Acquisti online Amazon eCommerce

Ritiro del mercato (e rimborso automatico!) per il caricabatterie usb Amazon Basics

Amazon ritira un prodotto

Oggi mi sono arrivate due email inaspettate da Amazon. La prima aveva come oggetto “Rimborso riferito all’ordine…” e di solito la ricevo a seguito di un reso e solo dopo aver ricevuto loro il pacco indietro. Non capendo a quale si riferisse, ammetto di aver pensato subito a un tentativo di phishing, anche se in “stile Amazon” non ne ho mai ricevuti…per ora.

Leggendo la seconda email, ecco la spiegazione del mistero. Cito:

Gentile Cliente,
Ti contattiamo in merito al tuo ordine … su Amazon.it che include il seguente articolo:

AmazonBasics – Caricatore a parete con ingresso USB (2.1amp ) [Versione EU]

Abbiamo avviato un processo volontario di ritiro dalla vendita di questo prodotto in quanto potrebbe essere soggetto a  surriscaldamento. Ti chiediamo pertanto di interrompere immediatamente il suo utilizzo e di smaltirlo presso un apposito centro di raccolta nel tuo comune.

Ti informiamo che abbiamo emesso un rimborso per il prezzo dell’articolo e le spese di spedizione, pari a EUR 9.99 sulla modalità di pagamento utilizzata al momento dell’ordine.

Caricabatterie USB Amazon
Il caricabatterie USB Amazon ritirato dal mercato

 

Ritiro del caricabatterie USB Amazon: una mossa stile Ikea

E’ capitato che l’Ikea chiedesse di riportare in negozio un articolo valutato non sufficientemente sicuro (come di recente il seggiolone per bambini) per rimborsarlo. Una mossa che li punisce economicamente a fronte di un boom di fiducia da parte della clientela, che si sente così protetta e corre a comprare il nuovo modello privo di difetti.

Il colosso dell’ecommerce di Seattle ha fatto lo stesso, essendo il caricabatterie USB Amazon uno dei prodotti di punta della serie AmazonBasics (il che equivale a una bella cifra da rendere ai clienti).

C’è anche da dire che a fronte di un costo di produzione di pochi centesimi lo vendevano a 9,99 €, quindi…Alla fine ci guadagnano tutti.

Beh…quasi tutti. Se tu cliente continui ad usarlo e ti esplode (oppure ti frigge il tuo prezioso smartphone) non lamentarti certo con loro :)

Ok, lo ammetto, io continuerò ad usarlo, è troppo comodo…! E tu, coraggioso possessore, cosa farai? Scrivilo pure nei commenti che ci confrontiamo.

Massimo Cappanera

Uomo. Marito. Padre. Consulente web e marketing per professionisti e piccole aziende. Copywriter per passione e narratore di aneddoti per diletto. Nato senza rete, cresciuto con la rete...ma ancora di pesci nemmeno l'ombra. Forse è per questo che coltivo peperoncini.

Commenta

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweet recenti

Nuovi articoli via email

Se vuoi ricevere via e-mail le notifiche di nuovi articoli...beh, hai la mia stima, dimmi solo dove mandarle. Ti prometto che non ti invierò spam, truffe, proposte galanti, richieste di denaro, catene di S. Antonio e tutto il resto che di solito trovi la mattina al posto di proposte di lavoro. Inoltre potrai annullare l'iscrizione quando vuoi.

Unisciti a 438 altri iscritti

Condivisioni