzo: se invio una mail a quel vecchio indirizzo su libero.it il msg viene inviato. Sapete, che per adottare un cane, mi è stato chiesto di inviare la fotocopia o solo la foto della mia carta d’identità e del CF a un indirizzo email privato oppure su whatsapp. La persona si trova in puglia, ma satrei molto attenta ad inviare le foto con dati sensibili anche a un’azienda della mia citta(torino). Sembrerebbe che in questo paese privacy non esiste proprio e non solo per le fotocopie dei documenti.

    • Ho letto nei commenti che si potrebbe scrivere con la penna ” fotocopia per utilizzare esclusivamente per xxx ecc” oppure fare la stessa cosa sulla fotocopia digitale con l’uso del word o photoshop. Non ho capito a cosa può essere utile se può essere semplicemente ritagliata( anche solo con Word). Grazie

      • Anna, scrivendo SOPRA l’immagine della carta (magari in una zona neutra, senza andare a compromettere le scritte) hai voglia a ritagliare…nemmeno col photoshop è uno scherzo rimuovere tutto ;)

  • Buonasera Massimo,

    ho avuto la fortuna di leggere il Suo articolo!

    Credo e ripeto, credo, di essere inciampata in uno di questi brutti tranelli online via mail.

    Ho risposto ad un annuncio di lavoro interessante pubblicato su Subito.it, tramite il quale ho inviato il mio CV. L’annuncio riguardava un’impresa di pulizie.

    Dopo qualche giorno, ho ricevuto una mail nella quale (la faccio breve), mi si chiedeva l’invio del casellario giudiziale, prima di fissare un colloquio conoscitivo.
    Nella mail c’era scritto che se non ero in possesso del documento, potevo inviare i miei documenti (carta d’identità e codice fiscale) per autorizzarli a richiederlo al posto mio (Io ho optato per quest’ultima).

    Il dubbio mi è venuto solo adesso: dato che non ho ricevuto più notizie, ho provato a scrivere allo stesso indirizzo mail con il quale mi avevano contattata e il problema è che i messaggi non vengono inviati! Cioè l’invio fallisce miseramente.

    Quindi mi sono insospettita…

    Consigli sul da farsi per evitare o limitare i danni?

    Grazie!!!

  • CIao, luca
    anche io sono stato fregato con la truffa della costa d’avorio.
    Però appena mi ha chiesto soldi western union, mi è venuto il dubbio e per fortuna
    ho trovato il tuo sito!
    Purtroppo però gli ho inviato la carta d’identità e iban.
    Che mi consigli di fare? Denuncia e cambio carta? (tanto era pure vecchia e logora
    l’avrei dovuta rifare a breve)

  • Sono cascato nella truffa della Costa d’Avorio, hanno una FOTO della carta d’identità, ho già provveduto alla denuncia e gliel’ho anche scritto per email di averli denunciati, posso stare tranquillo che non possono fare nulla di male con i miei dati?

  • Ciao Massimo,

    purtroppo sono caduto con il bastardo ivoriano (non me ne voglia nessuno) di subito.it

    non appena metto l’articolo sulla piattaforma vengo contattato da questo indirizzo particolare pelletier.mariee50@gmail.com, con allegati carta d’identità e passaporto di chissa’ povera vittima precedente (donna francese sui 50 anni), che mi chiede info e soprattutto: nome, cognome, indirizzo, numero di cellulare ed iban.

    gli giro tutto e anche a me chiede di togliere l articolo da subito.it dopo avermi chiesto se avessi altri articoli da proporre (ma e’ una magazzino n.d.r.)

    attualmente i soldi sul c/c non sono tantissimi ma comunque al prossimo accredito ho preoccupazione loro possano impossessarsi della giacenza.

    credo di chiamare in banca e bloccare il c/c e prendere un appuntamento per aprirne uno nuovo, almeno sono tranquillo.

    e menomale che non era la carta di credito!

    in generale, rischio qualcosa?

    ciao e grazie

  • Ciao Massimo,

    questa mattina ho fornito numero di carta di credito data di scadenza nome cognome telefono e CV telefonicamente alla NTV SPA per acquisto biglietti treno ITALO. Ho chiamato CARTASI per comunicare questa cosa e mi hanno detto che non ci dovrebbero essere problemi…. purtroppo dovevo acquistare i biglietti per forza e quella telefonica era l’unica soluzione in quanto il sito era non funzionante… Cosa dovrei fare? bloccare la carta? Grazie per un consiglio. Buona serata

  • Salve, mi sembra che sono stata beccata in pieno dal truffatore della costa d’avorio….Io ho dato il mio codice fiscale, nome e cognome e numero della mia carta postepay… mi hanno fatto un accredito di 290euro + 99 euro di commissione, totale 400euro. Mi sapresti dire come posso fare ora e cosa rischio? grazie

    ah dimenticavo la truffatrice si chiama ANGELLA BOULET email: caissoux@gmail.com

  • Ciao Massimo, ho dato i miei dati anagrafici tramite cv su degli annunci su subito.it (i dati sono questi: nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza, indirizzo e-mail e numero cell e il nome del liceo e dell’Uni dove sto studiando attualmente). Mi sono accorto purtroppo che qualche annuncio doveva essere un falso in quanto ho ricevuto nei giorni successivi un e-mail chiaramente inventata con allegato su cui cliccare in cui mi si diceva in modo molto vago che le posizioni di lavoro erano gia tutte occupate e di cliccare nel link senza specificare cosa contenesse e anche una chiamata che mi proponeva investimenti online.. il ragazzo che mi aveva chiamato sapeva il mio nome e non voleva dirmi dove avesse preso il mio numero di cell.. Secondo te con i dati in loro possesso cosa possono fare? considerato che non ho un conto corrente a mio nome? possono aprirne uno e chiedere un finanziamento?

  • Salve buona sera,
    caduta scioccamente nella truffa Premio Google (avete vinto un I Phone…), ho comunicato nome, cognome, telefono, indirizzo mail, data di nascita, indirizzo di casa e ho accettato la politica sulla privacy. Cosa rischio???? grazie…

  • Salve,
    io avendo mandato, purtroppo, una ricarica poste pay, quindi il truffatore in questione ha numero carta d’identità e codice fiscale, uniti al mio numero di carta poste pay. Cosa rischio?

  • salve ho mandato via mail le foto fronte retro della carta d’identita’ per un presunto lavoro poi insospettito ho richiesto con un’altra mail un contatto telefonico e la risposta e’ sempre la stessa mail che richiede i documenti…vado dalla polizia?come potrebbero usarli i miei documenti?grazie

  • Ciao Massimo anche io sono cascato ho dato tutti i dati più fotocopie di carta di identità più iban e nr di tel sono a rischio conviene andare a bloccare il conto Corente e fare denuncia

    • mmm….intanto farei una chiamata in banca per avere da loro maggiori ragguagli. Poi più che chiudere il conto direi che rifare i documenti, posto che quelli vecchi verranno usati per truffe future, è sempre meglio… :(
      P.S. Ma la vera arma contro questi truffatori è quella di PARLARNE IN GIRO e rompergli le uova nel paniere!

  • Ciao a tutti. Purtroppo la truffa del casellario giudiziale via email é sbarcata anche in Sardegna nascosta da un annuncio di lavoro su Subito.it Ho mandato i documenti richiesti. Avendo letto questo blog né ho scoperto la truffa. Quindi ho segnalato il tutto alla Polizia Postale via mail e mandato la diffida sull’uso dei miei dati personali all’indirizzo di posta elettronica dove ho mandato i documenti. Posso stare tranquillo o mi arriverá una lettera da un istituto di credito di sollecito? In questo caso cosa potrebbe capitarmi? Come agisco in questo caso?

      • Ciao Massimo, ieri ho ricevuto una email da PayPal inerente una possibile sospicua transizione a mio carico di 96 dollari ad un tizio in Germania. Quando ho cliccato sul link della mail per contestare la transazione mi si è aperta la pagina di PayPal (identica alla originale) e mi è stato chiesto di inserire nome e cognome, indirizzo, telefono(nome, cognome, indirizzo e telefono ho dato quelli giapponesi e non quelli italiani perché al momento sono uno studente che vive a Tokyo), i sedici numeri della Visa, e la data di scadenza con infine i tre numeri sul retro. Appena inserito il tutto e confermato, automaticamente mi si è aperta la vera schermata del sito originale di PayPal e li mi sono messo le mani nei capelli. Dopodiché ho chiamato immediatamente il numero verde per bloccare la Visa in Italia, l’ho bloccata e mi hanno anche confermato che non è stato preso nemmeno un centesimo. Detto cio’ volevo cortesemente un tuo parere riguardo il fatto se mi convenga far sporgere una denuncia per pishing dai miei genitori in Italia. Aspetto un tuo gentile riscontro a riguardo,

        Grazie mille!

        • Ciao Matteo, mi dispiace per la tua disavventura! Credici o meno la denuncia serve a niente…la triste realtà è quella. L’importante è che tu sia riuscito a salvare sia il saldo nella carta che, credo, anche quello su Paypal. Goditi la splendida Tokyo :)

          • Ciao Massimo. Si, fortunatamente il saldo è rimasto intatto e ora che ho bloccato la carta spero l’incubo sia finito. Ora sono molto più tranquillo, grazie del tuo supporto e veramente complimenti per il blog, utilissimo. Se passi a Tokyo se il benvenuto! :)

        • Beh, era meglio non mandarla, mettiamo così…il codice fiscale di chiunque può essere facilmente calcolato, avendo l’immagine si può usare a corredo di qualcos’altro, ma senza carta d’identità è un po’…monco.

          • Una persona ha il mio codice fiscale è grave?
            Poi mi vuole denunciare per divulgazione di messaggi privati(su un forum) in una discussione pubblica sullo stesso forum di un gioco ( è passato un mese e non ha ancora fatto niente) denunci pure lui ha cercato di fregare un minorenne ( io ho 13 anni ) ha cercato di fregarmi convincendomi a pagare 120 euro per lui per il gioco ( cosa che non ho fatto ma ha comunque torto lui ) dico bene?

            • Direi. A parte che la “divulgazione di messaggi privati” mi pare una specie di arrampicamento sugli specchi, col codice fiscale non può farci nulla. Non gettare ulteriore benzina sul fuoco, visto che non è successo niente, e cerca di trarne esperienza.

  • Buonasera scusate il disturbo …
    Ho smarrito la fotocopia della carta d’identità e volevo sapere se corro dei rischi… grazie in anticipo…

  • Salve Massimo, 2 settimane fa sono caduto vittima di un SMS di phishing riguardo il blocco del mio account Postepay, ho dato il mio nome, cognome, e-mail, data di nascita, nome utente dell’account, password e i codici della Postepay, fortunatamente me ne sono accorto ed ho cambiato Postepay e password dell’account e fino ad adesso non è successo niente, posso stare tranquillo?

  • Ho fornito nome, cognome, numero di carta di identità, codice fiscale, ad un operatore per attivare un’offerta telefonica Vodafone. Ho paura di essere stato truffato, con questi dati cosa potrebbero attivare? O cosa potrebbero comunque farci?

  • Buongiorno Massimo,
    sono incappata in una truffa cercando un appartamento in Francia. Putroppo mi sono accorda della truffa solo dopo avere inviato una copia di 3 buste paga (c’e’ solo scritto il salario, le trattenute e il mio nome e cognomen) e il future contratto di lavoro in francia, dove pero’ anche li’ e’ scritto il mio nome, cognomen, indirizzo di dove abito e poi c’e’ la mia firma.
    Fortunatamente non ho inviato nessun passaporto o carta d’identita’. Devo preoccuparmi? cosa posso fare? Ho provato a contattare la polizia ma mi hanno detto che non essendo ancora accaduto nulla di penale non e’ possibile fare nessun verbale.

  • Buongiorno Massimo,
    cercando un’ appartamento in Francia, ho inviato il mio nome, cognome , indirizzo dove abito temporaneamente, + 2 buste paga e la lettera di assunzione della futura azienda, prima di capire che l’annuncio dell’appartamento si trattava di una truffa.
    Nelle buste paga, a parte il nome, il salario e l’indirizzo non e’ scritto altro. Idem nella lettera di assunzione.
    Sono pero’ un po’ preoccupata, vorrei sapere se con queste informazioni possono fare attivita’ illegali, ma non avendo nessun document d’identita’… pero sulla lettera di assunzione vi era la mia firma.
    Sono un po’ nel panico.

    • Difficile facciano qualcosa con la firma senza documento, anche perché anche qualora dovessero usarla potresti dimostrare che ce n’è una identica (e quindi univoca) in un altro documento in tuo possesso…Credo tu possa stare relativamente tranquilla. Manda loro comunque una diffida all’uso dei dati, male non fa.

      • Buongiorno Massimo,
        grazie mille per la risposta. Avrei solo un altra domanda, per fare la diffida, e’ sufficiente scrivere un’email in cui dichiaro che non li autorizzo in alcun modo ad utilizzare i dati forniti? Io attualmente mi trovo in Svizzera (ancora per poco), come ti ho detto ho provato ad andare alla polizia qui, ma finche’ non c’e’ reato non mi fanno fare nessun verbale. Dovrei insistere per mettere nero su bianco qualcosa sull’accaduto?
        Inoltre quando ho mandato l’email ai truffatori, ho involontariamente detto che comunque dal 15 settembre avrei lasciato la svizzera… quindi sanno che all’indirizzo da me fornito dopo il 15 settembre non ci saro’ piu’…. anche se non sanno dove saro’ prossimamente a parte l’indirizzo del luogo dove lavorero’.
        La mia paura e’ che con nome, cognome, un indirizzo e un numero di telefono mettano annunci falsi per spillare soldi ad altre persone o per attivare servizi con pagamento via bollettino e poi siccome all’indirizzo non ci abito piu’, nessuno li paga o nessuno si accorge che stanno usando i miei dati.
        Grazie mille ancora per il blog utilissimo!

  • Ciao Massimo, io ho fatto un contratto via telefono con chiamata registrata lasciando nome, cognome, indirizzo, telefono e iban con data scadenza. Potrebbero attivarmi cose a caso a questo punto, ma se chiudo la carta dovrei stare sicuro no?

  • Buonasera…ho combinato una delle mie…non sapevo cosa fare stasera…praticamente guardavo gli annunci di incontri su internet..E x curiosità ho chiamato una di queste ragazze. Appena mi ha risposto mi ha chiesto da dove chiamavo..e subito dopo ha iniziato a dire di fagli la ricarica al numero che vedevo e il resto dei soldi al momento dell incontro. .che la chiamata era registrata e che la mandava al suo legale e che mi faceva un culo così! Io ho attaccato…ho bloccato il numero ma continuava a chiamare con il privato..quindi ho anche bloccato i numeri anonimi….ma x nn aver detto nemmeno cosa volevo…rischio qualcosa?? Non ha i miei dati ma solo il numero di telefono…puo ricavarci i miei dati?? Grazie in anticipo…

    • Non può fare niente Andrea…più ti minacciano, meno hanno e giocano sulla paura. Il legale, ah ah ah. Li hai bloccati, lascia perdere tutto e parla in giro di questa truffa, così meno gente potrà cascarci. Bravo comunque per aver rimediato ed aver raccontato la tua storia :)

  • Io ho dato IBAN, nome, cognome ma l’indirizzo di residenza l’ho dato volutamente errato. Che può succedere ?

  • Salve, su un sito di incontri/viaggi di nome tourbar.. dove la finalità è conoscere persone nuove e fare dei viaggi insieme, richiede la foto del documento d’identità, o passaporto o patente, per avere la conferma della persona iscritta e una certa sicurezza sull’identità, così dice.
    Mi chiedo se sia sicuro, e se posso incappare in qualche problema.. se anche mi fa strano, perché se avvenisse un furto d’identità, loro del sito sarebbero i primi ad esser sollecitati a riguardo.

  • Salve, oggi mi è stata fatta una chiamata a nome Telecom chiedendomi di approvare un contratto con loro passando da Fastweb.

    Per poter farlo mi hanno chiesto di fornire il numero di carta di identità con comune e data di emissione e data di scadenza.

    Ho fornito questi dati, ma in seguito, mi è sorto il dubbio che potesse trattarsi di una truffa.

    Cosa potrebbero fare con i dati che gli ho fornito?
    Come mi consiglia di procedere?

    Grazie

    Carlo

    • Carlo, molto spesso arrivano commenti come il tuo ma purtroppo ancora non so dare risposta…Vediamo se c’è qualcuno più informato. Certo è che alcuni dati via telefono sono pericolosi a prescindere, ma bisogna capire perché.

      • Grazi mille per risposta, spero non succeda nulla, ma nel caso la cindivuderò con voi per aiutare eventualmente qualcuno in futuro!

  • ho sarrito solo il codice fiscale su carta magnetica,sono in possesso della nuuova tessera del ssn con codice fiscale cosa devo fare e a cosa vado incontro?

  • Salve questa mail mi da un senso di strano: Ciao
    sono interessato contattami al mio mail personale
    ( auger01agnes @ gmail ) . com

    Qualche suggerimento da darmi?

  • Salve Sig. Massimo,
    ho letto il suo articolo perché ho fornito i miei documenti ad una piattaforma di Trading (https://optionbit.eu), ma mi pare siano poco seri, li ho inviato fotocopia passaporto, carta d’identità, e una copia di una bolletta, che erano richiesti per attivare il conto, secondo lei mi devo preoccupare?

    Grazie

    • Mmmm…Filippo, disconosco il mondo del trading ma…la copia della bolletta? :| Fossi in te mi informerei con la Polizia Postale per sapere come muoversi meglio. Magari una diffida può aiutare.

  • Buongiorno,
    io mi sono accorto che sul mio account di posta Yahoo, nello spam mi sono ritrovato una email con un testo stranissimo e incompleto spedito da un nome straniero verso una donna straniera che avrebbe il mio indirizzo email. Devo preoccuparmi? Io per sicurezza, intanto ho avviato la procedura di chiusura account. Impiegherà 90 giorni, ho letto.
    Grazie.

  • Buongiorno.

    Da autentico scemo, ma soprattutto perchè ero in una situazione molto confusionaria con TIM, ho fornito il mio codice fiscale e il mio numero di telefono a un operatore TIM che non avendomi poi mai risposto mi ha insospettito. Tim ho confrmato che era un’identità fasulla.

    Mentre dalla mia banca mi hanno rassicurato, dicendo che sarà motlo difficile che riesca a fare qualcosa con solo due dati, e sono stato rassicurato anche da un’altra persona che mi ha confermato che il cf è riscotruibile anche solo trovando da qualsiasi parte la mia data e il mio luogo di nascita, il tizio della polizia postale che con cui ho parlato mi ha fatto dell’autentico terroismo psicologico prospettandomi praticamente la dfine della mia vita di onesto cittadino ignoto alle forze dell’ordine. A chi devo credere? Cosa posso fare secondo lei?

    sono molto preoccupato…. grazie fin da ora infinitamente

    • Ciao Gabriele, intanto hai smosso un po’ le acque su questa faccenda dei finti operatori, visto che sono in molti a citarli ma nessuno ha mai approfondito cosa gli sia stato detto…Con i dati forniti in effetti in banca non fanno niente, teoricamente li sfruttano per fare passaggi di utenze o robe così, che poi comunque tu puoi rigettare. Cosa ti ha detto nello specifico la polizia postale?

      • Mi hanno detto un generico “ora possono fare di tutto, e dobbiamo aspettare agiscano per denunciarli”. Ma di tutto cosa? Volgio dire, hanno CF e da qui nome, cognome (presi da facebook) data e luogo di nascita. Possono richiedere finanziamenti a nome mio? spacciarsi come me al Servizio Sanitario? Compiere frodi telematiche a nome mio? Cosa? Non mi hanno potuto, o voluto, dire nulla… Se non alzando la voce e chiudendo con un “è troppo tardi, ci doveva pensare prima”. Ora, ammettendo da subito che la responsabilità è solo mia, forse un po’ più di chiarezza iniziale non sarebbe stata male da parte loro…

        Grazie ancora…

        • Preciso invece che alla mia banca hanno commentato la cosa che, data per certo la mia ingenuità, e su questo non ci piove, se davvero fosse stato un ladro professionista mi sarei trovato con il conto svuotato in pochi minuti. Si potrebbe chiudere e riaprire da zero tutti i conti, ma lo ritengono inutile. Hanno consigliato di provare a fare denuncia ai carabinieri (in quel caso posso segnalare la cosa ai carabinieri, ma non credo ci siano gli estremi per denunciare, di illeciti veri e prorpi effettivamente finora non ne sono stati commessi), e comunque di conservare memeoria di giorno, evento, etc per dimostrare in futuro in caso di eventuali ulteriori problemi che si tratta di truffa…. tutto qui. Certo, la preoccupazione rimane!

          • Mi scuso ancora, mi è arrivata ora comunicazione via mail da parte di persona della polizia postale mi sembra più “informata sui fatti”. La riporto, nella speranza che possa essere utile…

            “Le consigliamo di contattare il suo attuale fornitore di servizio e chiedere se è in atto una migrazione di contratto. In caso positivo, dovrà bloccare immediatamente l’iter di migrazione e, qualora volesse, potrà sporgere una formale denuncia/querela per truffa contro ignoti indicando, nell’atto stesso, l’utenza relativa ai messaggi ricevuti.
            Per ulteriori delucidazioni potrà contattare la Sezione della Polizia Postale e delle Comunicazioni di… ” (ufficio di compteneza territoriale…)

  • Buongiorno,

    scrivo per chiedere un consiglio. Ho da poco adottato un cane, proveniente da un’altra regione d’Italia, e devo ancora farne il passaggio di proprietà. Dopo avere preso il cane, ho trovato online informazioni preoccupanti sulla fidanzata del vecchio proprietario (tipo arresto per consumo e spaccio di eroina e cocaina, possesso di armi da fuoco e gestione di un’attività porta-a-porta ai cui “dipendenti” venivano fatte false promesse… ).
    Questa persona ha già i miei dati (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, cellulare, numero di carta di identità) e per effettuare il passaggio di proprietà richiede anche il mio codice fiscale e la fotocopia di un documento di identità. In effetti questi documenti sono necessari per effettuare il passaggio di proprietà del cane, ma io non mi fido a fornirglieli! Ho proposto a questa persona di inviare a me i suoi dati, di modo che potessi fare io il passaggio di proprietà, ma ha ignorato la mia richiesta.

    Ho provato a contattare l’ufficio anagrafe canina della sua regione per spiegare la situazione e richiedere la possibilità di inviare le copie dei documenti direttamente al loro ufficio, di modo che il vecchio proprietario del cane non ne possieda una copia, ma la dipendente con cui ho parlato è stata molto scortese e mi ha negato questa possibilità, addirittura cominciando a dubitare della mia buona fede.

    Posso essere al riparo da qualsiasi eventuale truffa, se fornisco una fotocopia della carta d’identità con una scritta a caratteri cubitali “Fotocopia utilizzabile esclusivamente per il passaggio di proprietà del cane X”?
    Altrimenti, cosa potrei fare? Non vorrei rinunciare al cagnolino, ormai è parte della famiglia! :(

    Grazie mille,

    Alice

    • Caspita Alice, che situazione! Se non c’è la possibilità di parlare con qualcun altro all’ufficio anagrafe canina, diciamo che con la dicitura sulla fotocopia dovresti stare quantomeno tranquilla sul fatto che non potranno utilizzarla (la fotocopia, dico) per altro, si.

      • Ciao,il mio problema è che settimane fa ero in cerca di un lavoro part time ,sono andata in giro lungo una zona di Roma vicina a dove studio e ho dato una decina di cv contenenti dati sensibili come nome cognome data e luogo di nascita residenza numero telefonico e mail scuole dove ho studiato ,non ho messo foto né inviato la carta d identità o la tessera sanitaria o altro,solo che insieme a quei dati sensibili c è la mia firma,non in grassetto ma proprio quella che uso nei dpcumenti ufficiali, sono molto preoccupata dato che io sono andata in luoghi come ristoranti anche piccoli o negozietti senza purtroppo informarmi ,rischio qualcosa dato che loro hanno i miei dati e la mia firma?

  • Buonasera,
    Purtroppo mi sono imbattuto in Durand, ho pensato di controllare su google dopo avergli mandato la foto della patente (quella nuova non c’è indirizzo di residenza) ovviamente anche IBAN e telefono.
    Non ha il codice fiscale. Penso che del frontespizio della patente possa farci nulla.
    Sarei grato se mi daste un parere

      • Lo immaginavo, purtroppo non ho riflettuto abbastanza, prima di mandargliela. Ho tracciato gli indirizzi ip delle sue mail e ho visto che sono di Bruxelles. Non ho potuto sporgere denuncia perché la truffa alla fine non si è conclusa. Credo che di denunce a suo carico ce ne siano parecchie, perché non provano a stanarlo?

  • Salve, avevo scritto un lungo commento ma non lo vedo ancora pubblicato.
    Comunque anch’io ho inviato la fotocopia della mia carta di identità a un truffatore (compreso il mio indirizzo di casa), anche se poi non ci sono cascato. Cosa mi conviene fare?
    Vorrei anche rifarla, ma l’ultima volta che l’ho rifatta per smarrimento/furto ho perso giornate intere ai carabinieri per la denuncia (qui se la prendono comoda…) e al comune!!
    Vorrei sapere se la procedura per smarrimento con denuncia è necessaria per farsi rifare la nuova carta con un numero diverso, oppure se posso rovinarla appositamente per portarla direttamente in comune e farmela rifare: in questo caso il numero resta lo stesso o cambia?
    Ma è proprio necessario che il numero di carta sia diverso per tutelarsi dal furto di identità, oppure può bastare una nuova carta dove cambia solo la foto e magari si legga la data del rifacimento?

    • Ciao Fabrizio, in realtà tutta la procedura per rifare la carta è una specie di ultima spiaggia visto che nessuno mai ha spiegato (o è intervenuto) come evitare di essere sfruttato come “uomo/donna immagine” dei truffatori per attestare la loro buona fede. Si va per logica: se hai denunciato lo smarrimento il primo gennaio, se il 15 gennaio uno prova a truffare un altro con la tua carta vecchia, è plausibile (anche se non incontestabile, per ovvi motivi…potresti infatti aver fatto finta di perdere la carta, no?) sia stato quello che l’hai ricevuta da te e non tu. In teoria, a questo punto, basterebbe la foto nuova. Non ho idea se col rifacimento cambi il numero, ma già una foto diversa è coerente al ragionamento fatto prima…

      • Insomma ho paura che sia uno sbattimento che non è neanche sufficiente a tutelarmi. Poi io, non vivendo in città ma in un paesino in collina, già solo per far le fototessere devo farmi 15km di macchina per scendere alla città più vicina, per poi tornare indietro e fare tutto l’ambaradam (uffici aperti solo la mattina).
        Non so, a me quel ragazzo che ha provato a truffarmi con un annuncio di un Macbook in vendita a un prezzo troppo basso, con una carta di identità non sua, mi sembrava un dilettante…
        Che tu sappia, ci sono dei casi in cui la vittima di furto d’identità passa realmente i guai per i reati commessi dal truffatore???
        Io intanto mi sono salvato tutte le email, i messaggi, gli screenshot, etc., e gli ho inviato la diffida. Più prove scagionanti di così!?

  • Ciao Massimo!
    Purtroppo sono incappata anch’io ingenuamente in una frode.. ho cliccato sul link di una mail che sembrava essere delle poste e ho ahimè inserito i miei dati (nome, cognome, data di nascita, codice fiscale) e i dati della mia postepay, data di scadenza e codice di 3 cifre compreso. Ho inserito anche i miei dati di accesso al sito delle poste ma ho provveduto subito a cambiare la password.
    Fortunatamente uso pochissimo la postepay e il saldo disponibile ammonta ad una cifra irrisoria.. la mia preoccupazione maggiore era il fatto che potessero accedere al sito delle poste e quindi anche al mio conto online, ma come ti dicevo ho cambiato subito la password. Dici che devo preoccuparmi? Sara

  • Buongiorno, sono stato contattato anche io dalla Costa D’Avorio, da un certo Durand Paul Henri che mi ha mandato una fpto della sua carta di identità, pretendendo una foto della mia con alcuni dati. Io non gli mandai la mia carta di identità, ma gli diedi:IBAN, nome e cognome, numero di cellulare e indirizzo. Cosa succederà?

  • Buonasera, ho fornito la foto della tessera sanitaria e carta d’identità, luogo di residenza ad un email di lavoro rivelatosi una truffa. Devo preoccuparmi? Cosa posso fare?

  • Salve, ieri ho dato la fotocopia di una busta, del codice e della patente a un tipo che mi deve affittare una casa. Oggi ho discusso con lui quindi non prendo più la casa.
    Cosa può fare con i documenti?
    Grazie

  • Caro Massimo,
    Ci sono cascato! :/ Nell’acquistare un profumo su Subito.it (poi mai ricevuto) ho lasciato al truffatore molti dei miei dati. Inviando la foto della ricevuta della ricarica postepay per confermare di aver effettuato il pagamento, ho involontariamente fornito il mio Codice Fiscale, Numero di carta di identità, Nome, Cognome, Telefono ed Indirizzo. Con tutti questi dati in possesso del truffatore sono preoccupato. Come posso comportarmi per stare tranquillo?
    Ti ringrazio,
    Emanuele

      • Ti ringrazio, stanotte ho davvero fatto fatica ad addormentarmi!
        E’ una brutta sensazione rendersi conto di essere stati fregati. Anche se si tratta di cifre piccole.
        Leggendo i tuoi articoli ho scoperto tante cose. Peccato non averci dato un occhiata prima !
        Grazie per tutto quello che fai. Un Augurio per il meglio.
        Emanuele

  • Buongiorno, ho mandato delle foto copie dei miei documenti a una concessionaria di Napoli, carta d’identinta, codice fiscale è l’ultima busta paga. Possono fare un prestito a nome mio loro? Ho posso stare tranquillo.. Poi mi hanno chiamato dicendomi : La sua busta paga e falsa..

      • La busta paga è vera, volevo sapere sè posso stare tranquillo.. ho mi devo preoccupare :(.. Poi ho fatto un prestito a un altra banca.. ho paura che possono fare un finanziamento a nome mio..

      • Mi può dare qualche consiglio? Possono fare qualcosa a nome mio loro? Prestito ho qualcos’altro? Sono molto preoccupato..

        • Non sono un esperto, ma non credo…anche perché a quel punto dovresti essere tu a firmare o comunque avresti la possibilità di negare tutto, per quanto ne so io. Direi che sarebbe bene rivolgersi alle autorità se la busta paga è vera, per chiedere se possa essere una scusa o meno per fare qualcosa.

  • Contattato oggi tramite subito con il seguente messaggio, a cui ovviamente non ho risposto…

    +
    Ciao
    sono interessato contattami al mio mail personale
    capelnicolas225 @ g m a i l . com
    +

  • Ciao Massimo. Ci sono cascata anch’io, nonostante la mia proverbiale prudenza in queste cose. Mi ha ingannata il fatto che la tizia mi avesse inviato la sua carta di identità (di cui ho foto). Ho inviato quindi la mia, fronte e retro in copia , ma cancellando data di emissione e mia firma, più numero codice fiscale (non copia) e numero PostePay. Prima mi ha detto di essere francese e poi è venuto fuori il “negozio in Costa d’Avorio” e mi sei venuto in mente tu e i tuoi avvertimenti!
    E mo’ ? Che faccio? Mi trovo a mille km dal mio luogo di residenza ma sempre in Italia!
    I dati della truffatrice sono : COLIN FABIENNE – 18/09/1972 – METZ (FRANCE) – firma a scarabocchio – Carta valida fino 16/09/2022 – PREFECTURE DE LA MOSELLE (57) – France.

    • Ciao Giusy, intanto hai reso inutilizzabile (credo) la carta d’identità per eventuali altre truffe…il che è un bene. Per la Postepay c’è sempre un piccolo rischio per motivi che non dico per non dare idee, vedi tu se conviene mollarla (come consiglio) o rischiare. Per indirizzo & co non ci sono problemi, non ci fanno nulla. In bocca al lupo!

  • Salve,
    blog stupendo, scrivo qui per chiederti un’informazione, per sbaglio l’altro giorno ho inviato il pdf della mia busta paga ad un centro assistenza di telefonia, perchè mi avevano richiesto la fattura d’acquisto del cellulare che dovevo dare per la riparazione, ed al posto di quell’allegato ho messo l’ultimo scaricato, cioè la mia busta paga..al ritiro del telefono, mi hanno richiesto il documento di riconoscimento per evitare di dare il telefono ad estranei e lo hanno scannerizzato, quindi avendo tutte queste informazioni mi chiedevo, posso fidarmi?
    In caso avessero cattive intenzioni come devo comportarmi?
    Ti ringrazio anticipatamente per il consiglio.
    Buonaserata.

    • Ciao Luca, purtroppo non conosco le prassi di questi servizi, anche se per me è inconcepibile fare la scansione di un documento dopo averne verificato la corrispondenza con chi lo mostra…se la busta paga l’hai mandata per sbaglio e non ti era stata richiesta non credo proprio ci siano comunque implicazioni future per chissà quale scherzetto…e comunque gira e rigira potresti disconoscere qualunque operazione fatta a tuo nome, sarebbero solo noie.

      • Grazie per la risposta, io giorni a seguire ho chiamato direttamente il centro assistenza per chiedere la cancellazione dei dati, cosa che da quanto ho letto è un mio diritto, fornire dati e poter chiedere l’eliminazione, però mi è stato detto che verranno conservati da loro e forniti anche alla casa madre del telefono al solo scopo tecnico, e per evitare illeciti tramite il codice di appartenenza del telefono da raffrontare con il proprietario dell’apparecchio, mi ha detto che è la prassi.
        Fatto sta che ho salvato tutte le mail, e la conversazione avvenuta con loro, per avere prove in caso dovessero esserci degli “scherzetti” come sopracitato..

  • Salve signor massimo io ho fornito iban e con il telefono ho fatto la foto sulla carta d identità e lo mandata cioe originale che puo succedere grazie

Tweet recenti

Nuovi articoli via email

Se vuoi ricevere via e-mail le notifiche di nuovi articoli...beh, hai la mia stima, dimmi solo dove mandarle. Ti prometto che non ti invierò spam, truffe, proposte galanti, richieste di denaro, catene di S. Antonio e tutto il resto che di solito trovi la mattina al posto di proposte di lavoro. Inoltre potrai annullare l'iscrizione quando vuoi.

Unisciti a 438 altri iscritti

Condivisioni